Home Casa ecologica Risparmio energetico in casa: benefici, comportamenti e detrazioni

Risparmio energetico in casa: benefici, comportamenti e detrazioni

Migliorare l'efficienza energetica delle nostre abitazioni è possibile ed è una scelta sostenibile, oltre che economica. Scopriamo come fare per applicare al meglio il risparmio energetico in casa e quali sono i bonus, le agevolazioni fiscali, le detrazioni e gli incentivi previsti dal decreto per una riqualificazione energetica degli immobili.

Cos’è il risparmio energetico e come applicarlo alla vita di tutti i giorni? Non stiamo parlando solo di teoria. Dato che mettere in atto buone pratiche per risparmiare energia conviene nel quotidiano. E non è così complesso come può sembrare. D’alltronde ce ne possiamo rendere conto ogni volta che ci troviamo a dover pagare una bolletta elettrica o del gas. Sappiamo bene, da consumatori, che ogni nostra attività, dalla più semplice a quella più complessa, porta a un consumo di energia.

Se scende la sera accendiamo con un clic dell’interruttore la luce che ci permette di continuare a vedere all’interno delle nostre abitazioni. Con la semplice pressione di un bottone accendiamo la televisione, la radio, il computer e qualsiasi altro elettrodomestico serva ai nostri scopi. Per caricare l’iphone o il cellulare basta inserire la spina nella presa. Dal frullatore alla lavatrice, passando per l’asciugacapelli, ogni nostra attività umana, in pratica, necessita di corrente elettrica e consuma energia.

E tutto sembra così ovvio, ma dovremmo avere sempre a mente una specie di guida al risparmio energetico. Questa è una questione importante da affrontare e valutare. Dato che le conseguenze negative di un uso eccessivo delle fonti di energia, specialmente, quelle non rinnovabili, sono sotto ai nostri occhi. Si tratta di cambiamenti climatici, generati anche dai gas a effetto serra dovuti ai combustibili fossili. Come degli scioglimenti dei ghiacciai e conseguenti perdite di interi ecosistemi.

È ora di capire che ogni nostra scelta, fatta al sicuro delle nostre quattro mura domestiche, può essere ecosostenibile. Oppure, al contrario, contribuire a causare disastri al nostro pianeta. E può anche, più concretamente, costarci tantissimo in bolletta. In conclusione, le nostre scelte hanno un impatto ambientale. Quindi capire che le risorse a nostra disposizione non sono eterne, ma destinate a finire, è il primo passo per capire come mettere in atto un corretto risparmio energetico.

Come si fa a imparare e non sprecare? Ad esempio usando elettrodomestici green, montando lampadine led a risparmio energetico, progettando la riqualificazione energetica della nostra casa.

Proprio a questo proposito vale la pena dare un’occhiata a tutte le diverse detrazioni e le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico. Che sono a disposizione di tutti coloro che vogliono ristrutturare casa. Oppure che vogliono acquistare elettrodomestici a basso consumo, ne parliamo di seguito. Così come sono tante le buone abitudini da seguire in casa per consumare sempre meno energia. E risparmiare ogni giorno sulla bolletta. Anche questo argomento verrà approfondito nelle schede successive.

Efficienza energetica: come ottenerla

In conclusione, se mettiamo in pratica i consigli racchiusi in questa guida al risparmio energetico che avete appena letto potete senz’altro riuscire a migliorare l’efficienza energetica della vostra casa. Prima di tutto partendo dai comportamenti che mettete in atto ogni singolo giorno, da un cambiamento negli stili di vita senza dimenticare l’impatto ambientale.

Per poi affidarsi alle più moderne tecnologie che ci permettono un vero efficientamento energetico delle nostre abitazioni. Anche attraverso l’uso di elettrodomestici smart. Sì ai miglioramenti tecnologici, sì all’ottimizzazione della gestione energetica e alla diversificazione dell’approvvigionamento di energia. Occorre davvero dire basta a sprechi e perdite di energie in favore di un uso delle risorse sempre più sostenibile.