Test cosmetici sugli animali: le campagne per abolirli

Da molti anni si parla con crescente attenzione delle conseguenze nocive per gli animali dei test effettuati sui nostri amici a quattro zampe (ma non solo!) in merito alla sperimentazione dei prodotti cosmetici

da , il

    Test sugli animali

    Da molti anni si parla con crescente attenzione delle conseguenze nocive per gli animali dei test effettuati sui nostri amici a quattro zampe (ma non solo!) in merito alla sperimentazione dei prodotti cosmetici. Una prassi che continua a generare evidente scoramento nelle associazioni di protezione e tutela degli animali, che vedono in queste attività delle dannose e inutili vessazioni ai danni di esemplari domestici.

    La campagna europea

    Qualcosa si è tuttavia recentemente mosso a livello europeo: alle campagne nazionali contro i test sugli animali per la sperimentazione dei prodotti cosmetici si è infatti affiancata una campagna internazionale organizzata da diverse associazioni animaliste del vecchio Continente, di cui fanno parte anche alcuni gruppi italiani, come la Lega anti vivisezione. Ma di cosa si tratta? Perchè è stato reso sostanzialmente necessario l’avvio di una nuova iniziativa di tutela e sensibilizzazione?

    Il divieto dei test cosmetici sugli animali

    A ben vedere la normativa europea, entro il 2013 dovrebbe finalmente entrare in vigore il divieto di effettuare sperimentazioni sugli animali a fini cosmetici. Tuttavia è abbastanza elevato il rischio che l’introduzione del decreto possa slittare ancora, con le ovvie conseguenze negative per ciò che concerne la vita e la salute di migliaia e migliaia di animali. La decisione spetterà alla Commissione Europea, nei confronti della quale si spera – proprio attraverso la campagna intrapresa – di poter esercitare una positiva influenza.

    No cruel cosmetics

    Chi volesse approfondire i dettagli sulla campagna lo può fare attraverso il sito internet ufficiale dell’iniziativa, all’indirizzo www.nocruelcosmetics.org, dove è possibile firmare la petizione. L’obiettivo è quello di garantire in maniera certa l’adozione del decreto entro il 2013, data precedentemente stabilita, mettendo fine a questa pratica dannosa, e consentendo un miglior futuro per la vita di conigli e altri animali domestici.

    Qui altri post sul tema:

    Protezione animali: nuove norme per i test in laboratorio

    Animali: LAV in piazza contro i test cosmetici