Il 2014 e l’ambiente raccontati dalle immagini [FOTO]

Il 2014 e l’ambiente raccontati dalle immagini [FOTO]

Il 2014 è stato un anno ricco di eventi importanti per l’ambiente, dai cambiamenti climatici ai diritti degli animali, dai fenomeni celesti alla lotta all’inquinamento

da in Animali, Inquinamento, Sostenibilità Ambientale, Tutela Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    Il 2014 è stato un anno molto ricco per tutto ciò che riguarda l’ambiente. Diversi sono stati gli eventi che hanno caratterizzato quest’anno che ormai sta per concludersi. Ancora una volta ci sono state poste questioni da non sottovalutare, che ci hanno spinto anche alla riflessione su che cosa vuol dire sostenibilità ambientale. Si è trattato di un anno, in cui si sono raggiunti degli obiettivi importanti, ma allo stesso tempo alcuni episodi hanno dimostrato come ci sia ancora molto da fare, per adoperarsi riguardo al rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia degli animali. Passiamo in rassegna alcune delle tappe più importanti.

    Poco tempo fa si era giunti ad un accordo storico fra Cina e Stati Uniti intorno ai cambiamenti climatici. Le due superpotenze hanno deciso di collaborare e di fare tutto il possibile, per scongiurare tutti i pericoli che sono connessi ai cambiamenti climatici. Stati Uniti e Cina si sono impegnati a ridurre la produzione di gas serra, che sono i principali responsabili dell’inquinamento, a sua volta causa dei mutamenti climatici e dei fenomeni meteo devastanti.

    Abbiamo visto anche in Italia come gli eventi meteo tendano a diventare sempre più violenti. Le alluvioni che hanno colpito Genova ed altre città, in seguito all’ondata di maltempo che ha interessato soprattutto il Centro Nord della penisola italiana, ci hanno indotto a diventare più consapevoli dei pericoli a cui siamo esposti a causa dei mutamenti del clima. Allo stesso tempo, però, ci hanno dato la dimensione di quali effetti possa avere sull’ambiente la mancanza di attenzione da parte dell’uomo. Il rischio idrogeologico è estremamente connesso alla cementificazione. Molto pesa anche lo smog. Basti pensare all’inquinamento in Cina, che ha raggiunto livelli esagerati e che ha suscitato polemiche in tutto il mondo fin dai primi mesi dell’anno. Eppure si tenta di fare qualcosa: il 21 settembre si è svolta una marcia per il clima, attraverso la quale si è voluto sensibilizzare sull’importanza che può avere l’ecosostenibilità per il futuro del nostro pianeta. Ma c’è ancora tanto da fare, se vogliamo salvaguardare la Terra dagli effetti nocivi che l’uomo a volte riesce a scatenare.

    La superluna nelle notti d'estate

    La natura sa sorprenderci con le sue meraviglie, anche con quegli eventi che accadono nell’universo che ci sta intorno. Molti ricorderanno la luna piena del 13 giugno, un vero e proprio fenomeno celeste la cui data è stata molto vicina al solstizio d’estate. Il nostro satellite si è trovato di fronte al Sole e ha assunto una colorazione molto particolare. La prossima volta vedremo questo evento nel 2049. Chi invece ricorda la superluna di luglio, agosto e settembre? Una vera luna gigante, perché il nostro satellite è apparso molto più grande rispetto alle sue consuete dimensioni e sicuramente più luminoso. Tutto è stato dovuto ad una particolare posizione nel percorso effettuato dalla luna attorno alla Terra.

    In estate si è parlato molto anche di una presunta tempesta solare, che, se fosse arrivata veramente, avrebbe colpito il nostro pianeta con effetti catastrofici. Si prefiguravano scenari incredibili, con il tilt delle telecomunicazioni e delle linee elettriche.

    L’8 ottobre si è verificata un’eclissi di luna, che gli scienziati chiamano con il nome di luna della tetrade, un evento molto raro. Coloro che abitano nella zona Nord occidentale degli Stati Uniti, nelle isole del Pacifico e nell’Australia orientale hanno potuto vedere il nostro satellite oscurarsi a causa dell’ombra che la Terra ha riversato su di esso. A novembre si è avuto un picco di sciami di meteoriti, che sono state indicati come delle stelle cadenti. Si trattava delle leonidi, frammenti che provenivano da una cometa e che ci hanno offerto l’opportunità di assistere ad un altro spettacolo dell’universo dalla bellezza indicibile. Lo spazio costituisce anche un campo di conquista da parte dell’uomo con le sue scoperte e i suoi progressi tecnologici. Da questo punto di vista imperdibile è stato l’atterraggio del lander Philae della sonda Rosetta sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko.

    Spesso colpiti sono stati, nel 2014, i diritti degli animali. La barbarie dell’uomo può arrivare anche ad eventi sconcertanti. Basti pensare a quello che si è fatto in occasione delle Olimpiadi di Sochi, quando si sarebbe verificata una vera e propria strage di cani randagi, che sarebbero stati eliminati, per “fare ordine” nelle città in cui si sarebbero svolti i giochi olimpici. In quell’occasione c’è stata una vera e propria rivolta da parte di molti animalisti, che hanno protestato su Twitter, postando delle foto molto significative, con altri animali che si appellavano alla coscienza di chi uccideva i loro simili. I diritti degli animali sono calpestati a volte anche a causa di tradizioni che continuano ad esistere, nonostante i tempi siano cambiati.

    La corsa dei tori a Pamplona rappresenta un esempio caratteristico: povere bestie sottoposte a torture indicibili, soltanto allo scopo di fare festa. A volte l’uomo sembra essere cieco e non guardare a quanta sofferenza procura agli animali. Molto ha fatto discutere il caso dell’orsa Daniza, uccisa da una dose di sonnifero, che in realtà avrebbe dovuto servire a catturarla. Gli animalisti hanno fatto molti appelli e hanno chiesto giustizia e chiarezza su quello che veramente è accaduto. Molte polemiche anche intorno alla spiumatura delle oche vive, vicenda che è stata segnalata attraverso un’inchiesta di Report. Anche questo è stato un altro caso che ha dimostrato come spesso l’uomo guarda più ai guadagni economici che al rispetto della vita degli animali.

    1131

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliInquinamentoSostenibilità AmbientaleTutela Ambientale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI