Home Mobilità Sostenibile Bluexperience, c'è un nuovo salone sulla mobilità sostenibile

Bluexperience, c’è un nuovo salone sulla mobilità sostenibile

In programma a settembre alla Mostra d'Oltremare di Napoli, si svolgerà dal 10 al 12 settembre proponendo le novità ecologiche dell’automotive

Si chiama Bluexperience il primo salone del centro-sud Italia dedicato alla mobilità sostenibile e si svolgerà a Napoli dal 10 al 12 settembre prossimi. La prima edizione della kermesse dedicherà una vasta esposizione per conoscere tutte le novità del settore automotive, auto elettriche e ibride, scooter e moto. Oltre i veicoli della mobilità leggera e ultimo miglio, come bici elettriche, monopattini, hoverboard, skateboard, segway, monowheel, i servizi di sharing mobility, noleggio, sistemi di ricarica e tanto altro ancora.

Oltre a visitare gli stand espositivi, si potrà partecipare a numerosi convegni e workshop, provare le ultime novità nelle aree test drive e apprezzare i vantaggi dei nuovi veicoli in termini di sostenibilità ambientale e risparmio economico. Bluexperience punterà a far conoscere tutti i vantaggi della mobilità elettrica e permetterà di avere tante risposte alle  incertezze degli utenti.

La manifestazione, patrocinata dall’Associazione nazionale filiera industria automobilistica, è organizzata dalla società Action Events e si articolerà negli spazi del quartiere fieristico della Mostra d’Oltremare.

Bluexperience, ci saranno tre aree distinte

Per rendere più facile muoversi all’interno dell’esposizione, gli organizzatori hanno suddiviso gli spazi in tre distinte aree. Un padiglione ospiterà i brand automobilistici, produttori di auto a motore elettrico, ibridi, a motore micro, mild hybrid, full e plug-in, con i diversi tipi di alimentazione.

Una seconda zona sarà dedicata alle due ruote elettriche, segmento in forte crescita sul nostro mercato, con i più recenti modelli di veicoli leggeri per la città, dalle bici elettriche ai monopattini ma anche hoverboard, skateboard, segway e monowheel.

Leggi anche: Come la mobilità sostenibile rivoluziona il Codice della Strada

La terza area accoglierà le ultime novità dell’aftermarket, le società di servizi per le infrastrutture automobilistiche, il car sharing, i ricambi e l’assistenza post vendita.

Spazio poi agli approfondimenti sugli aspetti ambientali, tecnologici, assicurativi e sulle agevolazioni finanziarie, con convegni a cura del comitato scientifico presieduto dal professor Armando Cartenì con il coinvolgimento di prestigiose università campane dalla Federico II, alla Luigi Vanvitelli, passaando per l’università degli studi di Salerno fino a quella del Sannio.

Leggi anche: Economia circolare nel mondo auto, così la mobilità diventa sostenibile