Allergia ai vestiti: sono questi i sintomi dell’intolleranza

L’allergia ai tessuti, un tipo di dermatite che si manifesta a contatto con gli indumenti, è sempre più diffusa. Ecco alcuni sintomi dell’intolleranza

Tessuti allergia sintomi
Tessuti (Foto Pixabay)

L’allergia ai tessuti, anche detta in linguaggio medico dermatite da contatto, si manifesta a contatto appunto con i tessuti come gli indumenti, gli asciugamani o le lenzuola. È una patologia sempre più diffusa in Italia e si stima che circa l’8% delle dermatiti da contatto siano causate dai tessuti.

Spesso responsabili dell’allergia sono le sostanze chimiche utilizzate nel processo di produzione, colorazione e lavaggio dei tessuti. Il processo di produzione dei tessuti sintetici è ricco di sostanze allergizzanti così come i coloranti più diffusi. Nel caso  compaiano certi sintomi quando un tessuto viene a contatto con la pelle forse si tratta proprio di questo tipo di allergia.

Come riconoscere l’allergia ai tessuti

allergia tessuti sintomi
Indumenti stesi (Foto Pixabay)

Per secoli la produzione degli indumenti si è basata su fibre e tessuti di origine vegetale o animale. Solamente all’alba del ‘900 hanno fatto la loro comparsa tessuti sintetici il cui processo di produzione richiede l’utilizzo di sostanze chimiche, spesso causa di allergie. Tra queste figurano coloranti, che contengono nichel e altri metalli allergizzanti, resine per irrobustire il tessuto, sbiancanti e mordenti per fissare il colore.

Anche detersivi e ammorbidenti sono possibile causa di allergie. Durante il lavaggio, infatti, non vengono eliminati del tutto e si depositano sulle fibre, venendo poi rilasciati a contatto con la pelle, causando in alcuni casi dermatiti. Contengono infatti smacchianti, profumi o nichel che possono causare allergia nei soggetti sensibili.

Leggi anche: Allarme tumore bocca: cosa devono sapere i fumatori

Se dopo aver indossato un vestito iniziate a manifestare bruciore e prurito, secchezza, ragadi, gonfiore, arrossamento o addirittura bolle e vescicole forse soffrite di questo tipo di allergia. Le zone più sensibili sono l’inguine, le ascelle, il collo, il petto, la schiena, i dorsi dei piedi e l’interno coscia. Infatti l’allergia si manifesta più intensamente nelle zone soggette a maggior sfregamento e sudorazione.

Leggi anche: Allerta zanzare, stanno trasmettendo questa malattia: numerosi casi

Se si mostrano questi sintomi e si teme di soffrire di dermatite da contatto la cosa migliore è contattare un dermatologo o rivolgersi al proprio medico. Spesso infatti gli stessi sintomi potrebbero essere causati da un tessuto poco traspirante o da un’eccessiva sudorazione.