Soya e deforestazione: in arrivo una maggiore attenzione ambientale

Soya e deforestazione: in arrivo una maggiore attenzione ambientale

Sul sito del WWF internazionale leggiamo che di recente alcuni rappresentanti dell’industria della coltivazione estensiva della soia, hanno deciso di intraprendere una strada più attenta alle risorse ambientali

da in Agricoltura Integrata, Deforestazione, Gas serra, Inquinamento Ambientale, Sostenibilità Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    Sul sito del WWF internazionale leggiamo che di recente alcuni rappresentanti dell’industria della coltivazione estensiva della soia, hanno deciso di intraprendere una strada più attenta alle risorse ambientali.

    La coltivazione della soia è responsabile in molte aree del Sud America dei fenomeni, tra loro strettamente interconnessi, della deforestazione selvaggia, della perdita di habitat naturali e dello spodestamento degli indigeni dai loro territori. Dalla recente tavola rotonda dei rappresentanti dell’industria di questo prodotto sono emerse alcune volontà interessanti.

    Ad esempio, sono state prescritte proibizioni per le zone ad alto valore ecologico, come le foreste e le savane, la riduzione dell’uso dei pesticidi e delle emissioni di gas serra.

    Questo risultato è figlio di un lungo dialogo intrapreso da WWF, varie ONG, i contadini e gli industriali della soia che, nel programma di incremento della produzione, hanno previsto anche alcuni obblighi per i produttori, quali l’osservanza delle leggi, il mantenimento di soddisfacenti condizioni di lavoro attraverso il riconoscimento delle giuste paghe ai lavoratori, il dialogo con le comunità locali, le “buone” pratiche agricole atte a prevenire l’inquinamento, lo sfruttamento delle risorse idriche, l’erosione del suolo.

    223

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Agricoltura IntegrataDeforestazioneGas serraInquinamento AmbientaleSostenibilità Ambientale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI