Biodiversità: la deforestazione mette a rischio alcuni vertebrati

I dati emersi nell'ambito della conferenza sulla biodiversità in Giappone mettono in evidenza che a causa della deforestazione e dei comportamenti non ecocompatibili è a rischio estinzione un quinto dei vertebrati

da , il

    biodiversita deforestazione vertebrati

    In tema di biodiversità non si può ignorare il fatto che la deforestazione mette a rischio alcuni vertebrati. Le specie a rischio estinzione sono nello specifico un quinto dei vertebrati, almeno secondo i dati che sono stati raccolti nell’ambito della X Conferenza delle Parti della Convenzione sulla Biodiversità in Giappone. Un danno ambientale che non è da sottovalutare, se pensiamo al grande valore che la biodiversità assume a vantaggio dell’ambiente e nel definire gli equilibri naturali dell’ecosistema. Ma ci sono altri dati interessanti che emergono dalla conferenza.

    In tema di biodiversità è già stato prefigurato il rischio estinzione per una pianta su cinque. Ora l’allarme riguarda gli animali. Mammiferi, uccelli e anfibi sono messi a rischio in primo luogo dalla deforestazione. Ma le altre cause che vengono prese in considerazione sono anche l’agricoltura intensiva e la diffusione sempre più ampia di specie invasive. Tutti questi elementi hanno delle forti ripercussioni sugli habitat naturali degli animali, che vedono stravolti i principi su cui si basano.

    Come al solito il problema riguarda l’interazione tra l’uomo e l’ambiente e l’attivazione di comportamenti ecocompatibili. La tutela della biodiversità è essenziale. È stata elaborata anche una nuova teoria matematica per conservare la biodiversità.

    Gli esperti sottolineano che alcuni sforzi sono stati compiuti per la salvaguardia della biodiversità, ma a quanto pare c’è ancora molto da fare, per riuscire a portare avanti una più completa sostenibilità ambientale. Solo così si può evitare il rischio di arrivare all’estinzione di alcune specie animali.