Animali con le corna: scopri i più belli

Fra gli animali con le corna ci sono anche esemplari che non tutti conoscono. Alcuni sono particolarmente interessanti, basti pensare allo yak, altri vivono soltanto in determinate parti del mondo o in specifiche aree naturali. Altri ancora sono più comuni. Ma le corna a cosa servono? In genere per difendersi e per averla vinta nei combattimenti con i simili, ma svolgono un’importante funzione anche nell’attrazione delle femmine.

Vediamo dunque di seguito alcuni nomi di animali con le corna particolarmente belli o curiosi.

Animali con le corna: l’elenco

[aptica-gallery id=”53744″]

Dall’alce all’antilope, dal bufalo al cervo, sono tanti gli animali provvisti di corna più o meno maestose. Utili per difendersi, per combattere ma anche per corteggiare gli esemplari di sesso femminile. Ecco l’elenco dei più belli.

Alce

Animali con le corna, alce
Foto Shutterstock | sirtravelalot

L’alce vive esclusivamente nell’emisfero boreale, nelle zone più settentrionali dell’Eurasia e dell’America. Il suo ambiente di vita è costituito principalmente dalle foreste fredde. Soltanto i maschi hanno le corna, chiamate scientificamente palchi, costituiti da ampie pale dalla struttura palmata e appiattita. Nella stagione dell’accoppiamento i maschi lottano fra di loro usando sia i palchi che gli zoccoli. Gli scontri violenti sono frequenti.

Antilope

Animali con le corna, antilope
Foto Shutterstock | WilliamLWatson

Dell’antilope esistono circa 90 specie. Una delle più conosciute è l’addax, che vive in alcune regioni isolate del deserto del Sahara. Spesso questi animali sono vittime della caccia a causa delle loro splendide corna, particolarmente ricercate. Queste ultime si distinguono per la loro forma a vite e sono presenti sia nei maschi che nelle femmine. L’addax si nutre di erba e, nelle zone con boscaglie, di foglie di arbusti. Riesce ad adattarsi nelle zone più interne del deserto, riuscendo a sopravvivere senza acqua per lungo tempo.

Cervo

Animali con le corna, cervo
Foto Shutterstock | Ysbrand Cosijn

Il cervo è un animale del bosco diffuso in molte zone del mondo, in Europa, in Asia, in America e in Africa. È presente anche in Oceania, grazie all’introduzione da parte dell’uomo. La sua particolarità consiste nell’essere dotato di palchi, strutture ossee che si rinnovano ogni anno e che in diverse specie si rinnovano anche più volte nel corso di una stessa annata.

Gazzella

Gazzella seduta
Foto Shutterstock | Yulia Lakeienko

Diffusa nei deserti e nelle savane di Africa e Asia, la gazzella è un animale erbivoro appartenente ai Bovidi della sottofamiglia degli Antilopini. Ha un corpo esile e scattante ed è in grado di percorrere grandi distanze molto velocemente. Inoltre è dotata di corna e anche le femmine le possiedono, fatta eccezione per la gazzella subgutturosa, dove si presentano più corte rispetto agli esemplari maschi. Ne esistono 18 diverse specie, ognuna con determinate caratteristiche.

Markhor

markhor
Foto Shutterstock | Armensl

Le corna a spirale della capra asiatica chiamata markhor sono davvero inconfondibili e maestose. Basti pensare che quelle degli esemplari maschi possono addirittura raggiungere i 160 cm di lunghezza. Altro suo tratto inconfondibile è rappresentato dalla lunga barba. Per quanto riguarda la diffusione, troviamo il markhor in particolare sulle montagne del Pakistan e dell’Afghanistan, ma vive anche nei boschi di altri paesi asiatici. E la specie purtroppo è a rischio di estinzione.

Stambecco

Animali con le corna, stambecco
Foto Shutterstock | John_Silver

Lo stambecco è un animale di montagna particolarmente diffuso lungo l’arco alpino, anche se 100.000 anni fa viveva in tutte le regioni rocciose dell’Europa centrale. Il maschio dello stambecco ha delle corna arcuate e nodose che nei soggetti più anziani possono superare il metro di lunghezza. Anche la femmina ne è dotata, ma in essa raggiungono al massimo i 35 centimetri. L’impalcatura ossea è ricoperta da una sostanza cornea. La loro crescita si blocca ogni anno nel periodo di novembre formando un anello ben visibile. Contando i cerchi si riesce dunque a capire quale sia l’età dell’animale. Dopo 5 anni, le corna tendono a crescere di pochi millimetri.

Toro

Toro nero
Foto Shutterstock | alberto clemares exposito

Il toro appartiene alla famiglia Bovidae e viene spesso confuso con il bue. La differenza è che quest’ultimo è castrato ed è tendenzialmente più mansueto mentre il toro è il maschio adulto dei bovini non castrato. Com’è noto, è provvisto di corna massicce e tozze. Anche le mucche, salvo alcune razze, nascono con le corna proprio come il toro. Ma allora perché alcune ne sono sprovviste? Perché in alcuni casi vengono decornate da giovani. Le loro corna sono generalmente meno tozze rispetto a quelle dei tori e sono tendenzialmente più curve.

Yak

yak
Foto Shutterstock | attilio pregnolato

Lo Yak viene anche chiamato bovino tibetano ed è un grosso animale della famiglia Bovidae dal pelo particolarmente folto e lungo, caratterizzato da tonalità che virano dal marrone al nero. Le corna sono imponenti e dalla forma allungata e curva verso l’alto. Lo troviamo in Tibet allo stato selvatico ma lo yak addomesticato è diffuso anche altrove in Asia centrale.

Bufalo

Bufalo
Foto Shutterstock | PACO COMO

Il bufalo ha corpo tozzo, collo robusto, pelliccia corta, muso largo, arti grossi e poco lunghi, e inconfondibili corna. Che però differiscono a seconda che si tratti di bufalo asiatico o africano. In quest’ultimo si ha l’impressione di un unico corno perché, pur essendo due, sono particolarmente ravvicinati alla base. Mentre le corna del bufalo asiatico sono ben distinte l’una dall’altra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *