Piante grasse a casa: gli errori da non commettere

Piante grasse tavolo (Pixabay)
Piante grasse tavolo (Pixabay)

Gli sbagli possono essere commessi per mancanza di attenzione o di abilità. Se avete piante grasse in casa, ci sono alcuni errori da non commettere 

 

Avere piante nelle nostre abitazioni rende l’ambiente più armonioso e ci trasmettono gioia e serenità. Purtroppo però non tutti hanno il pollice verde, non sapendo come comportarsi in determinate situazioni. Anche la poca attenzione o informazione potrebbe portare a seri danni alle piante. Per questo scegliamo di prendere piante grasse magari pensando che abbiano bisogno di meno attenzioni. Ma non è così!

I maggiori problemi posso essere legati all’eccessiva o scarsa somministrazione di acqua, all’esposizione troppo persistente alla luce solare e alle temperature alle quali vengono tenute. Quindi per tenere le piante grasse in casa, ci sono alcuni errori da non commettere.

Errori da non commettere se abbiamo piante grasse in casa

Pianta grassa (Pixabay)
Pianta grassa (Pixabay)

Alcuni sbagli potrebbero costare la vita alla nostra pianta. Prestare attenzione e seguire semplici e facili accorgimenti, potrebbero rendere migliore la loro situazione. Ci sono ad esempio degli errori da non commettere assolutamente, se abbiamo piante grasse in casa.

Leggi anche: Piante grasse da appartamento: le più belle e facili da curare per dare un tocco green alla propria casa

Iniziamo con il prestare molta attenzione alla temperatura alla quale la nostra pianta vive. In natura le piante grasse non sono abituate a dover sopravvivere alle rigide temperature, per questo non hanno sviluppato nessuna protezione. Il freddo è una causa molto frequente nella perdita delle piante. Se esposte a basse temperature, non sapranno come comportarsi e arriveranno alla morte.

I sintomi che si potrebbero manifestare sono delle lesioni che dall’apice si diffondono. Se non è troppo tardi per la salute della pianta e si interviene repentinamente, potrebbero restare solo delle cicatrici, non belle esteticamente, ma la vostra pianta sarà salva.

Leggi anche: Piante grasse da esterno resistenti al freddo e con fiori: quali scegliere per il giardino o il terrazzo

Un altro errore che viene spesso commesso riguarda la somministrazione dell’acqua. O ne viene data troppa o poca. Nel caso in cui ne somministriamo meno di quanto la pianta ne abbia bisogno, la vedremo raggrinzire, marcendo piano piano. Anche se piante grasse, non significa che possano vivere senza acqua. Nel caso in cui la pianta non abbia ricevuto acqua da tempo, basterà rimuove le parti danneggiate e fornire la giusta quantità della quale necessitano.

Caso contrario, si verifica quando innaffiamo troppo. I tessuti della pianta diventano molli e flaccidi, poi compariranno macchie provocate dai funghi. Inoltre se diamo molta acqua alle nostre piante in inverno, sarà ancora più rischioso perché sono nel periodo del riposo vegetativo. Non da meno il periodo estivo nel quale comunque le piante non saranno in grado di assorbire tutta quell’acqua.

Bisognerà quindi controllare se la terra sia troppo soffice, in questo caso non andrà bene. Non deve neanche essere presente i ristagno nel sottovaso. Infine sarebbe utile controllare le specifiche della pianta che abbiamo in casa, così da accertarci con esattezza le giuste quantità di acqua delle quali necessita.

Leggi anche: 8 piante che depurano l’aria di casa

Un ultimo, ma non meno importante errore, è la troppa esposizione alla luce solare. Infatti nel caso in cui bagniamo la pianta nelle ore più calde ed è esposta direttamente ai raggi, le gocce attireranno tutta la luce in un unico punto, provocando l’ustione dei tessuti. Se la vostra pianta presenterà delle macchiette, basterà smettere di innaffiarla ma dare acqua al terreno, e non farlo più nelle ore sbagliate ma procedere quando nella giornata le temperature saranno più fresche.