Piante in casa velenose per cani e gatti: quali sono

Aloe vera (Pixabay)
Aloe vera (Pixabay)

Gli amici animali riempiono la nostra vita di gioia e amore. Sono speciali e prenderci cura di loro è fondamentale. Per questo conoscere cosa nelle nostre case potrebbe disturbali è di vitale importanza. Ad esempio alcune piante sono velenose per cani e gatti.

Ovviamente non lo si fa apposta, si decide di inserirle nel nostro ambiente domestico per purificare l’aria, per abbellirlo o anche per rendere tutto più armonioso. Però non tutte le tipologie di piante sono adatte se in famiglia abbiamo un pelosetto. Ecco a quali bisogna prestare attenzione.

Piante velenose per cani e gatti da non tenere in casa

Stella di Natale (Pixabay)
Stella di Natale (Pixabay)

Alcune piante sono estremamente velenose per cani e gatti. Importantissimo per prima cosa, ricordare che se il nostro animale domestico mostra qualsiasi sintomo fuori dalla norma, chiamare immediatamente il veterinario. Si dovrà cercare di essere il più specifici possibili, soprattutto se è stato a contatto con una pianta.

Detto questo, ecco un elenco delle piante molto pericolose per i quattro zampe. Tra le più conosciute per i suoi effetti non benefici, la Stella di Natale. Se l’animale mastica o ingerisce le sue foglie potrebbe avere danni all’apparato digerente. I sintomi che potreste notare sono bruciore alla lingua o alle labbra, lacrimazione, tremori, vomito o diarrea.

Leggi anche: Animali domestici più diffusi: al primo posto il cane [FOTO]

Continuiamo con l’Oleandro, infatti il suo principio attivo può provocare serie reazioni come stomatite, crampi, convulsioni, aritmie, problemi epatici, vomito o diarrea. Da non tenere in casa neanche l’Edera, che è rischiosa in base a quanto ne è stata ingerita, portando i pelosetti ad avere la bocca gonfia, a vomitare, a mostrare un’eccessiva salivazione.

Rischioso in particolar modo per gli amici felini il Gelsomino e i Gigli, il primo provocherà convulsioni, difficoltà respiratorie e nei movimenti, secchezza delle fauci. Mentre i secondi sono potenzialmente fatali essendo altamente tossici. Fate attenzioni anche ai vostri cani perché alcune varietà sono molto pericolose anche per loro. Negli animali le conseguenze potrebbero essere gravi come danni ai reni o vomito.

Leggi anche: Piante grasse a casa: gli errori da non commettere

La Monstera, invece è dannosa per cani e gatti a causa di una sostanza proteica che rilascia. I sintomi  che potrebbero presentare sono gonfiore alla lingua, difficoltà respiratorie e iperventilazione. Anche la Dieffenbachia, più insidiosa per i gatti ma non da meno per i cani, provoca intossicazioni. I sintomi sono diarrea, tremori, difterite acuta o irritazione.

Pianta molto diffusa nelle nostre case, ma pericolosa per i pelosetti l’Aloe Vera, rischio dovuto alle saponine causando vomito o diarrea, e al lattice che provoca disidratazione, nausea, crampi o diarrea. Importante sapere anche che può abbassare i livelli di glicemia nel cane provocandone il coma e se non preso in tempo anche, purtroppo, il decesso.

Leggi anche: Zanzare, tutti i rimedi più semplici per tenerle lontane

La Cycas anche può rappresentare un pericolo per gli animali. Infatti se alcune su parti vengono ingerite possono portare a vomito, perdita dell’appetito, diarrea, paralisi, coma o convulsioni. Infine ma non per minore importanza, l’Agrifoglio che provoca disturbi gastro intestinali, con sintomi come vomito, torpore o diarrea.

Queste sono solo alcune delle piante che porrebbero far del male ai vostri animali domestici. Se avete piante in casa, informatevi se possano costituire un pericolo per i vostri pelosetti del cuore. Vanno protetti e accuditi, loro ci ricambieranno con puro e leale amore.