Home Casa ecologica Casa ecosostenibile in 3D: ecco il progetto italiano che può rivoluzionare l'edilizia

Casa ecosostenibile in 3D: ecco il progetto italiano che può rivoluzionare l’edilizia

Realizzare una casa completamente stampata in 3D è possibile. Ci è riuscita un'azienda italiana che l'ha realizzata in provincia di Ravenna. Scopriamo tutti i dettagli.

Stampare una casa in 3D è possibile? La risposta è sì. L’azienda italiana WASP (World’s Advanced Saving Project) ha da poco concluso la costruzione della prima casa ecosostenibile in 3D in Italia. La casa si trova a Massa Lombarda, in provincia di Ravenna, città natale dell’azienda fondata da Massimo Moretti nel 2012. Non si tratta del primo esempio al mondo di casa stampata in 3D, ma la grande differenza è costituita dal materiale: la terra cruda, raccolta direttamente sul posto. In questo modo il processo di stampa diventa perfettamente ecosostenibile.

Casa ecosostenibile in 3D: come è fatta

Interno di una casa ecosostenibile in 3d
Foto 3dwasp

Il progetto di casa stampata in 3D della WASP si chiama TECLA (diminutivo di Technology and Clay) ed è stata progettata dallo studio  MC A – Mario Cucinella Architects. Si tratta della prima e, per ora, unica costruzione stampata interamente in 3D con materiali naturali, raccolti dal terreno locale. La realizzazione della casa è possibile grazie a Crane Wasp, l’ultima stampante 3D prodotta da WASP, e rappresenta una sfida per la stampa 3D per due motivi principali.

Il primo è l’azione contemporanea di due elementi stampanti, che devono essere perfettamente programmati per lavorare all’unisono e senza collisioni. Il secondo è costituito dal materiale stesso, la terra cruda. Questa viene resa “stampabile” grazie ad un complesso sistema di prelievo, miscelazione e pompaggio dei materiali. La struttura finale, composta da due cupole comunicanti, è progettata per ricoprire contemporaneamente il ruolo di struttura, copertura e rivestimento esterno.

LEGGI ANCHE: Finestre luminescenti, diremo addio ai pannelli solari?

Edilizia in 3D: è il futuro?

La realizzazione di TECLA prevede solamente 200 ore di stampa e 60 metri cubi di materiale. Questo prototipo è pensato per costituire una soluzione abitativa a basso costo e completamente ecosostenibile. Il progetto rappresenta una prospettiva completamente nuova per la costruzione di nuovi insediamenti, in cui il valore delle materie prime locali viene aumentato grazie alla progettazione digitale.

Questa casa ecosostenibile in 3D, secondo l’azienda produttrice, rappresenta un modello circolare di abitazione realizzata con materiali riutilizzabili raccolti dal terreno locale, senza alcun impatto ambientale e perfettamente adattabile a qualsiasi clima e contesto. Il fondatore di WASP, Massimo Moretti, ha dichiarato: «Dalla terra informe alla terra in formato casa. Oggi abbiamo il sapere per costruire senza impatto con un semplice click. La tecnologia è ora al servizio dell’uomo e la casa come diritto di nascita è una realtà.»

LEGGI ANCHE: Pergole bioclimatiche, vivere gli spazi esterni tutto l’anno