Biodiversità: Eto’o amico dell’ambiente

Biodiversità: Eto’o amico dell’ambiente
  • Commenti (2)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Samuel Eto’o, oltre ad essere un fenomeno del calcio, è anche fenomeno d’umanità. Infatti, a poco tempo di distanza dall’inizio della Coppa d’Africa, il camerunense ha dato il suo impegno per la salvaguardia naturale e delle specie animali a rischio estinzione. Come molti sanno, il giocatore interista è già ambasciatore Unicef, oltre che essere testimonial della campagna ecosostenibilePlay for the life” (ovvero, “gioca per la vita“) promossa da Puma e Unep e che verrà messa in evidenza durante la Coppa d’Africa.

L’appuntamento con il fischio d’inizio della manifestazione calcistica, che si terrà in Angola, sarà per domani 10 gennaio 2010. Prima di questo Eto’o, insieme ad altri volti noti del calcio internazionale, ha partecipato al lancio della partnership tra Puma e Unep, nella capitale kenyana Nairobi. Un buon inizio di anno per l’ambiente, questo, e proprio il 2010 è stato decretato l’anno della biodiversità dall’Unione Mondiale per la conservazione della natura. Speriamo sia di buon auspicio!

211

Vedi anche:

L'uomo e la distruzione dell'ambiente in un video

La Terra prima dell'arrivo del'uomo aveva un certo equilibrio. Dalla sua comparsa l'uomo ha iniziato a sfruttare le risorse naturali senza nessun rispetto per quell'equilibrio naturale. Il mondo è diventato un cimitero. Sulle note di "In the Hall of the Mountain King" di Edvard Grieg questo video osserva la distruzione del nostro bellissimo pianeta per colpa delle scelte scellerate dell'essere umano. La clip è stata prodotta da Steve Cutts.

FacebookTwitter

Fonte | Affari Italiani

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 09/01/2010 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Eco della Terra 9 gennaio 2010 11:44

Una buona notizia ogni tanto dal mondo del calcio…anche se:

1-cosa fa personalmente Eto’o per salvaguardare l’ambiente, oltre a fare l’ambasciatore?
2-cosa fa il mondo del calcio in generale?

Le scelte personali sono molto importanti, a cominciare dai consumi.

Rispondi Segnala abuso
Marzia Giupponi
Marzia.giupponi 10 gennaio 2010 13:43

Eco della Terra, ti ringrazio per il commento. Il mondo del calcio non fa mai abbastanza, è vero, ma non escludiamo niente a priori per il futuro.

Nel frattempo, ti invito a leggere questo nostro articolo trattato qualche giorno fa: http://www.ecoo.it/articolo/ambiente-i-club-calcistici-piu-green/1321/

Rispondi Segnala abuso
Seguici