Home Fitoterapia Piante da ufficio: quali scegliere per migliorare l'ambiente

Piante da ufficio: quali scegliere per migliorare l’ambiente

Esistono delle piante che purificano gli ambienti perché capaci di filtrare le sostanze nocive nell'aria. Scopriamo quali sono le più adatte fra queste da mettere sulla nostra scrivania in ufficio.

Le piante vengono spesso utilizzate per abbellire tutti gli ambienti di casa, ma sono perfette (anche) da mettere in ufficio per purificare e rende salubre l’aria, decorando al tempo stesso la scrivania in modo green.

La presenza di “verde”, infatti, migliora la produttività e l’ossigenazione, apportando benefici al fisico e alla psiche. Dalle piante grasse agli esemplari da interno, dunque, sono tantissime le soluzioni per chi vuole ravvivare e ottimizzare l’ambiente lavorativo puntando sulle piante.

SCOPRI 10 PIANTE CHE NON HANNO BISOGNO DI LUCE

Piante da ufficio: non sono tutte uguali

Le piante non sono tutte uguali: proprio per questo è importante scegliere quelle giuste in base alle proprie esigenze. C’è chi ha il pollice verde e chi preferisce delle varietà che richiedono poca manutenzione, così come c’è chi sente forte il richiamo della natura e chi è particolarmente attento alla cromoterapia e al colore dei fiori.

Un ambiente lavorativo è differente da uno spazio domestico, così come un ufficio individuale ha dimensioni minori rispetto ad un open space. Un altro aspetto da non sottovalutare, inoltre, è il fatto che le piante producono ossigeno e che molte hanno addirittura spiccate capacità di purificare l’aria, filtrando le sostanze nocive.

SCOPRI QUALI SONO LE PIANTE CHE FANNO LAVORARE MEGLIO

Piante da scrivania: via libera a quelle grasse

Le piante grasse sono perfette da tenere sulla scrivania: tendenzialmente non sono particolarmente ingombranti e non richiedono particolare manutenzione. Vanno innaffiate saltuariamente, necessitano di un’esposizione moderata alla luce solare e soffrono solo in presenza di temperature troppo basse.

L’Aloe, ad esempio, è molto semplice da curare, ha proprietà fitoterapiche ed è indicata per sanificare l’ambiente. La Pilea Peperomioides (o pianta delle monete), invece, è un sempreverde che arriva dalla Cina. Ha foglie circolari, un’altezza contenuta ed è una soluzione “scenografica” per chi vuole (anche) un tocco di colore.

I Cactus richiedono una manutenzione inferiore rispetto ad altre piante, sono particolarmente economici e facili da reperire sul mercato. Inoltre, si ritiene che possano contribuire a mitigare gli effetti nocivi delle radiazioni dannose emesse da pc e dispositivi elettronici (al pari di un’altra pianta da scrivania, l’Areca).

SCOPRI COME COLTIVARE L’ALOE IN VASO

Piante da ufficio: il “verde” che migliora la qualità dell’ambiente

Il Ficus Benjamin è una pianta tropicale verde brillante, ideale per colorare l’ufficio portando freschezza. Per crescere rigogliosa e vivere a lungo, però, ha bisogno di molta luce indiretta e di terriccio umido. Lo Spathiphyllum è una varietà da interni particolarmente indicata per depurare l’aria dalle tossine nocive. Ha dei fiori di un colore delicato e necessita di essere innaffiata 2-3 volte a settimana.

La Sansevieria (nota anche come lingua di suocera) presenta delle foglie lunghe e appuntite ed è ottima per ossigenare anche ambienti abbastanza spaziosi. Può essere tenuta all’ombra, purché lontana dalle correnti d’aria. Il Filodendro, invece, è una pianta rampicante indicata per filtrare l’anidride carbonica in eccesso presente nell’aria.

La Dracena (o tronchetto della felicità), infine, è decorativa e non richiede particolare manutenzione. Molto diffusa negli ambienti lavorativi, purifica l’aria espellendo naturalmente varie sostanze nocive come il benzene.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: