Home Biodiversità Alveari high-tech: un’innovazione tutta italiana

Alveari high-tech: un’innovazione tutta italiana

Gli alveari high-tech sono un'innovazione tutta italiana. Grazie ad un dispositivo tecnologico salvaguardano api, ambiente e arnie.

Alveari high-tech: la rivoluzione tecnologica arriva dall’Italia. E più precisamente da tre ricercatori Niccolò Calandri, Riccardo Balzaretti ed Elia Nipoti che hanno progettato un dispositivo elettronico per il monitoraggio degli alveari di apis mellifera.

Per fare questo, nel 2017 i tre giovani hanno dato vita alla startup 3Bee che si pone l’obiettivo di salvaguardare api e ambiente. Il tutto attraverso un particolare strumento innovativo in grado di interpretare i bisogni di tali insetti, ascoltando al tempo stesso anche suoni, odori, temperatura e umidità dell’alveare.

Cos’è e come funziona HiveTech

L’idea promossa da 3Bee rientra in un progetto più ampio denominato Pollinate the Planet che, a livello mondiale, ha permesso di proteggere oltre 70 milioni di api, coinvolgendo privati, istituzioni e aziende.

Nello specifico, dunque, HiveTech di 3Bee è un alveare high-tech dotato di una rete di sensori IoT che permettono di tenere monitorato il reale benessere delle api. Questa innovativa tecnologia, infatti, nel concreto permette di ridurre i trattamenti nelle arnie, abbassando al tempo stesso anche le emissioni di CO2.

View this post on Instagram

Siamo vicinissimi alla fatidica fioritura dell’acacia. 🌾 Sono settimane ormai che tutti gli apicoltori cercano di rafforzare le proprie famiglie, in modo tale da renderle pronte per questo imperdibile appuntamento 🐝 Vorresti seguirne la fioritura controllando in tempo reale l’andamento produttivo delle tue api?! 😉 Ricorda, il tempismo è essenziale in questo momento: perdere un giorno significa perdere fino a 4 kg di miele! 😱 – We are very close to the fateful flowering of the acacia. 🌾 All beekeepers have been trying to strengthen their families for weeks now, so that they are ready for this unmissable event.🐝 Would you like to follow the flowering by monitoring in real time the production of your bees?! 😉 Remember, timing is essential right now: losing a day means losing up to 4 kg of honey! 😱 . #beekeeping #beekeeper #bees #bee #apicoltura #apicolturaitaliana #apicoltore #apiculture #beelover #beekeepingitaly #beekeepinglife #savethebees #miele #honeycomb #honeybee #honeybees #beemonitoring #beethechange #naturelove #biodiversity #apiary #api #hivetech #hivemonitoring #salviamoleapi #biologico #nopesticides #noantibiotics #monitoraggioambientale #alveare

A post shared by 3Bee (@3beehivetech) on

Senza contare che gli apicoltori che aderiscono ad HiveTech hanno anche la possibilità di vendere il proprio miele attraverso il canale e-commerce della start-up che così facendo punta sia sulla sostenibilità ambientale che su quella sociale.

Il tutto offrendo maggior consapevolezza al consumatore finale, che di fatto può contare sull’autenticità dei prodotti e sulla totale trasparenza della filiera.

LEGGI ANCHE: EMERGENZA API IN ITALIA

Alveari high-tech: l’importanza del monitoraggio elettronico

Grazie ad un innovativo sistema di monitoraggio elettronico l’alveare, dunque, potrà fornire una serie di informazioni specifiche non solo ai ricercatori, ma anche agli apicoltori e ai consumatori finali.

View this post on Instagram

Se sei un apicoltore professionista potresti probabilmente avere l’opportunità di accedere, grazie alle tecnologie 3Bee, al “Bando Voucher Digitali Impresa 4.0” per l’anno 2019. Sarebbe un’occasione da non perdere! 😉 Il bando è stato pubblicato, dalle Camere di Commercio, in svariate regioni d'Itaia ed è rivolto all’acquisto di beni, servizi di consulenza e formazione per le nuove competenze e tecnologie digitali. In particolar modo, offre finanziamenti a fondo perduto per l’acquisto di beni strumentali quali attrezzature, software e servizi informatici, finalizzati all’introduzione di tecnologie in ambito impresa 4.0. Le nostre tecnologie per il monitoraggio da remoto degli alveari toccano svariati ambiti di intervento ammessi del bando, tra cui IoT, Big Data e Analytics, Cloud e ottimizzazione della gestione dell’attività d’impresa 🔝 Vuoi scoprire se anche tu puoi partecipare al bando e ottenere un finanziamento per l’acquisto dei nostri dispositivi? 🤗 Contatta il referente della Camera di Commercio della tua zona e scrivici per avere un preventivo dettagliato. . #beekeeping #beekeeper #bees #bee #apicoltura #apicolturaitaliana #apicoltore #apiculture #beelover #beekeepingitaly #beekeepinglife #savethebees #miele #honeycomb #honeybee #honeybees #sustainability #beethechange #biodiversity #apiary #api #salviamoleapi #biologico #apiario #alveare #agtech #agritech #innovazione #tecnologia #hivetech

A post shared by 3Bee (@3beehivetech) on

Inoltre, questo sistema high-tech si basa su una tecnologia completamente sostenibile in grado di sfruttare l’energia solare per autoalimentarsi.

E non è tutto: il dispositivo, infatti, permette di analizzare la qualità dell’aria, lo spettro sonoro all’interno dell’arnia ed altri parametri vitali delle api, così da tenere monitorato costantemente il loro stato di salute.

Una community di riferimento

L’innovativo progetto si pone anche l’obiettivo di creare un network di persone attente e rispettose nei confronti delle api e della natura. Così da poter crescere insieme, grazie ad una concreta condivisione di obiettivi e valori.

View this post on Instagram

Ita & Eng: Sai che un alveare, grazie alla preziosa attività di impollinazione delle api 🐝❤ contribuisce indirettamente all'assorbimento di un quantitativo di CO2 di circa 300 kg in un solo anno?! 😮😍 – Do you know that a beehive, thanks to the precious pollination activity of bees 🐝❤ indirectly contributes to the absorption of a CO2 quantity of about 300 kg in a single year? 😮😍 . #api #beelovers #honeybees #miele #savethebees #biodiversity #beekeepingitaly #apicoltore #apicolturaitaliana #apicoltura #beekeeping #bees #beekeeper #beethechange #biologico #salviamoleapi #honeycomb #sustainability #apiculture #honeybee #naturelove #adottaunalveare #salviamoilpianeta #savetheplanet #environment #savetheearth #beesarecool #beesofinstagram

A post shared by 3Bee (@3beehivetech) on

Con i loro alveari 3.0, infatti, i ricercatori di fatto vogliono “diffondere la consapevolezza di come sia possibile fare qualcosa per salvaguardare la salute delle api, minacciate dai cambiamenti climatici e dall’uso massiccio di sostanze chimiche in agricoltura”.

LEGGI ANCHE: APPELLO UE SULLA TUTELA DELLE API

Alveari high-tech: vendita di miele online e adozioni a distanza

Alveare hi-tech: ape con fiore giallo
Foto Shutterstock | Narsiskus Tedy

Guardando al presente e al futuro, 3Bee mira ad incrementare e consolidare ulteriormente le vendite online, incentivando al tempo stesso anche le adozioni degli alveari. E questo, nell’ultimo anno, si è tradotto in un indotto di 200.000 euro (di cui 120.000 euro durante il lockdown) e in 10 tonnellate di miele venduto.

“Stiamo cercando di rivoluzionare il concetto stesso di miele- spiegano i fondatori- facendolo diventare il prodotto di eccellenza delle api. E per far conoscere le 50 varietà di miele che sono prodotte nel nostro Paese il progetto Pollinate the Planet a settembre varcherà i confini nazionali. Così facendo, infatti, in Europa sarà possibile adottare un alveare e sostenere il lavoro degli apicoltori nostrani”.

LEGGI ANCHE: PROPRIETÀ E BENEFICI DEL MIELE