Come curare le piante aromatiche: 10 consigli utili

Come curare le piante aromatiche: 10 consigli utili per farle durare nel tempo e renderle rigogliose.

da , il

    Come curare le piante aromatiche? 10 consigli utili per un orto fai da te da balcone o da giardino, rigorosamente aromatico. Salvia, rosmarino, basilico, timo, sono solo alcune delle piantine che siamo soliti coltivare per insaporire i nostri piatti, specialmente nel periodo estivo. Perché lo sappiamo bene, una manciata di erbette può fare la differenza. Oltretutto sono piacevoli dal punto di vista estetico, abbelliscono e profumano le nostre terrazze e i giardini con il loro aroma fragrante. Ma come curarle per farle vivere a lungo?

    Piantale preferibilmente in primavera

    Il momento giusto per i trapianti è senza dubbio la primavera, difatti le temperature troppo calde possono compromettere il loro stato di salute.

    Piantale in giardino a 5 cm di profondità

    Se hai un giardino sotterrale a una profondità di circa 5 cm. E’ importante che il terreno sia acido, ricco di ferro e sali minerali.

    Piantale in vasi abbastanza profondi

    Se le tue piantine aromatiche sono destinate ai vasi, la profondità dovrà aggirarsi intorno ai 10 cm. E’ consigliabile piantarle a una certa distanza l’una dall’altra.

    Scegli un angolo abbastanza soleggiato

    Che tu decida di piantarle in giardino o nei vasi in terrazzo, la raccomandazione non cambia: posizionale in un angolo soleggiato, per un minimo di 5 ore al giorno.

    Scopri quali sono le piante per balconi soleggiati

    Annaffiale di sera

    In via generale le piante, non solo aromatiche, vanno annaffiate di sera o al mattino presto, quando le temperature non sono troppo elevate e non c’è quindi rischio di danneggiarle.

    Prediligi vasi singoli

    Se hai a disposizione un balcone o un terrazzo, prediligi vasi singoli. In caso contrario, evita di piantare qualità diverse insieme, potrebbero avere esigenze differenti.

    Prediligi concimi naturali

    Per le piante aromatiche il concime migliore è senza dubbio quello naturale. Sporca l’acqua con un po’ di letame naturale, ogni giorno. Se non ne hai a disposizione, in commercio trovi valide alternative.

    Evita pericolosi ristagni

    E’ una regola valida universalmente per le piante, aromatiche e non. Anche se l’annaffiatura deve essere quotidiana, è bene verificare lo stato di umidità del terreno per evitare eventuali ristagni. Il drenaggio è fondamentale.

    Se sei alle prime armi, prediligi le piante più semplici da coltivare

    Le piante aromatiche più facili da gestire nel tempo sono: basilico, salvia, timo, rosmarino, prezzemolo, maggiorana, menta.

    Se le pianti in vaso, utilizza terriccio e compost

    Per assicurare alle tue piantine lunga vita, anziché utilizzare solo terriccio, aggiungi del compost. Altrimenti opta per un terriccio particolarmente ricco.

    Scopri 10 consigli per il tuo orto