Home Bicicletta Le migliori bici elettriche del 2020: la guida all'acquisto

Le migliori bici elettriche del 2020: la guida all’acquisto

Le biciclette elettriche beneficiano degli ecoincentivi e rappresentano il mezzo ideale per rilanciare la mobilità sostenibile: ecco le loro caratteristiche e i migliori modelli in commercio

Il Decreto Rilancio ha dato il via libera agli incentivi per l’acquisto di biciclette elettriche e monopattini. L’intenzione è quella di far sviluppare la mobilità sostenibile all’interno delle città italiane tanto che anche il Codice della Strada, attraverso due novità come pista ciclabile e casa avanzata, si sta adeguando ai tempi. La febbre per le bici elettriche è ormai scoppiata, ma nel variegato mondo delle due ruote ne esistono di ogni tipo e adatte ad ogni scopo. Dalla bici elettrica pieghevole a quella gonfiabile, passando per diverse varianti che possono essere utilizzate nei modi più disparati. Ecco una guida alle migliori biciclette elettriche sul mercato con qualche utile consiglio per scegliere il modello più adatto all’uso che si intende farne, i prezzi e i modelli.

Più facile acquistare una bicicletta elettrica con gli incentivi

Una spinta importante alla diffusione delle bici elettriche sul territorio italiano, e quindi anche allo sviluppo della mobilità sostenibile, arriva sicuramente dagli incentivi previsti dal Governo. Grazie a questi, infatti, basta acquistare una bicicletta per avere lo sconto del 60% sul prezzo del mezzo elettrico acquistato, per un valore massimo di 500 euro. Un risparmio importante che ha già fatto schizzare le vendite presso i negozi specializzati e che rende più appetibili questo tipo di mezzi troppo spesso messi nel dimenticatoio.

Dal 2021, poi, si avrà un altro tipo di bonus. Rottamando dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 la propria auto dalla classe Euro 3 in giù o un motociclo omologato fino alla classe Euro 2 ed Euro 3, purché a due tempi, si avrà un bonus pari a 1.500 euro per ogni autovettura e 500 euro per ogni motociclo. La cifra ottenuta dal bonus potrà essere spesa per l’acquisto nei tre anni successivi per abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale, di biciclette anche a pedalata assistita e di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica.

Bici elettriche, le caratteristiche più importanti

Un uomo guida una bici elettrica
Foto Shutterstock ! di Halfpoint

Scegliere la bici elettrica più adatta può non essere un’operazione semplice. Tra le prime caratteristiche delle migliori bici elettriche da osservare c’è senza dubbio il tipo di motore e la posizione nel quale è stato installato. Questo, infatti, può trovarsi nel mozzo della ruota anteriore, in quello della ruota posteriore o al centro, in corrispondenza dei pedali. La soluzione meno consigliata è la prima perché la ruota, in condizioni atmosferiche particolari, la ruota potrebbe slittare perché priva del carico del conducente, che grava sul posteriore mentre le altre due possibilità sono pressoché equivalenti. Solitamente basta un motore da 40 Nm per districarsi in maniera egregia in città e con il limite fissato a 25km/h sarebbe difficile sfruttare a pieno potenze superiori.

Molto importante, poi, anche la batteria. Le più comuni sono le batterie da 250 a 600 Wh, che consentono un’autonomia fra i 30-50 e i 70-90 chilometri con una carica completa, ma se possibile sempre meglio scegliere una batteria rimovibile in modo da poterla ricaricare in ufficio oppure una volta arrivati a casa. Infine è bene non trascurare freni e trasmissione. I primi sono fondamentali ed è bene che il mezzo ne sia dotato su entrambe le ruote, possibilmente a disco; la spesa sarà maggiore, ma anche la resa in termini di sicurezza. Per la trasmissione, invece, è importante capirne l’uso che si intende farne. Se prevalentemente cittadino è inutile puntare su gruppi trasmissione di alta o altissima gamma.

Le migliori bici elettriche sul mercato

Foto Shutterstock | di Kleber Cordeiro

Le migliori biciclette elettriche o a pedalata assistita, però, non sono di un solo tipo e la scelta, quasi sempre, dipende dall’uso che si intende farne. Se, ad esempio, la tratta più battuta è quella del tragitto casa-lavoro in un ambiente prevalentemente cittadino è consigliabile scegliere una bici elettrica da città mentre se si vuole puntare sulla comodità e sulla facilità di trasporto sarebbe meglio puntare su una bici elettrica pieghevole. Altri ancora, invece, amano la natura e se ne servono per lunghe passeggiate nei boschi: in quel caso la soluzione ideale è una mountain bike elettrica.

Le bici elettriche da città

Questo tipo di biciclette elettriche rappresentano la soluzione ideale per chi si sposta in ambito prettamente urbano e, proprio per questo, sono quelle che vanno per la maggiore. Agilità e maneggevolezza sono i loro punti forti e, se associate a un motore moderno, possono rappresentare una valida alternativa anche agli scooter per destreggiarsi nel traffico percorrendo spostamenti di media distanza. Per farlo bisogna puntare su buoni freni, cambio e ruote, senza tralasciare la seduta che deve essere il più possibile confortevole. Nella maggior parte dei casi sono dotate di cambi a mozzo per minimizzare la manutenzione richiesta.

Bici elettriche pieghevoli per il minimo ingombro

Una variante importante, nel vasto mondo delle due ruote, è rappresentato dalle bici elettriche pieghevoli. Grazie a questa caratteristica, infatti, il mezzo di trasporto utilizzato per arrivare alla meta si trasforma in un bagaglio compatto da trasportare senza troppe difficoltà. Il vantaggio è fin troppo evidente. In questo modo, infatti, possono essere caricate in auto, in treno o sull’autobus, o portate in ufficio per non essere lasciate in strada. Tra gli svantaggi, invece, ci sono quelli legati alle ruote più piccole rispetto a quelle tradizionali e al fatto di essere meno robuste proprio per la natura del loro impiego.

Mountain bike elettriche per chi ama la natura

Se, invece, l’idea è quella di utilizzare la bici elettrica per lunghe scampagnate, magari in mezzo alla natura incontaminata, la soluzione ideale è quella di volgere lo sguardo verso una mountain bike elettrica. Perfetta per gli amanti dell’offroad, esiste in due diverse declinazioni, ossia Hardtail e Full suspension. La prima è la classica mountain bike, ma con un propulsore elettrico associato e una parte anteriore ammortizzata e una posteriore non ammortizzata. La seconda, invece, presenta una doppia sospensione con ammortizzatori sia all’anteriore che al posteriore regolabili garantendo così il massimo della trazione su entrambe le ruote.

Modelli e prezzi, quali sono le migliori biciclette elettriche online

Il mondo delle migliori biciclette elettriche è piuttosto variegato e individuare dei modelli specifici non è mai semplice. Tanta differenza la fa, in questo caso, l’utilizzo che se ne vuole fare. Tra quelle disponibili sul mercato, alcune tra le più cercate sono le biciclette elettriche Atala; uno dei modelli migliori è l’E-Bike Cute Evo SL Man Gamma 2020 che riesce a coniugare economicità e prestazioni. Se, invece, si vuole puntare su un modello offroad, che regala emozioni forti ed avventure estreme grazie alle sue caratteristiche, si può puntare su una fat bike. Per chi, invece, vuole spendere cifre ancora minori è bene volgere lo sguardo alle biciclette elettriche usate: spesso e volentieri, infatti, si possono acquistare delle vere e proprie occasioni.