Home Mobilità Sostenibile I migliori monopattini elettrici 2020, la guida all'acquisto e le regole da rispettare

I migliori monopattini elettrici 2020, la guida all’acquisto e le regole da rispettare

L'avvento dei monopattini elettrici nel panorama della mobilità sostenibile è piuttosto recente: ecco come si guidano, i limiti e le regole che devono rispettare e quali sono i migliori modelli da acquistare grazie al bonus mobilità

Il Decreto Rilancio, con l’istituzione degli ecoincentivi per la mobilità sostenibile, ha riacceso la luce dei riflettori sui mezzi green come biciclette e monopattini elettrici. Una ventata d’aria fresca per la propulsione alternativa che, grazie alla misura del Governo, punta a diventare l’alternativa principale alle auto nell’ambito cittadino. Con il trasporto pubblico costretto ad offrire servizio ridotto per via delle regole sul distanziamento sociale, il monopattino elettrico sembra essere diventato, insieme alle bici elettriche, il mezzo di trasporto preferito dagli italiani che, beneficiando del bonus mobilità che offre uno sconto del 60% sul prezzo d’acquisto – per un valore massimo del bonus pari a 500 euro -, stanno puntando su questo tipo di veicolo per muoversi nel trafficato ambiente urbano. Ecco una rapida guida sui migliori monopattini elettrici sul mercato 2020, le regole alle quali sono soggetti e qualche dritta su come scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze.

Regole e limiti per la circolazione

Foto Shutterstock | di Alan and Tomasz

L’avvento dei monopattini elettrici e non nelle città italiane è piuttosto recente. Tanto che solo negli ultimi mesi il Governo li ha equiparati alle biciclette aggiungendoli, di fatto, al grande mondo della micromobilità. Dal 1° gennaio 2020, infatti, esiste una legge sui monopattini elettrici che stabilisce regole e limiti per l’utilizzo in città:tra gli obblighi da rispettare c’è quello relativo alla potenza nominale del motore che non deve superare i 0,50 Kw di potenza così come quello che impone l’obbligo di un segnalatore acustico per la circolazione consentita da mezzora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell’oscurità e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano l’illuminazione, anche con luce e catadiottri. Limiti, poi, anche per quanto riguarda l’età, 14 anni, dalla quale si potranno guidare con l’utilizzo del casco obbligatorio fino ai 18. I monopattini elettrici potranno circolare solo su strade urbane con velocità massima a 50 km/h o su strade extraurbane ma solo a patto che siano presenti delle piste ciclabili.

Vietato il trasporto di persone e di oggetti. Entrambe le mani dovranno rimanere ben salde sul manubrio salvo in caso di indicazione delle svolte. In ogni caso, per poter essere utilizzati su aree pedonali, tutti i dispositivi devono essere dotati di regolatore di velocità, non potranno superare i 25 km/h e non possono essere dotati di posto a sedere per l’utilizzatore essendo destinati ad essere usati con postura in piedi. Obbligatorio, poi, l’uso del giubbotto ad alta visibilità da indossare alla sera con le luci che dovranno essere accese. Per tutti coloro che saranno sorpresi a non rispettare le regole vigenti ci saranno multe, in alcuni casi anche salate. Tutti i monopattini elettrici omologati non avranno problemi, ma chi verrà sorpreso ad infrangere le regole sarà soggetto a una sanzione da un minimo di 50 a un massimo di 400 euro a seconda del caso. Nelle situazioni più gravi è prevista anche la confisca del mezzo mentre qualora si venisse sorpresi alla guida di un mezzo che non rispetta le norme dal punto di vista tecnico, le multe saranno ancora più alte con la sanzioni minime pari a 200 euro e quella massima che può arrivare fino a 800 euro con tanto di confisca del mezzo.

Come si guidano i monopattini elettrici

Guidare un monopattino elettrico risulta piuttosto semplice, ma richiede comunque un minio di accortezza. Innanzitutto è bene sapere che si guida con il corpo affidando al conducente la difficoltà di tenere la stabilità del mezzo, non proprio ottimale viste le ruote molto piccole. Nonostante questo, però, i monopattini elettrici sono piuttosto facili da pilotare e, dopo un minimo di pratica, diventa quasi automatico. Basta, infatti, premere il tasto di accensione, spingere con il piede per far entrare in funzione il motore elettrico e a quel punto accelerare con la leva sul manubrio. Il consiglio è quello di fare un po’ di allenamento con i monopattini in sharing. Altro consiglio utile è quello di non puntare subito su un modello nuovi, ma di guardare prima ai monopattini elettrici usati che permettono di “rischiare” qualche caduta senza conseguenze evitando così di rovinare subito l’investimento fatto.

Monopattini elettrici, come funziona il bonus per l’acquisto

Due ragazzi sui loro monopattini elettrici
Foto Shutterstock | di PointImages

Il bonus mobilità, previsto dal Decreto Rilancio, ha deciso di destinare fino a un massimo di 500 euro a chi deciderà di acquistare un mezzo non inquinante per spostarsi all’interno delle aree cittadine. La somma totale è di 120 milioni di euro, messi a disposizione nel 2020 per l’acquisto di monopattini elettrici, segway, hoverboard e simili. Previsto uno sconto pari al 60% della spesa sostenuta, fino a 500 euro e sino all’esaurimento delle somme stanziate. Per ottenere il bonus esistono dei requisiti da soddisfare. Tra questi essere maggiorenni, avere la residenza nei capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50.000 abitanti, nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).

L’ecoincentivo può essere richiesto una sola volta e, ovviamente, solo per uno dei mezzi menzionati nel provvedimento. Il sistema si baserà sull’emissione di voucher attraverso un portale dedicato con accesso a un effettivo buono sconto, il cui valore potrà essere recuperato dall’esercente. Il buono potrà poi essere fruito utilizzando una specifica applicazione web e che sarà accessibile, anche dal sito istituzionale del ministero dell’Ambiente, entro sessanta giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale attuativo del Programma buono mobilità. Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

I migliori monopattini elettrici sul mercato

Essendo un settore relativamente nuovo, non è semplice – per gli acquirenti – individuare i migliori monopattini elettrici sul mercato. Sono diverse, infatti, le case che sono già presenti in questa nicchia. Da evitare i monopattini elettrici economici o supereconomici che, a fronte di una spesa minima stabilita in circa 100/150 euro, non garantiscono – nella maggior parte dei casi – quella qualità necessaria. Sfruttando il bonus, quindi, meglio puntare su un mezzo di fascia più alta che garantisce prestazioni migliori sotto ogni punto di vista. Tra le marche più importanti c’è da segnalare la Xiaomi, tra le prime a lanciare un mezzo che abbinasse design, prestazioni e un buon prezzo. Tra i modelli consigliati quello che sembra essere la soluzione migliore in ambito cittadino è lo Xiaomi Mi Electric Scooter che pesa 12,7 kg, raggiunge la velocità di 25 km/h e ha un’autonomia di circa 45 km per una prezzo di 500 euro. L’altro modello che può rientrare senza dubbio nei migliori monopattini elettrici sul mercato è il Ninebot ES2 by Segway, equipaggiato con una batteria al litio che permette di raggiungere una velocità massima di 25 km/h per un’autonomia di 25 km per un prezzo di 410 euro.