Inquinamento

Costa Concordia: il Ministero dell’Ambiente chiede 200 milioni di euro di risarcimento Costa Concordia: il Ministero dell’Ambiente chiede 200 milioni di euro di

Il Ministero dell’Ambiente è intenzionato a chiedere un risarcimento di 200 milioni di euro per il naufragio della Costa Concordia. La cifra è stata determinata dall’Avvocatura dello Stato e a questo denaro andrà aggiunta la richiesta per risarcire...

Disastri ambientali: i più famosi e distruttivi [FOTO]

cover of 1417448847188547c8d8f2e043

Di disastri ambientali ce ne sono stati molti nel corso del tempo. Alcuni sono risultati essere particolarmente distruttivi e sono passati alla storia anche per il loro grado di pericolosità. In seguito a determinate situazioni ci sono stati degli impatti ambientali incredibili. Basti pensare, ad esempio, a quello che è successo a Chernobyl. Nessuno può dimenticare una tragedia di tal genere, che ha avuto delle ripercussioni enormi.

Guarda il video e leggi l'articolo

Il 2014 e l’ambiente raccontati dalle immagini [FOTO]

Il 2014 e l'ambiente

Il 2014 è stato un anno molto ricco per tutto ciò che riguarda l’ambiente. Diversi sono stati gli eventi che hanno caratterizzato quest’anno che ormai sta per concludersi. Ancora una volta ci sono state poste questioni da non sottovalutare, che ci hanno spinto anche alla riflessione su che cosa vuol dire sostenibilità ambientale. Si è trattato di un anno, in cui si sono raggiunti degli obiettivi importanti, ma allo stesso tempo alcuni episodi hanno dimostrato come ci sia ancora molto da fare, per adoperarsi riguardo al rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia degli animali. Passiamo in rassegna alcune delle tappe più importanti.

  • Il 2014 e l'ambiente
  • Olimpiadi di Sochi 2014
  • Sochidogs
  • Annie
  • Inquinamento in Cina
Guarda le foto e leggi l'articolo

Accordo storico tra USA e Cina per ridurre i gas serra

cover of 141578867495054633882e7f4c

E’ un accordo storico quello fra USA e Cina per ridurre i gas serra. Dopo mesi di trattative, è stata rinnovata un’intesa molto importante, che punta direttamente sui cambiamenti climatici. Sono stati stabiliti dei limiti fondamentali per le emissioni e per la prima volta anche la Cina ha accettato questi provvedimenti. Il raggiungimento di un accordo è stato impegnativo e finalmente si può dire che è stato fatto qualcosa di concreto a livello globale contro l’inquinamento.

Guarda il video e leggi l'articolo

Grandi navi a Venezia: la petizione di Gabriele Muccino per lo stop [FOTO]

Grandi navi a Venezia

Per dire no alle grandi navi a Venezia, Gabriele Muccino ha consegnato al sottosegretario per i Beni culturali, Ilaria Borletti Buitoni, 102.000 firme. Il tutto nel segno di una battaglia continua, per trovare soluzioni alternative e più improntate al rispetto dell’ambiente e della città. Il noto regista ha lanciato una petizione su change.org, riscontrando il sostegno di migliaia di italiani, ma anche di tantissimi utenti internazionali. Quello della laguna veneziana è un vero e proprio patrimonio dell’umanità unico, per questo è importante il dibattito sul turismo sostenibile a Venezia.

Leggi l'articolo

Le case dei fumatori sono inquinate quanto Pechino

case dei fumatori

Le case dei fumatori sono inquinate quanto Pechino. Il dato inquietante emerge da una ricerca dell’Università di Aberdeen, che è stata pubblicata su alcune riviste specializzate e che mette in evidenza quanto sia pericoloso fumare, per l’ambiente e per la salute. Sappiamo benissimo quali possono essere le conseguenze delle sigarette e questi effetti non riguardano solo i fumatori, ma anche coloro che si trovano ad abitare nella stessa casa. I danni del fumo passivo sono ugualmente pesanti, anche se a volte vengono sottovalutati. Lo studio ha cercato di sottolineare proprio questa pericolosità.

Leggi l'articolo

Ecomostri in Italia: l’incubo degli abusi edilizi [FOTO]

Ecomostri in Italia

Ecomostri in Italia: la mappa degli abusi edilizi nel nostro Paese è piena di costruzioni che, da Milano a Palermo, mettono a dura prova l’ambiente in tutti i suoi aspetti. Il primo concetto sul quale riflettere è quello relativo all’inquinamento. Questi enormi edifici di cemento costituiscono un vero e proprio pericolo per la natura e molto spesso sono realizzati in luoghi che dovrebbero essere particolarmente protetti. Spiagge e aree archeologiche, in tutta Italia, devono fare i conti spesso con questa realtà. E questo succede in tutte le regioni italiane.

  • Pizzo Sella
  • Lido Rossello
  • Marina di Alimuri
  • Colonia Fara a Chiavari
  • Colonia Fara
Guarda le foto e leggi l'articolo

Vulcano erutta in Giappone: si teme per la centrale nucleare [FOTO]

cover of 14118905908775427bd9ed60dc

Il vulcano Ontake, in Giappone, ha eruttato, provocando la morte di alcune persone. Si teme che le vittime siano circa una trentina. Le squadre di soccorso sono al lavoro per la ricerca dei dispersi. Alcuni di questi sono stati già trovati, infatti i soccorritori sono riusciti a trasportare 27 corpi intrappolati sulla cima. I cadaveri sono stati portati in ospedale, dove è stata data conferma del decesso. 42 sono i feriti, che hanno subito varie fratture. Ci potevano essere anche meno vittime, ma i soccorsi sono stati ritardati dalla scarsa visibilità e dai gas tossici che escono dal cratere.

Guarda il video e leggi l'articolo

Teflon cancerogeno: le alternative alle padelle antiaderenti

teflon cancerogeno alternative padelle antiaderenti

Il teflon potrebbe essere cancerogeno. Il particolare rivestimento antiaderente delle padelle e delle pentole potrebbe rappresentare un vero e proprio rischio per la nostra salute. Ci sono alcuni studi che proverebbero tutto questo e si è pensato anche di vietarne l’impiego a livello industriale a partire dal 2015. Intanto, comunque, possiamo difenderci e metterci al riparo da eventuali pericoli, utilizzando delle alternative da non sottovalutare.

Leggi l'articolo

Ftalati nei cibi, torna l’allarme: dove sono e come evitarli

ftalati nei cibi

Fa discutere la presenza di ftalati nei cibi, riguardo ai quali c’è un vero e proprio allarme. E’ importante sapere dove sono e come evitarli, anche perché costituiscono un pericolo per la salute. Possono determinare dai danni al fegato, ai reni e ai testicoli e agiscono come interferenti endocrini sul testosterone. Uno studio si è occupato di prendere in considerazione il rapporto che c’è fra queste sostanze e l’alimentazione.

Leggi l'articolo

Bisfenolo A: dove si trova, cos’è e perché è pericoloso

bisfenolo a

Il bisfenolo A è un materiale che viene utilizzato soprattutto per la produzione di materie plastiche. Si tratta di una sostanza pericolosa, perché si configura a tutti gli effetti come un interferente endocrino, in grado di alterare il funzionamento consueto del sistema ormonale. Secondo alcuni studi, potrebbe indurre anche alla comparsa di cellule cancerogene. La maggiore esposizione a questo materiale avviene attraverso le bottiglie di plastica, le quali contengono proprio il bisfenolo.

Leggi l'articolo

I luoghi più inquinati d’Italia: la classifica [FOTO]

Luoghi più inquinati d'Italia

Quali sono i luoghi più inquinati d’Italia? Possiamo tracciarne una classifica, che comprende alcune delle località che hanno raggiunto il primato negativo per la mancanza di rispetto dell’ambiente. Non si tratta soltanto di una tutela ambientale che non è stata messa in atto, ma in certi casi si sono create anche le condizioni per la non attuazione della salvaguardia della salute pubblica. Vediamo insieme quali sono questi luoghi.

  • Ilva di Taranto
  • Pianura Padana
  • Portoscuso
  • Santa Croce sull'Arno
  • Terre del domitio-flegreo
Guarda le foto e leggi l'articolo

Il quiz sull’inquinamento

Quanto inquina? Con questo il quiz sull’inquinamento proviamo a vedere quanto ne sai sull’argomento. Ti chiediamo di misurarti su degli esempi concreti, che possono maggiormente mettere in luce la tua consapevolezza sul problema. Si tratta di rispondere a delle domande, che prevedono delle opzioni di risposta. In questo modo ti verrà ancora più facile riuscire a trovare la risposta esatta. Naturalmente bisogna essere preparati, anche perché quello dell’inquinamento costituisce un problema davvero molto importante, che non può essere ignorato. Quanto inquina una mucca? Quanto inquina il metano? Rispondi alle domande del nostro quiz gratis e mettiti alla prova. Non perdere altro tempo, perché può risultare veramente interessante vedere qual è il profilo che meglio ti corrisponde. Incomincia subito il nostro quiz!

El Hierro, la prima isola al mondo che utilizza solo energie rinnovabili [FOTO]

El Hierro: la più piccola isola delle Canarie

El Hierro è la più piccola isola delle Canarie, che tutti dovremmo prendere come punto di riferimento per il fatto che questo luogo, che spicca per la bellezza dei paesaggi, si è totalmente convertito alle energie rinnovabili. A breve, infatti, questa isola abbandonerà completamente i combustibili fossili, per basarsi interamente su fonti alternative, attraverso dei sistemi predisposti appositamente per lo sfruttamento dell’energia eolica e idroelettrica.

  • L'isola delle Canarie
  • Alcune abitazioni
  • Fondali colorati
  • I fondali marini
  • Il mare e la vallata
Guarda le foto e leggi l'articolo

Cibi che inquinano: la classifica dei 10 nemici dell’ambiente

cibi che inquinano

Quali sono i cibi che inquinano di più? La Coldiretti ha stilato una vera e propria classifica, all’interno del nuovo dossier “Lavorare e vivere green in Italia”, che ci indica quali sono i 10 alimenti nemici dell’ambiente, che inquinano molto per arrivare sulle nostre tavole. E’ un vero allarme quello lanciato dalla Coldiretti, che ha presentato il documento a Firenze, al Nelson Mandela Forum, in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente. Questi cibi, infatti, per arrivare nelle nostre case, affrontano dei viaggi su mezzi che inquinano parecchio. Vediamo quali sono tutti questi alimenti.

Leggi l'articolo

Spiagge e fondali puliti 2014: il rapporto di Legambiente

spiagge e fondali puliti 2014

Spiagge e fondali puliti 2014 è il nome della campagna che, curata da Legambiente, ha visto impegnati numerosi volontari, i quali si sono occupati di ripulire i litorali e le acque marine dai rifiuti che spesso si accumulano in questi ambienti. Un evento all’insegna dell’attenzione e dell’ecocompatibilità, che ha voluto stimolare tutti ad un’azione quotidiana e ad un impegno concreto, per far sentire quanto utili possano essere le azioni a sostegno di uno stile di vita che badi agli effetti dell’inquinamento. Legambiente ha proceduto ad un’analisi dei rifiuti abbandonati e ha messo a punto uno specifico rapporto sull’argomento.

Leggi l'articolo
Seguici