Home Moda Ecosostenibile Tessuti ecosostenibili: Econyl, il nylon riciclato che salva gli Oceani

Tessuti ecosostenibili: Econyl, il nylon riciclato che salva gli Oceani

Econyl rappresenta una nuova frontiera nell'ambito del riciclo di materie plastiche. Si tratta di un metodo tutto italiano per realizzare fibre di nylon riciclato partendo da rifiuti plastici recuperati direttamente da mari e Oceani. Ecco tutto quello che c'è da sapere!

Nel mondo della moda la ricerca di nuovi tessuti ecosostenibili sta assumendo un ruolo sempre più importante. Tra le diverse fibre ecologiche disponibili sul mercato acquista sempre più consensi l‘Econyl. Sviluppato dall’azienda italiana Aquafil, Econyl è un tessuto sintetico ricavato al 100% da materiali di riciclo. Si tratta infatti di nylon 6 proveniente da rifiuti che vengono recuperati e trattati in modo tale da dare vita ad un materiale nuovo. Econyl esibisce caratteristiche perfettamente comparabili rispetto al nylon “vergine”. Inoltre il processo Econyl permette di riciclare all’infinito il materiale senza disperderne le qualità.

Il processo Econyl

View this post on Instagram

“We believe it is vital for designers to take responsibility for the waste they produce,” says @jonathancohenstudio. “Designing with ECONYL® yarn has given me the opportunity to get creative and reinvent waste into vibrant, one-of-a-kind pieces that amalgamate the essences of nature with the Jonathan Cohen woman.” Read more: bit.ly/econyl-x-jonathancohen-AW2020 ・ ・ ・ #endlesspossibilities #econyl #recycledplastic #recycledmaterials #ecofriendlyfashion #greenfashion #ecofashion #responsiblefashion #consciousfashion #sustainablestyle #sustainableshopping #shopconsciously #shopsustainable #consciousconsumer #sustainableclothing #ecofriendlyproducts #ecofriendlyliving #plasticpollution #plasticwaste #jonathancohen #newyorkfashionweek #NYFW

A post shared by ECONYL® brand (@econylbrand) on

 

Il processo per la produzione dell’Econyl inizia con la raccolta dei rifiuti. Questa fase è di fondamentale importanza, infatti vengono utilizzati reti da pesca, scarti di tessuto, moquette e altri rifiuti. Molto spesso questi vengono recuperati dagli Oceani grazie anche all’aiuto di associazioni come Healthy Seas. Ciò contribuisce a diminuire l’inquinamento dei mari che rappresenta una delle maggiori problematiche mondiali. Le reti da pesca, che costituiscono circa il 10% dei rifiuti marini, causano ogni anno migliaia di vittime tra le specie animali, in particolare tartarughe marine che vi restano impigliate. Attualmente le operazioni di recupero vengono condotte in diversi Paesi tra cui: Turchia, Grecia, Norvegia, Canada, Messico, Stati Uniti, Cile, Egitto, Malesia, Pakistan, Tailandia e India. Si sta comunque lavorando per ampliare le collaborazioni anche ad altri Stati. Una volta recuperate, le materie plastiche vengono pulite e separate da contaminazioni di altri materiale che, qualora possibile, verranno riciclati separatamente. A questo punto il nylon viene depolimerizzato e successivamente prodotto nuovamente soprattutto in forma di fibre. Le fibre di Econyl così ottenute possiedono tutte le qualità delle fibre di nylon “classiche” e vengono utilizzate in svariati campi tra cui quello della moda, del design e dell’automotive.

SCOPRI LA NUOVA COLLEZIONE SOSTENIBILE DI GUCCI

I vantaggi del nylon riciclato

View this post on Instagram

“From sketches to reality! Must say that from the very beginning the vision was simple, not just creating another swimsuit to bring to the already crowded swimwear market… It was more about what could be done to not create anymore waste while bringing to the world a product that was functional and felt good. When we discovered ECONYL® there was no doubt that the path of endless possibilities was ours to follow and we are very glad we did!” – @almedaswimwear. Join #designersforchange and make change happen: a few instructions at the link in bio. ・ ・ ・ #endlesspossibilities #econyl #recycledplastic #recycledmaterials #sustainablematerials #reducereuserecycle #circulareconomy #ecofriendlyfashion #greenfashion #ecofashion #sustainablefashion #responsiblefashion #consciousfashion #sustainablestyle #sustainableshopping #shopconsciously #shopsustainable #ethicalshopping #consciousconsumer #sustainablebrand #sustainableclothing #ecofriendlyproducts #ecofriendlyliving #designer #reducewaste #zerowaste #changemakers #almedaswimwear

A post shared by ECONYL® brand (@econylbrand) on

Il processo Econyl, seppur simile a quello tradizionale nelle sue fasi finali, permette di evitare alcuni degli step più inquinanti del processo di produzione classico del Nylon. Infatti alla base della produzione del Nylon, e delle materie plastiche in generale, ci sono l’estrazione del petrolio e la sua trasformazione nella materia prima per la produzione del Nylon. Questi passaggi vengono eliminati nel processo Econyl poiché, partendo da materiale di riciclo e quindi già formato, le materie prime entrano direttamente nelle ultime fasi del processo produttivo. Questo rende il processo estremamente più ecologico: si stima che per 10mila tonnellate di Econyl si risparmiano circa 70mila barili di petrolio e si evita la produzione di circa 57mila tonnellate di anidride carbonica. Inoltre il potenziale di riscaldamento globale viene ridotto del 90% rispetto ai metodi di produzione classici. A questi vantaggi si aggiunge quello già citato della pulizia dei mari e degli oceani, ottenuto grazie al recupero di gran parte dei rifiuti direttamente dai fondali.

LEGGI ANCHE: