Home Casa ecologica Condizionatori ecologici ad acqua: modelli e prezzi

Condizionatori ecologici ad acqua: modelli e prezzi

Acquistare un climatizzatore ad acqua a basso consumo può essere una scelta ecologica. Si tratta di condizionatori condensati ad acqua che riducono i consumi e danno una mano all’ecosostenibilità. Scopriamo come funzionano e migliori modelli in commercio secondo gli acquirenti.

Con l’arrivo della bella stagione in tanti cercano informazioni utili per comprare condizionatori ad acqua per raffrescare la propria abitazione durante l’estate ed evitare di patire le alte temperature estive. In città, infatti, il caldo percepito nelle abitazioni esposte al sole può essere molto fastidioso. Per combattere l’afa ci può venire in aiuto proprio uno dei tanti condizionatori ecologici ad acqua che troviamo in commercio. Sono diversi i prezzi dei tanti modelli disponibili, si va dai condizionatori ad acqua senza unità esterna ossia portatili, a quelli con split e multispit.

Trovare quello che fa al proprio caso è essenziale per fare un buon acquisto e provvedere al raffrescamento della propria abitazione. Senza dimenticare di avere cura allo stesso tempo del rispetto dell’ambiente che ci circonda. D’altronde sappiamo che bastano pochi gesti durante la vita quotidiana per ridurre i consumi e per dare una mano all’ecosostenibilità. Ma cosa sono di preciso questi climatizzatori ad acqua? Qual è il loro funzionamento? Ed esistono anche condizionatori portatili ad acqua? Andiamo per ordine senza fare confusione e vediamo di capire meglio cosa sono i condizionatori raffreddati ad acqua, quali vantaggi hanno, che prezzi si trovano sul mercato e finiamo con alcune opinioni su diversi prodotti in vendita anche online.

Indietro

Condizionatori ad acqua: come funzionano

Qual è il funzionamento dei condizionatori ad acqua? Partiamo con il precisare che i tanti condizionatori che possiamo vedere installati nelle case o negli uffici non sono altro che climatizzatori. Strumenti che servono a modificare il clima interno agli ambienti in cui operano. Questi climatizzatori possono essere fissi, ossia sono degli split che vengono di solito aggangiati sulle pareti delle stanze. Questi split sono collegati con un’unità esterna che serve per espellere la condensa. Sul mercato si possono trovare anche condizionatori portatili con tubo. La loro caratteristica è che non hanno un motore esterno. Hanno invece un tubo che deve essere posto fuori da una finestra o un balcone. Ci sono poi alcuni modelli che sono provvisti di una pompa di calore ad acqua e allora possono generare anche aria calda, quindi possono essere usati anche in inverno per riscaldare gli ambienti, oltre che in estate per l’aria fredda.

Indietro