Home Mobilità Sostenibile I migliori scooter elettrici, i modelli da scegliere sul mercato 2020

I migliori scooter elettrici, i modelli da scegliere sul mercato 2020

Gli scooter elettrici stanno crescendo in maniera importante tanto da essere aumentati, dal 2018 ad oggi, del 51%. Ecco quali sono le loro caratteristiche, perché sceglierli per muoversi in città e quali sono i migliori sul mercato

Grazie agli ecoincentivi la mobilità sostenibile sta conoscendo una nuova frontiera. Insieme a biciclette e monopattini, infatti, anche gli scooter elettrici beneficiano degli sconti promossi dal Governo. Agili ed ecologici, lo scooter elettrico può accedere alle ZTL, usufruire di eco-incentivi statali e regionali e gode di uno scontro che può arrivare fino del 50% sul premio d’assicurazione. Inoltre questi mezzi non necessitano di manutenzioni periodiche per quanto riguarda le componenti meccaniche del motore e, se usati bene, possono contribuire ad abbattere i costi del trasporto privato. Tutti motivi più che validi per convertirsi alla causa green anche a fronte di una spesa media più elevate rispetto a quelli a benzina, ma solo al momento dell’acquisto. In virtù dei bassi costi d’esercizio, la differenza di prezzo, infatti, viene recuperata in uno o due anni. Secondo l’Associazione europea dei costruttori di motocicli, dall’inizio del 2018 la domanda di motorini elettrici è aumentata del 51%. Ma quali sono i migliori scooter elettrici attualmente sul mercato? Ecco una guida sui modelli migliori in circolazione

Indietro

Quali aspetti valutare prima di acquistare uno scooter elettrico

Una delle ragioni principali che si cela dietro la diffusione dei ciclomotori elettrici è che sono perfetti per girare in città: con un’autonomia compresa tra 50 e 150 chilometri sono l’ideale nel traffico urbano. Quindi se l’idea è quella di spostarsi in città o coprire il tragitto casa-ufficio rappresentano una delle soluzioni migliori. Cosa molto importante da valutare quando si acquista uno scooter elettrico è il tipo di batteria utilizzata. La scelta è tra batteria al piombo e batteria agli ioni di litio. La batteria al piombo è inizialmente più economica e meno sensibile al freddo, ma è anche più pesante. E ciò riduce l’autonomia. Inoltre la durata della batteria è più breve a causa del cosiddetto “effetto memoria”. Questo pericolo, invece, non esiste con le batterie al litio. Queste sono, inoltre, completamente cariche in quattro o cinque ore, quindi mediamente due o tre ore prima rispetto alle batterie al piombo. Con quelle al litio il 70% della capacità totale viene raggiunto già dopo due ore. Inoltre, le batterie supplementari offrono una maggiore autonomia e sono disponibili solo per modelli con batteria agli ioni di litio. In linea generale meglio diffidare degli scooter elettrici che costano davvero poco.

Indietro