Auto: dal CNR il climatizzatore ecosostenibile

Auto: dal CNR il climatizzatore ecosostenibile

Un nuovo climatizzatore per auto messo a punto dal CNR di Messina sarà in grado di far inquinare di meno poiché per funzionare utilizza vapore acqueo al posto del freon

da in Auto Ecologiche, Effetto Serra, Emissioni, Gas serra, Inquinamento Atmosferico, Monitoraggio ambientale
Ultimo aggiornamento:

    E se dalla prossima estate si potesse utilizzare un climatizzatore ecocompatibile? Il gruppo di ricerca del Centro Itae, Tecnologie Avanzate per l’Energia, del CNR di Messina ha studiato e sviluppato un nuovo sistema di raffreddamento per auto.

    Al posto del freon viene utilizzato il vapore acqueo generato dal calore in eccesso. Il fatto di utilizzare vapore acqueo, che altro non è se non acqua allo stato gassoso, rappresenta un vantaggio notevole come sistema refrigerante poiché comporta di non dover utilizzare il freon, che per l’appunto è uno dei gas nocivi responsabili dell’effetto serra. Il progetto messo a punto è un climatizzatore ad assorbimento che viene alimentato dal calore del circuito di raffreddamento del veicolo: non ha bisogno di carburante in più per funzionare. Questo si traduce in minori consumi ed automaticamente in minori quantità di emissioni gassose nell’atmosfera.

    I climatizzatori tradizionali hanno bisogno di un consumo di carburante in più pari al 2-4% per poter funzionare in maniera efficiente.

    Inutile sottolineare che questo sistema aumenta l’emissione di anidride carbonica nell’atmosfera. Alcuni studi stimano che ogni anno, nella sola Europa, i climatizzatori delle auto siano i principali responsabili dell’emissione di almeno 10 tonnellate di gas serra. Interessante è notare che il nuovo climatizzatore è in grado di funzionare anche a motore spento grazie ad un bruciatore che sviluppa una fonte di calore ausiliaria. I ricercatori dell’Itae ritengono che questo nuovo sistema consentirà di non liberare ogni anno nell’ambiente dalle 750 alle 2.500 tonnellate di freon.

    279

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto EcologicheEffetto SerraEmissioniGas serraInquinamento AtmosfericoMonitoraggio ambientale
    PIÙ POPOLARI