Coltivare secondo la luna: perché e in che modo

Coltivare secondo la luna: scopriamo perché e in che modo farlo.

da , il

    Coltivare secondo la luna, perché e in che modo? Nonostante non sia mai stata provata scientificamente, l’influenza della luna sul raccolto è una credenza assodata. Ogni buon contadino conosce le fasi lunari e in base ad esse sa cosa piantare, quando e come farlo. Secondo la tradizione la luce lunare risulterebbe infatti molto più penetrante di quella solare e per questo si ritiene da secoli che influenzi maggiormente il processo di germinazione che avviene sotto terra.

    Perché coltivare secondo la luna

    Come premesso secondo le credenze popolari in materia, la luce lunare riuscirebbe a penetrare in profondità nel terreno, molto più di quanto riesca a fare quella solare. Ciò significa che esercita un ruolo di primo piano nel processo di germinazione, migliorando non tanto l’aspetto quanto la qualità e il gusto dei prodotti coltivati nel rispetto delle fasi lunari. Senza contare che questo genere di coltivazione permette di fare a meno di sostanze chimiche e fertilizzanti nocive, rimpiazzate dall’osservazione e dal rispetto del calendario lunare.

    Scopri come coltivare l’orto fai da te sul balcone

    In che modo coltivare secondo la luna

    Per coltivare secondo la luna è importante individuare gli effetti dei diversi tipi di luna. La luna crescente, per esempio, si ritiene influenzi lo sviluppo vegetale delle piante e la risalita delle linfe verso la superficie, è quindi il tempo del raccolto e della crescita, mentre la luna calante renderebbe la terra ricettiva e favorirebbe il ritiro delle linfe verso la radice, sarebbe quindi il tempo della semina e delle radici. Inoltre gli ortaggi che si sviluppano in altezza, fuori dal terreno, andrebbero seminati proprio in luna crescente, al contrario quelli che si sviluppano sotto terra o a cespo in luna calante.

    Cosa seminare e coltivare a seconda della luna

    Più in generale la luna crescente sarebbe adatta alla semina di cereali, alla raccolta di erbe officinali e ortaggi da frutto, alla potatura di alberi deboli, all’innesto a spacco. La luna calante sarebbe ideale per il trapianto di ortaggi da radice, la potatura di alberi vigorosi, gli innesti a gemma, la vendemmia e la mietitura. Ci sono poi la Luna Nuova, ideale per la semina della cicoria, e la Luna Piena, perfetta per piantare i tuberi di dalia.

    Scopri perchè gli italiani amano l’agricoltura biologica nel tempo libero