Le zanzare ti massacrano? C’è un motivo in particolare

Puntura zanzare (Pexels)
Puntura zanzare (Pexels)

Sembrerebbe che le zanzare prediligano alcune persone piuttosto di altre. Sei tra quelli che le zanzare massacrano? C’è un motivo! 

 

L’arrivo dell’estate non porta con se solo la bella stagione, il sole e il caldo ma anche il ritorno di insetti che non sono amati da molti: le zanzare. Spesso vi sarà capitato, soprattutto se in gruppo, di chiedervi per quale motivo sembra che questi animaletti preferiscano voi alla vostra compagnia. Se le zanzare ti massacrano, c’è un motivo in particolare.

Primo punto da specificare a pungere sono le zanzare “femmine”, in quanto hanno bisogno di sangue per assumere proteine ed energie per la deposizione di uova fertili. Assumono una quantità generalmente pari al loro peso, quindi circa 3 milligrammi. Mentre i maschi si nutrono dalla linfa o dal nettare dei fiori e una volta superato lo stato larvale non si cibano più.

C’è un motivo in particolare se le zanzare ti massacrano

Repellente zanzare (Pixabay)
Repellente zanzare (Pixabay)

Sarà capitato più di qualche volta di chiedersi come mai sembra che questi animaletti preferiscano noi piuttosto ad altri. C’è un motivo, o più di uno, che spiega per quale motivo le zanzare vi massacrano. Sembrerebbe che 1 persona su 5 sia più “appetitosa” rispetto ad altre e molti sono i fattori che determinano questa loro scelta.

Ad esempio prediligono il loro “pasto” in base al gruppo sanguigno, preferendo il gruppo 0. Sembrerebbe infatti che l’85% delle persone attraverso un segnale chimico, indica quale sia il proprio gruppo sanguigno, a differenza del restante 15% che non rilascia alcun segnale.

Leggi anche: Incubo zanzare? Ecco i rimedi naturali per le vostre case

Altro fattore che sembrano prendere in considerazione per la scelta della loro “vittima” ideale, è l’anidride carbonica che l’organismo produce sia con la traspirazione che con la respirazione. Infatti le zanzare percepiscono, grazie ad alcuni recettori, la presenza di anidride carbonica fino ad una distanza di 50 metri. Chi si dedica ad attività fisica o chi è in sovrappeso, può avere così spiegato la “simpatia” che questi insetti provano per loro.

Altra causa per la quale questi animaletti prendono di mira gli sportivi, è la loro capacità di percepire le sostanze che si producono attraverso il sudore e l’acido lattico. Il sudore inoltre viene condizionato da ciò che il nostro corpo assume tramite ciò che si beve e si mangia.

Leggi anche: Malattie delle zanzare: ecco le più trasmesse agli animali

Ad esempio è stato provato che quando si assume alcool, in particolar modo la birra gli odori che il corpo emette cambiano, attirando più le zanzare. Invece a dargli fastidio ad esempio l’aglio, che ha un elevata concentrazione di vitamina C e vitamine del gruppo B.

Infine ad influire sulla loro scelta del “pasto” per eccellenza anche batteri presenti sulla pelle, colore degli abiti e temperatura corporea. Nel caso degli indumenti sembra abbiano un debole per i colori scuri, come nero, blu, grigio o rosso. Per quanto riguarda la temperatura corporea, più è elevata più gli insetti ne sono attratti, come ad esempio nelle donne incinte o chi pratica sport.