Home Turismo Sostenibile Come preparare una valigia davvero sostenibile

Come preparare una valigia davvero sostenibile

Il momento della valigia richiede sempre un po' di attenzione, se si parla di turismo sostenibile ancora di più. Ecco allora alcuni suggerimenti per preparare la perfetta valigia green da portare con noi in vacanza.

La sostenibilità non va in vacanza, ma come preparare una valigia green fatta come si deve? Una cosa è parlare di viaggi eco-friendly, un’altra metterli in pratica a partire dal bagaglio. Difatti raggiungere un agriturismo 100% green con appresso prodotti, creme, alimenti che non rispecchiano questa scelta è di per sé un controsenso. Non possiamo essere perfetti ma tentar non nuoce! Innanzitutto oltre al tipo di valigia, che se è riciclata è meglio, dobbiamo considerare la tipologia di prodotti da portare via e anche la quantità, che andrebbe ridotta al minimo necessario. Quindi pochi abiti, pochi alimenti ma buoni e sì ai prodotti ecologici!

Privilegiare prodotti ecologici 

Nella valigia di un viaggiatore consapevole non potranno mancare creme solari bio e prodotti ecologici, che andranno ovviamente selezionati con cura prima della partenza, tenendo presente quali siano effettivamente necessari a seconda della destinazione prescelta. Un sovraccarico di cose inutili è poco green!

Per esempio, se andate al mare, avrete bisogno di creme solari e prodotti per proteggere e idratare la pelle. Potrebbero tornarvi utili anche gli oli essenziali come quello di lavanda, un toccasana per chi ha paura dell’aereo, bastano alcune gocce sulle gambe per rilassarle ritrovando un po’ di sollievo. Se invece in viaggio vi capita di soffrire di nausea, ecco che a risollevarvi ci pensa l’olio essenziale di zenzero.

Anche l’igiene vuole la sua parte nella preparazione di una valigia green: scegliete shampoo e saponetta rigorosamente ecologici, l’impatto sulla natura circostante sarà ridotto al minimo. Meglio ancora se i contenitori sono a loro volta realizzati con materiali ecocompatibili e per quanto riguarda la sistemazione in valigia, non dimenticate di inserirli in sacchettini ecologici in tessuto o materiali simili.

Al mare portare costumi e prodotti sostenibili

Se andate al mare ricordatevi che ci sono numerose spiagge ecosostenibili e se avete un cane, anche spiagge libere che permettono l’accesso ai vostri amici a quattro zampe. Detto questo, per quanto riguarda la valigia, privilegiate costumi in materiali sostenibili, creme solari bio con buon INCI, oli e creme protettive per la pelle sempre eco-friendly. Un doposole ideale è l’olio di iperico, perfetto per le scottature.  Anche le borsone da mare dovrebbero essere green, realizzarle con il fai da te prima di partire è l’ideale!

SCOPRI LE NEWS DAL MONDO DELLA MODA ECOSOSTENIBILE

Portare poche cose e organizzate bene

La valigia green per il turismo sostenibile deve contenere lo stretto necessario, che si tratti di cibo, prodotti per la cura del corpo o per la pulizia, abiti e accessori. Cercate di scegliere poche cose indispensabili senza sovraccaricarla e per aiutarvi, scrivete una lista di tutto l’occorrente, eliminando quello che non serve.

Importante anche organizzarla nel modo giusto per occupare meno spazio. L’ideale è sistemare i vestiti più pesanti sul fondo e disporre sopra gli abiti più leggeri, anche per evitare di stropicciarli. Biancheria e calzini vanno riposti negli appositi scomparti e se non ci sono, potete utilizzare dei sacchettini in tessuto ecologici.

Scegliere la valigia giusta

A seconda del tipo di viaggio sostenibile che intendete fare, avrete bisogno della valigia più adatta. Per una vacanza lunga potreste pensare a un trolley o a un borsone, se la vacanza è breve può bastare un borsone di dimensioni ridotte, che occupa meno spazio dato che non è rigido. Se avete la possibilità di riciclare valigie inutilizzate da qualche amico o parente meglio ancora!

MOBILITÀ SOSTENIBILE: I MIGLIORI VEICOLI GREEN

Portare pochi alimenti ma buoni

Va bene che alla pasta è difficile rinunciare ma in una valigia sostenibile il carico di alimenti dovrebbe essere ridotto al minimo. Meglio assaporare cibi locali piuttosto che portarsi appresso peso inutile, col rischio di doverlo gettare via. Certo, dipende anche dalla destinazione ma se non avete intenzione di raggiungere un’isola deserta, troverete sicuramente prodotti locali da consumare in vacanza e con cui preparare ottimi piatti. Fra l’altro, assaporare i cibi del posto è un modo per contribuire all’economia del luogo visitato!

Non dimenticare i disinfettanti naturali

Cambiare aria fa bene alla psiche come all’organismo, che abituandosi a stili di vita diversi, si rafforza notevolmente. Ma gli eccessi, come sempre, fanno male e in alcune circostanze particolari può capitare la necessità di disinfettare sanitari, maniglie o altri oggetti. Anziché ricorrere a prodotti chimici, meglio impiegare alternative naturali come il Tea Tree Oil, olio essenziale dalle straordinarie proprietà antibatteriche. Non solo, esso è ideale anche in caso di ferite in quanto ottimo cicatrizzante.

Altrimenti potete preparare prima della partenza un disinfettante fai da te a base di alcol, utile per disinfettare le mani quando non è possibile lavarle!

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: