Home Moda Ecosostenibile Capi e accessori sostenibili? Chiedilo a Good On You, l'app che assegna i voti

Capi e accessori sostenibili? Chiedilo a Good On You, l’app che assegna i voti

Possiamo fare affidamento su quello che leggiamo sulle etichette o sugli slogan con i quali i brand fanno marketing? Dare una risposta univoca è molto difficile. L'app Good On You esamina marchi nazionali e internazionali per capire cosa davvero fanno in termini di sostenibilità.

Districarsi nel mondo della sostenibilità è cosa assai difficile. Troviamo un capo che ci piace e intendiamo acquistarlo. Poi, si accende una lampadina e una domanda inizia a pulsare: “sarà davvero sostenibile?”. Tra quella che ormai possiamo definire “moda” della sostenibilità e forti proclami che celano pietosi greenwashing, non c’è da stare tranquilli. L’app Good On You fa il lavoro per noi, offrendo un rating di sostenibilità ai marchi analizzati a livello mondiale. In pratica, si interroga l’oracolo Good On You per capire se aprire o meno il portafoglio.

Come funziona l’app

app good on you home page
Foto Good On You | App Good On You home page

Iniziare ad usare l’app è davvero facile. In home page si presenta Emma Watson, e non è un caso che lei sia stata scelta come testimonial. L’attrice prodigio è anche un’attivista impegnata in molte cause umanitarie, dalla sostenibilità alla parità di genere.

La prima funzione che l’app mette a disposizione è la ricerca di un marchio o di una categoria. Navigare è intuitivo e immediato. Proviamoci subito. Siete alla ricerca di una borsa sostenibile. Impostate i filtri della vostra ricerca, per esempio il paese, o il costo, e l’app vi propone una serie di brand tra cui scegliere e a cui assegna un rating, praticamente un voto.

Promosso o bocciato? Good On You assegna i voti

donna con vestito da sposa sostenibile
Foto Good On You

Per ogni marchio esaminato l’app Good On You assegna un rating che va da 1 a 5. Più alto è il valore numerico assegnato, maggiore è il livello di sostenibilità di cui si può fregiare il brand. Si va dal valore più alto “Great!” che corrisponde a 5, a “We Avoid” che spunta solo 1. In mezzo troviamo la pacca d’incoraggiamento “It’s a start” che riceve come valore 3, e un buon “Good” che si colloca più in alto con un 4. Il 2 si ferma solo a “Not good enough“.

La scheda che accompagna ogni rating è parecchio dettagliata, spiega il voto assegnato facendo una media delle tre categorie esaminate che sono “Labour”, qualità del lavoro, “Environment”, attenzione all’ambiente, e “Animal” utilizzo di materiali e tecniche di produzione che compromettono la salute degli animali.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

I preziosi suggerimenti e gli sconti di Good On You

Schermate app Good on you
Foto Good On You

Se un brand riceve dal 3 in su, l’app Good On You agevola il cliente rimandandolo con link diretto al sito del brand o alle piattaforme su cui è venduto, o informandolo sui punti vendita a lui più vicini. Chi naviga Good On You è mediamente una persona che si informa attivamente, e dunque l’app gli permette anche di lasciare un commento o una recensione sul marchio.

In aggiunta alla parte di ricerca, si offrono anche sconti riservati da alcuni marchi a chi naviga sulla piattaforma e preziosi tips, articoli e suggerimenti sulla moda sostenibile. Dietro Good On You c’è un team scrupoloso di esaminatori che scrutano il brand partendo dai materiali disponibili in rete, non chiedono informazioni al marchio stesso. Tutti infatti devono essere in grado di raccogliere le informazioni che i brand mettono a disposizione in un’ottica di trasparenza di procedure, standard e metodi.