Auto elettriche: allo studio batteria con autonomia di 500 km!

Auto elettrica
Uno dei grandi freni dell’utilizzo delle auto elettriche su aree extraurbane, è rappresentato dalla relativamente scarsa autonomia delle batterie dei veicoli ecologici. Per superare questo scoglio, i principali operatori del settore stanno producendo sforzi per migliorare le capacità energetiche dei veicoli elettrici, sperando di incrementare l’autonomia su strada delle eco-auto.

Uno degli operatori maggiormente interessati dalla generazione di batterie di nuova generazione è General Motors. La società statunitense sta di fatto sviluppando una tecnologia ad autonomia elettrica estesa.
 
L’innovazione, stando a quanto afferma l’amministratore delegato di GM, Dan Ackerson, sarebbe già stata applicata a due differenti modelli, uno a marchio Opel, e l’altro a marchio Chevrolet, con straordinari risultati.
 
L’autonomia del motore principale è infatti limitata a circa 60 chilometri, successivamente ai quali entra in funzione il nuovo generatore in grado di consentire al veicolo di spingersi fino a 500 chilometri.
 
Si tratta, a ben vedere, di una innovazione davvero molto significativa. Ackerson ha infatti precisato che il viaggio medio di una vettura negli USA è pari a circa 40 – 50 chilometri al giorno e, di conseguenza, un’autonomia così estesa potrebbe rinviare di almeno una settimana l’operazione di ricarica, oltre a permettere l’effettuazione di viaggi di maggiore estensione.

0 thoughts on “Auto elettriche: allo studio batteria con autonomia di 500 km!

  1. L’inizio è sicuramente interessante, Roberto apre l’articolo scrivendo “Auto elettriche: allo studio batteria con autonomia di 500 km!” non vi è dubbio, attira l’attenzione: Poi però declina dalla “batteria rivoluzionaria” al “nuovo generatore”.
    La batteria, l’elettrotecnica ci insegna non essere un generatore.
    Quindi esattamente cosa entra in funzione? un motore termico con annesso alternatore?
    allora nulla di nuovo, si tratta di una ibrida.
    Un generatore di elettroni basato sul raggio fotonico? beh, questa si che sarebbe una notizia!
    Noi rimaniamo sul full electric da retrofit di ECARSNOW!
    Attenzione a distinguere bene le “sparate” delle case automobilistiche che, giustamente, sono delle prime donne in adorazione del riflettore. E dei giornalisti non elettrotecnici…

  2. Mah.. infatti, l’articolo non è chiaro.
    Non è la batteria a garantire 500 Km di autonomia (ne garantisce appena 60!) ma un generatore (a benzina?).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *