Sarah Scazzi: canile-rifugio in suo ricordo presto realtà

canile rifugio
Il viso e il ricordo della piccola Sarah Scazzi rimarrà impresso nelle nostre memorie per molto tempo. Se ne è parlato e -purtroppo- se ne continuerà a parlare a lungo di questo delitto che ha lasciato sgomenti tutti, non solo il paese di Avetrana ma l’Italia intera (e oltre). Non vogliamo soffermarci sui tratti atroci della vicenda perchè non ci compete, e anzi in tutto questo marcio vogliamo mostrarvi l’unico “raggio di sole” che si può trovare. Ovvero, il fatto che per volere della famiglia Scazzi, in nome della dolce Sarah verrà realizzato un rifugio per animali randagi.

La dolce Sarah amava molto gli animali, in particolar modo i cani. Tutti gli amici e molti concittadini del paese tarantino dove la ragazza abitava lo sapevano. La esile ragazzina dai capelli dorati amava soprattutto un cane randagio, un meticcio femmina che assomiglia un pò a un pastore tedesco. Ci si era affezionata, lei, adesso che è scomparsa a prendersene cura ci penserà un volontario dell’Enpa di Otranto. Il primo piccolo passo verso il progetto ambizioso al quale, in nome di Sarah, i familiari ambiscono.
 
Tra i mille sogni di una quindicenne italiana come tante c’era infatti quello di aprire un centro di accoglienza per animali abbandonati, proprio nella sua Avetrana. Ci penserà prima di tutti il fratello Claudio a portare avanti il desiderio della amata sorellina.
Con l’aiuto del Comune, di altri enti pubbici e privati e con il contributo dell’Italia intera (il primo è stato fatto dalla giornalista Barbara Palombelli) il progetto può diventare realtà.

0 thoughts on “Sarah Scazzi: canile-rifugio in suo ricordo presto realtà

  1. Ho seguito passo dopo passo tutte le notizie su sarah, non ho intenzione di ripetere,ma seguirò fino alla fine ogni news per sarah.
    Finalmente si parla anche del sogno dei suoi famigliari,un canile in memoria di sarah che sicuramente divverrà realtà.
    Non potrebbe essere altrimenti….per SARAH….bau bau..

  2. Sono felice per questa iniziativa concreta. Sono queste le cose che renderebbero felice Sarah se fosse qui, piuttosto che l’accanimento mediatico e la sete di vendetta a tutti i costi.Che la verità venga a galla, la “vera verità”. Sarah proteggi questi piccoli esseri indefesi ed innocenti che si rivelano a volte migliori dell’uomo per la loro purezza e bontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *