Home Moda Ecosostenibile Vegan bag: la sostenibilità va di moda

Vegan bag: la sostenibilità va di moda

Pelle di origine vegetale, tessuti naturali e sintetici riciclati: ecco i materiali utilizzati per la realizzazione di borse vegane con certificazione Animal Free Fashion.

La moda è sempre più sostenibile e tantissimi i brand virtuosi che stanno adottando una politica responsabile verso il nostro Pianeta nella realizzazione di accessori e capi d’abbigliamento. Dai grandi marchi alle organizzazioni no profit, la filiera è sempre più controllata per essere certi che il prodotto finito sia conforme ai rigidi standard imposti. Nascono così le borse di origine vegana, le vegan bag realizzate con materiali innovativi animal free.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Belt Bag (@belt_bag) in data:

LEGGI ANCHE: Moda sostenibile, l’importanza dei controlli sulla filiera

Vegan bag: i materiali utilizzati

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da TOOitaly (@tooitaly) in data:

Tessuti naturali o sintetici eco-friendly, realizzati magari con fibre riciclate dalla plastica e senza prodotti chimici inquinanti, il tutto in un’ottica di economia circolare a impatto zero. È proprio grazie a questa rivoluzione, che era impensabile fino a qualche anno fa nel mondo della moda, che nascono le vegan bag: borse vegane ottenute da materiali di recupero o realizzare con tessuti particolari come bambù, viscosa vegetale, nylon riciclato oppure pelle vegetale ottenuta dalle piante di fico d’India. Il tutto è totalmente animal free, non solo cruelty free.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da woodbag (@woodbag_official) in data:

Tracolle, handbag, maxy-hobo e cartelle pochette: le tendenze della stagione ci mostrano sempre più borse di origine vegana realizzate con materiali sostenibili che coniugano stile e rispetto per l’ambiente. Adottare filati di qualità atossici e realizzati in un’ottica green, stando attenti soprattutto al quantitativo di energia consumata nella realizzazione, è la vera mission della moda sostenibile e il Made in Italy non è mai stato così protagonista.

Moda sostenibile, i brand italiani più virtuosi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Adelaide C. (@adelaidec_official) in data:

È proprio nel nostro Paese che sono nate alcune delle fibre più innovative utilizzate per realizzare capi di abbigliamento e accessori totalmente sostenibili. Come per esempio Econyl, il nylon riciclato che salva gli Oceani, oppure Repetita: il filato (ri)generato dalle bottiglie di plastica.

LEGGI ANCHE: Moda ecosostenibile: i brand più virtuosi da conoscere

Il ramo green del Made in Italy si sta imponendo con soluzioni alternative e totalmente sostenibili, non parliamo soltanto di fashion house di fama internazionale quali Gucci e Mango, ma anche di piccole maison italiane che stanno dimostrando un’attenzione verso il nostro Pianeta di rilievo. Come per esempio Luisa Cevese che con la sua collezione 11 ha unito scarti tessili industriali al poliuretano per ottenere delle meravigliose borse vegan ed eco-friendly. Non è però l’unico marchio italiano che sta facendo parlare di sé, ricordiamo anche la capsule collection Graphi-Tee di WRAD celebre per la particolarissima tecnica utilizzata per la colorazione dei propri capi. Innovativa perché praticata con con la grafite raccolta dagli scarti di lavorazioni industriali, senza neanche un componente chimico per la tintura.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Joy Italia (@joy_italia) in data:

E per quanto riguarda le vegan bag? Too Italy, Adelaide Carta, Belt Bag, Joy Italia e Wood Bad D-Design sono i brand sui quali puntare perché hanno realizzato borse artigianali di altissimo livello con certificazione Animal Free Fashion.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: