Cane lapidato per volere di un rabbino, la giustificazione è delirante!

cane lapidato
Un cane è stato lapidato per il volere di un rabbino israeliano. Preso a sassate senza pietà, il randagio è spirato sotto i colpi delle pietre. Purtroppo oltre agli esseri umani, che in certi Paesi vengono messi alla gogna e trucidati nelle maniere più violente, anche gli animali ahimè subiscono lo stesso trattamento. Specialmente se, sotto questi maltrattamenti sugli animali, ci sono delle motivazioni religiose. Proprio il motivo che ha scatenato l’ira funesta su questa povera bestiola.

Per dirla tutta, la giustificazione (delirante) dell’uomo di Chiesa è stata quella di ritenere il cagnolone la reincarnazione di un avvocato laico che ha avuto più di una scaramuccia con la comunità religiosa. Storia vecchia di parecchi decenni, ma ancora viva nella memoria degli ultraortodossi di quella parrocchia.
 
Proprio come l’uomo in questione, il randagio ha “osato” entrare nel luogo di culto e piazzarsi nella navata centrale, senza volersi più spostare. Da lì è partita la barbara esecuzione, ordinata dal rabbino ma eseguita da alcuni ragazzini. Un episodio che lascia davvero indignati e senza parole!

0 thoughts on “Cane lapidato per volere di un rabbino, la giustificazione è delirante!

  1. Questa notizia è una bufala ed è assurdo che si diffonda anche sui maggiori quotidiani.
    A un ebreo, specialmente ortodosso, non verrebbe MAI in mente di parlare di reincarnazione in quanto è la negazione implicita del ruolo salvifico del Messia (che tra l’altro, per gli ebrei, deve ancora nascere).
    Sarebbe più probabile che venisse lapidato un rabbino che parla di reincarnazione che un povero cane :-)!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *