Casa passiva: arredare in maniera ecologica

Il futuro delle abitazioni è ecosostenibile! Sia dal punto di vista del risparmio energetico, sia dall'ecodesign

da , il

    Ormai la tendenza è questa: possedere una casa ecologica. Meglio ancora se eco-chic! C’è chi acquista e c’è chi ha la possibilità di costruirsi una casa su misura, con i requisiti ambientali più vantaggiosi. Stiamo parlando delle “case passive“: non fatevi ingannare dalla terminologia che non dà una buona impressione, in realtà queste sono le abitazioni migliori. Sono caratterizzate da una assoluta devozione all’ecologia e al risparmio, grazie ad una classificazione energetica al top (che riduce i consumi fino a 20 volte di più rispetto a una comune abitazione) e all’ecodesign. Vediamo alcune proposte.

    Per rendere la vostra casa molto più salutare, consigliamo di scegliere materiali e accessori per la casa in pieno stile “bio”. Esistono una moltitudine di elementi prettamente ecologici come il cartone, la plastica biodegradabile, meglio ancora se riciclati. I risultati estetici sono stupefacenti. Alcuni esempi veramente “green” ve li mostriamo nella fotogallery, divertitevi a scoprire a quale descrizione corrispondono le immagini.

    Esiste un carinissimo sgabello chiamato Sombrero di Urobodesign: è fatto interamente in cartone. La base è costituita da cartone ondulato, mentre il piano di seduta è realizzato tagliando una bobina di cartone cannetè. Veramente pratico e comodo, anche perchè dopo l’uso è perfettamente smontabile e riponibile in un angolo remoto della vostra casa. Un altro esempio di sedia ecosostenibile è Typo Chair: realizzata utilizzando cartelloni pubblicitari in disuso, diventa un ottimo complemento d’arredo colorato ed unico. Anche perchè ogni esemplare è davvero diverso dagli altri. Anche Wedge Bench si presenta come soluzione ideale ed ecologica sulla quale adagiarsi, costituita da pezzi di legno da incastonare tra loro.

    Anche per quanto riguarda l’illuminazione le proposte esistono: c’è il lampadario CAPtive, ottenuto assemblando frutti di lampadine e tappi delle bottiglie di plastica, che una volta acceso crea quell’effetto Anni ’70. La peculiarità? Stimola l’istinto al riciclo. L’acquirente dovrà mettersi di buona volontà per completarlo! Infatti, nella confezione sono disponibili solo 50 tappi, gli altri bisogna procurarseli da sè. Per chi è alla ricerca del design raffinato, invece, consigliamo vivamente Orkys: una lampada dalle sembianze floreali (orchidea, come suggerisce il nome) a grande effetto e luminosità.

    Per concludere: il tavolino ecocompatibile che ricrea l’atmosfera di un prato da pic-nic si chiama The Oxygen of Green Low Table ed è ricoperto di erba, richiede scarsa manutenzione e l’impatto visivo è fenomenale! Poi abbiamo Seed Save: altro non è che un piccolo contenitore con una fessura tonda. Un salvadanaio che in realtà serve a custodire i semi per piantarli successivamente. E ancora abbiamo il telefono cellulare amico dell’ambiente Samsung Blue Earth, con ricarica ad energia solare e costituito da materiale ecocompatibili. Infine, vi illustriamo alcuni simpatici accessori per la cucina: il designer Oscar Diaz ha realizzato Found, un innovativo set di posate che si adattano alla forma delle bottiglie di plastica, e il set di posate Aperitivo Bio realizzate in Mater-B per ”stuzzicare” ad impatto zero.

    Immagini tratte da:

    style.it