Incentivi fotovoltaico: la riduzione italiana sarà graduale

Incentivi fotovoltaico
Il Ministro per l’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha voluto pronunciarsi in maniera piuttosto chiara su quale possa essere il futuro degli incentivi sul fotovoltaico nella Penisola. Il Ministro ha infatti dichiarato che gli incentivi per le energie rinnovabili rimarranno in vigore fino a quando sarà ritenuto necessario, e che un loro abbandono sarà comunque graduale nel tempo.

Parlando durante un evento tenutosi a Brindisi, il Ministro ha affermato come sia ovvio che gli incentivi, a lungo andare, andranno a diminuire. La contrazione degli eco-incentivi non sarà tuttavia drastica, ma programmata mediante una flessione lenta nei prossimi anni.
 
La Prestigiacomo si è poi pronunciata sul ritorno allo sfruttamento dell’energia nucleare, affermando che la Penisola necessita non solo delle fonti di energia rinnovabile come il solare e l’eolico, bensì anche delle centrali di produzione di energia nucleare.
 
Infine, il Ministro ha rigettato l’idea di pianificare alcun limite quantitativo sul singolo impianto beneficiario di un potenziale incentivo.
 
Secondo i dati dell’Authority competente, gli incentivi per le energie rinnovabili avranno un costo pari a 5,7 miliardi di euro per il solo anno in corso.

0 thoughts on “Incentivi fotovoltaico: la riduzione italiana sarà graduale

  1. grazie sig.ministro ritengo la sua scelta ottima,al fine di produrre energia alternattiva,meno inquinamento,meno importazione di petrolio=uguale salute,spesa,e.dipendenza,da paesi produttori di petrolio ,meno,ricatti. continui la sua azione in merito sta lavorando ottimamente,buon lavoro

  2. Fosse vero…ogni anno si minaccia la retroattivita’ nelle riduzioni dell’incentivo al fotovoltaico. Io non ho problemi ad avere sul tetto i pannelli; sarei poco tranquilla per me e le generazioni future se nel mio giardino ci fossero le scorie nucleari!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *