Home Agricoltura Girasole in vaso: i consigli utili per la coltivazione in terrazzo

Girasole in vaso: i consigli utili per la coltivazione in terrazzo

Una breve guida per coltivare in vaso i girasoli e i trucchi per curarli al meglio. Tutti i consigli utili per far crescere rigoglioso questo fiore solare che con i suoi colori brillanti riempierà di gioia il nostro terrazzo. Semina, cura, esposizione e raccolta dei semi: scopriamo tutte le informazioni utili sulla coltivazione dei girasoli in vaso.

Vi piacerebbe poter ammirare un bel girasole in vaso sul vostro balcone e state cercando dei consigli sulla semina e su come far crescere al meglio questo splendido fiore annuale? Seguiteci e scoprirete come riuscire nel vostro proposito di coltivare girasoli giganti e nani in vaso!

Far crescere una pianta di girasole in vaso è possibile, ma dovete tenere presente che la condizione ideale per la coltivazione dei girasoli sarebbe direttamente nella terra, ad esempio in un giardino battuto sempre dal sole. Tuttavia, anche la pianta di girasole può crescere e prosperare per la gioia dei nostri occhi, a patto di seguire alcuni importanti accorgimenti. Di seguito spieghiamo infatti tanti trucchi sulla coltivazione e sulla cura del girasole, partendo dal principio, ossia dalla semina. Le informazioni che vi diamo valgono sia se avete deciso di piantare girasoli giganti, sia se avete deciso di piantare semi di girasole nano. Ovviamente le due diverse tipologie di piante di girasoli avranno bisogno di cure differenti nella coltivazione e nell’annaffiatura. Spiegheremo tutto nelle pagine sotto, che vi consigliamo di leggere attentamente prima di cimentarvi nella coltivazione dei girasoli.

Dal momento che bisogna seguire metodi particolari per ottenere la perfetta fioritura di queste piante anche nei vasi, vediamo nel dettaglio come piantare e curare i girasoli al meglio per avere piante sane e belle anche sul nostro terrazzo o balcone. Andiamo allora alla scoperta del mondo dei girasoli in vaso, con la nostra guida approfondita che vi svelerà come coltivare girasoli belli e perfetti per dare un tocco di colore e portare allegria nelle vostre case.

Indietro

Semina del girasole in vaso: a che profondità vanno i semi?

Girasole in vaso: la semina
Foto Shutterstock | Eag1eEyes

Iniziano la nostra guida sulla coltivazione dei girasoli dal principio, ossia dalla semina del girasole in vaso. Come vi spiegheremo in questa scheda, piantare girasoli, ossia far germogliare i semi di girasole non è difficile. Basta seguire alcuni semplici accorgimenti per poter dare alla pianta tutto quello di cui ha bisogno per nascere, crescere e prosperare. Solo così potrete avere sul vostro balcone un bel fiore di girasole colorato e sano e che raggiunga la giusta altezza una volta cresciuto.

Per la cura del girasole perfetta prima di tutto si parte dal vaso che deve essere molto grande e profondo. Il diametro del vaso dipende dal tipo di pianta che avete intenzione di mettere a dimora. Se avete semi di girasoli giganti dovete tenere presente che diventano molto, molto, ma davvero molto alti. Infatti ci sono alcune varietà che possono arrivare dai due metri fino ai quattro metri di altezza. Vi consigliamo di piantare questo tipo di semi di girasole solo se avete un terrazzo molto ampio e soleggiato per tutto il giorno. Potete ottenere buoni risultati usando vasi del diametro di almeno 50 centimetri.

Altrimenti, se avete un balcone o un davanzale profondo potete eseguire una semina di piante di girasole nano in vaso. Alcune varietà di girasole nano, infatti, arrivano al massimo all’altezza di 150 cm, e vi regaleranno bellissimi fiori gialli perfetti per essere coltivati anche sul balcone di casa. In questo caso potete usare vasi anche solo di 20 centimetri circa. Fatevi consigliare dal vostro vivaista di fiducia per non rischiare di sbagliare.

Il periodo ideale per la semina dei girasoli è quello della primavera, dalla fine di marzo agli inizi di maggio, quando la temperatura è sopra i 15 gradi.

Come avviene la semina dei girasoli in vaso? Prima di tutto va preparato il vaso. Sul fondo dovete mettere uno strato di palline di argilla espansa, per favorire il drenaggio. Queste palline poi vanno ricoperte con il terriccio vero e proprio, fino ad arrivare a circa 3 centimetri dal bordo del vaso. Nella terra messa nel vaso si fa una piccola buchetta profonda non più di 3-4 centimetri e si mette un seme di girasole. In caso di vasi molto grandi potete mettere i semi di girasole distanti tra di loro tra i 30 e i 60 cm. Coprite accuratamente il seme di girasole piantato con del terriccio e inumidite la terra. I primi germogli di girasole, quelli appena nati, dovrebbero spuntare nel giro di una settimana dalla messa a dimora dei semi.

Indietro