Pomata all’arnica: la ricetta per prepararla

La pomata all’arnica è utile contro le infiammazioni e le contusioni. Vediamo insieme qual è la ricetta per prepararla in casa.

da , il

    Vediamo come si prepara la pomata all’arnica, con la ricetta tipica per questo rimedio naturale che si rivela molto importante per contribuire al nostro benessere. Le pomate a base di arnica, infatti, possono essere utilizzate per differenti usi, anche in caso di dolori o contusioni. L’arnica si dimostra un ottimo rimedio per contrastare le infiammazioni. Non è detto che per tutti i nostri disturbi dobbiamo ricorrere ai farmaci. A volte, specialmente se si tratta di problemi non particolarmente gravi, anche i rimedi messi a disposizione da Madre Natura possono fare la loro parte. Vediamo come preparare questa pomata in casa.

    Gli ingredienti

    Gli ingredienti per preparare la pomata all’arnica sono: 80 grammi di oleolito di arnica in olio di vinacciolo, 12 grammi di cera di soia, 8 ml di tintura madre di arnica, 30 gocce di olio essenziale di canfora, 30 gocce di olio essenziale di lavanda. Questi ingredienti si possono reperire facilmente presso le erboristerie.

    Il procedimento

    Scaldiamo a bagnomaria l’oleolito di arnica e la cera, arrivando ad una temperatura massima di 70 °C. Aspettiamo che la cera si sciolga completamente e poi aggiungiamo i due oli essenziali. Mescoliamo per qualche minuto e facciamo raffreddare per un po’. Versiamo la pomata in un vasetto di vetro, prima che si solidifichi. Lasciamo completare il raffreddamento e poi chiudiamo il vasetto in maniera ermetica.

    La conservazione

    La pomata all’arnica preparata in questo modo può essere conservata per molto tempo, anche per 2 anni. L’importante è che la teniamo a temperatura ambiente e lontano da fonti di calore.

    Le proprietà

    La pomata all’arnica ha molte proprietà e serve soprattutto per contrastare i segni delle contusioni, i lividi e per contrastare dolori muscolari e rigidità. E’ molto utile anche in caso di dolori articolari, di distorsioni, di stiramenti e di infiammazioni determinate dalle punture d’insetto. Tutto è merito del principio attivo chiamato timolo, che è contenuto soprattutto nelle radici della pianta. Quest’ultima è molto utilizzata anche per contrastare i problemi che derivano dai disturbi articolari a carattere reumatico e trova impiego nella formulazione di prodotti che vengono utilizzati per il massaggio sportivo. I principi attivi dell’arnica, anche i flavonoidi, oltre ad avere proprietà antinfiammatorie, sono anche antimicrobici e antidolorifici. Poiché stimolano la circolazione, favoriscono il riassorbimento dei liquidi.

    L’arnica per le ferite

    La pomata all’arnica si può applicare anche sulle ferite, come rimedio d’emergenza, specialmente se queste interessano i bambini. Questi ultimi, specialmente se molto piccoli, si possono anche rifiutare di tenere il sacchetto col ghiaccio sulla zona dolorante. Ecco perché a livello topico la pomata all’arnica può dare dei risultati straordinari. Basta sciacquare e disinfettare con dell’acqua e con qualche goccia di tintura di calendula la parte ferita. Poi si applica un po’ di unguento all’arnica, che in poco tempo verrà assorbito dalla pelle.