Come fare in casa l’acqua di rose

Fare in casa l'acqua di rose è molto semplice: bastano all'incirca 12 rose e dell'acqua distillata

da , il

    Come fare in casa l’acqua di rose

    Se non sapete come fare in casa l’acqua di rose, eccovi una semplice guida per avere un tonico, dal profumo delicato, che renderà la vostra pelle morbida e vellutata proprio come i petali di una rosa.

    E’ adatto, infatti, a chi desidera una pelle più tonica e meno stanca e, senza gravare troppo sul portafogli, seguendo la nostra piccola guida, potete realizzare da soli un ottimo rimedio per ridurre le occhiaie e le antiestetiche borse sotto gli occhi

    Un tonico frizzante: l’ acqua di rose fatta in casa

    acqua rose

    Procuratevi 100 gr di petali di rosa, possibilmente di colore chiaro e mature: evitate i boccioli e utilizzate solo i petali migliori, scartando quelli anneriti, troppo scuri o macchiati. Pulite i petali con un canovaccio di cotone per eliminare polveri ed eventuali animaletti, poi metteteli in una pentola abbastanza capiente e copriteli completamente con acqua distillata. La quantità di acqua necessaria deve essere quella richiesta per coprire tutte le rose, se è maggiore il tonico risulterà più diluito e meno profumato.

    Accendete il fornello, coprite la pentola con un coperchio in modo da non disperdere nulla e lasciate cuocere per circa un’ora, nel frattempo, disinfettate i barattoli di vetro con dell’alcool. Se avete scelto le rose colorate, vedrete che diventeranno sempre più bianche e l’acqua sempre più colorata, quindi spegnete il fuoco e dopo 15 minuti versate il liquido ancora caldo con i petali nel barattolo; chiudete il barattolo e lasciate riposare i petali per qualche ora: maggiore sarà il tempo, più scura sarà l’acqua di rose.

    Acqua di rose: come conservarla e come usarla

    Per conservare l’acqua di rose avrete bisogno di un contenitore di vetro scuro, affinché possa essere protetta dai raggi solari e mantenersi al meglio. Quindi, filtrate l’acqua dalle rose, aiutandovi con una garza o un po’ di carta e strizzate bene i petali. L’acqua di rose deve essere fredda, infatti va tenuta in frigo, ma qui si mantiene buona solo per qualche giorno, a meno che non usiate un conservante.

    L’alcool puro, quello alimentare, è ottimo per questo scopo: usatelo in quantità pari al 20% della soluzione. Una delle alternative è congelarne una parte, magari nei contenitori del ghiaccio, ricavandone cubetti che potete usare giornalmente. Il suo profumo è gradevolissimo e se volete renderlo più intenso, potete diluire qualche goccia di olio essenziale di rosa.

    Il tonico ottenuto, si adopera versandolo su dischetti di cotone idrofilo e picchiettando sul viso: in questo modo la vostra pelle ne risulterà rigenerata, mentre per eliminare le borse sotto gli occhi e ridurre il gonfiore, applicate i dischetti con acqua di rose freddissima sugli occhi per almeno 10 minuti: otterrete davvero un ottimo risultato!