Home Animali Animali onnivori: gli esemplari più diffusi e quelli più rari

Animali onnivori: gli esemplari più diffusi e quelli più rari

Il nostro pianeta è popolato da migliaia di specie di animali onnivori. È opinione diffusa che esistano soltanto fra i mammiferi, ma è veramente così? Scopriamolo assieme.

Si potrebbe pensare che ad essere onnivori siano solo pochissime specie, e invece, contrariamente ad ogni aspettativa, di animali onnivori non solo ne esistono tantissimi, ma sono anche di specie differenti, e li possiamo trovare tra mammiferi, pesci, uccelli e persino insetti!

Gli animali onnivori, lo dice la parla stessa, sono quelli che si nutrono di tutto. Dal latino omnis (tutto) e vorus (da vorare che significa mangiare), quindi la loro alimentazione è composta da vegetali, carne e pesce.

Animali onnivori: la dieta alimentare

L’apparato digerente è la caratteristica principale che contraddistingue gli onnivori, infatti grazie ad essa sono in grado di elaborare diverse composizioni della dieta. Questa doppia capacità di metabolizzare le sostanze nutritive offre agli animali onnivori maggiori possibilità di assimilazione di nutrienti, un ampia gamma di scelta nella ricerca del cibo e una maggiore versatilità ad ogni cambiamento climatico. La grande varietà e più alta qualità della dieta, dunque, garantiscono all’organismo onnivoro una altissima probabilità di adattamento, quindi, un’arma in più alla lotta per la sopravvivenza.

Gli animali onnivori più diffusi al mondo

Una delle famiglie di animali considerati onnivori è quella dei Suidi, alla quale appartengono i maiali ed i loro parenti più vicini come il cinghiale, il facocero, il babirussa, l’ilochero e ancora il potamocero e il maialino vietnamita. Tutte razze chiamate con nomi diversi e classificati in base alle aree geografiche. Il maiale per esempio si nutre di funghi, foglie, radici, bulbi e tuberi, ma anche di lumache, vermi, piccoli vertebrati e persino frutta.

Tra i pesci, onnivora è la carpa, che si nutre di insetti e lombrichi, ma anche dei vegetali che si trovano sul fondo. La carpa fa parte della famiglia dei Ciprinidi, stessa famiglia di cavedani e tinche, onnivori anch’essi. Tra le creature del mare, ancora sono onnivori i gamberi, granchi e paguri.

Tra gli uccelli, il re degli onnivori è il corvo, sia esso imperiale o abissino, capaci di mangiare qualsiasi cosa: dalle carcasse di animali, agli insetti, alle bacche e ai frutti. Onnivori sono alcune specie di cigni, che pure essendo erbivori non disdegnano alcuni crostacei, lumache e insetti. Ad amare la carne, oltre che le granaglie e vegetali, sono i polli di qualunque razza.

Per quanto riguarda le specie degli Ursidi: l’orso polare è carnivoro ed il panda è erbivoro. Vi sono però altre specie di Ursidi che sono onnivore come l’orso bruno, l’orso dagli occhiali e quello tibetano.

Onnivori per esigenza

Alcuni animali, invece, sono onnivori per esigenze, come i gatti e i lupoidi o come anche la lepre artica che è essenzialmente erbivora, ma che in caso di necessità si nutre delle carcasse di animali rimasti intrappolati nelle tagliole. Le volpi, tra cui la volpe grigia Sudamericana e la volpe Fennec, l’opossum, gli armadilli, i ricci e i ratti domestici sono anch’essi onnivori. Tra gli insetti? Esistono anche degli insetti onnivori, fra questi: le blatte, onnivore e voraci.