Afidi: 10 rimedi naturali per proteggere in modo efficace e biologico le piante del tuo giardino

Come combattere gli afidi? Meglio evitare gli insetticidi e puntare sui rimedi naturali: eccone 10 molto utili per proteggere le piante del giardino

Pianta ricoperta da afidi
Foto Shutterstock | Aleksandr Rybalko

Vengono anche chiamati “pidocchi delle piante”, parliamo degli afidi, parassiti che infestano orti e giardini, succhiando la linfa delle piante. Proteggerle è importante se vogliamo mantenerle in salute ed evitare i danni causati dagli afidi, ma non vale la pena ricorrere a prodotti chimici.

Se hai davvero un’anima green, puoi affidarti alle soluzioni che ci mette a disposizione Madre Natura. Dai macerati a base di aglio a quelli di ortiche, dal sapone di Marsiglia alla cannella. Senza contare che numerosi sono i predatori animali che ci aiutano a combattere i parassiti, dalle coccinelle alle vespe. Ecco allora contro gli afidi, 10 rimedi naturali per proteggere in modo efficace e biologico le piante del tuo giardino.

Macerato d’aglio e peperoncino

Il macerato d’aglio e peperoncino è un ottimo rimedio naturale per combattere gli afidi. Si prepara in maniera molto facile. Basta versare in due litri d’acqua, 3 spicchi d’aglio schiacciati e del peperoncino. Lascia macerare al sole per 4-5 giorni e spruzza la soluzione direttamente sulle foglie della pianta.

Sapone di Marsiglia

sapone di marsiglia
Foto Shutterstock | Fotema

Il sapone di Marsiglia è un ottimo rimedio naturale anti-afidi. Versa 2 cucchiaini di sapone liquido o in scaglie in un litro d’acqua calda e una volta raffreddata, spruzza la soluzione direttamente sulla pianta. Occhio però a spruzzarla esclusivamente in tarda serata su piante non in fiore e in buona salute.

Macerato di tabacco

Anche il tabacco è un ottimo insetticida ma attenzione perché è molto forte e potenzialmente tossico.

  • Il tabacco essiccato va versato in acqua e lasciato a macerare per 24/48 ore, la soluzione va quindi spruzzata sulle foglie della pianta infestata dopo essere stata filtrata.
  • Attenzione alle dosi: ogni litro d’acqua bastano circa 5 gr di tabacco secco.

Macerato di peperoncino

Al posto dell’aglio o dell’ortica, puoi utilizzare anche il peperoncino. Con questo ingrediente (ne basta 1) prepara una soluzione a base di 1 litro d’acqua e 3 grammi di sapone molle potassico.

  • Versa tutti gli ingredienti in un mixer e sminuzzali bene per un paio di minuti.
  • Filtra bene la soluzione e versala in uno spruzzatore.
  • Nebulizza la soluzione sulle piante infestate dagli afidi.

Rondini

Specialmente se abiti in campagna, puoi avvalerti anche dell’incentivazione della presenza di uccelli, come, ad esempio, le rondini, che si nutrono non solo di larve, vermi e insetti ma anche di afidi. Se vuoi attirare le rondini, evita assolutamente l’utilizzo di insetticidi e pesticidi nel tuo giardino e considera che amano le aree aperte e particolarmente erbose.

Coccinelle

coccinella
Foto Shutterstock | Michal Kimmel

Un altro metodo consiste nell’incentivare nelle piante la presenza delle coccinelle, che non causano danni e aiutano la crescita della vegetazione. Le coccinelle si nutrono infatti di acari e afidi.

Come attirarle? Innanzitutto bisogna evitare l’utilizzo di insetticidi, e tenere presente che alcune piante le attirano più di altre. Potrebbe essere utile collocarle quindi in prossimità delle piante che vuoi proteggere. Tra queste si annoverano cavolfiori, cavolo broccolo, fiori come calendula e tarassaco, ma anche timo e ortica.

Acqua

Uno dei segreti per far allontanare gli afidi dalle piante è quello di annaffiarle abbondantemente, con la semplice acqua. Adotta un getto forte, anche se devi stare attento a non rovinare i fiori e le foglie. E ovviamente attenzione anche a eventuali ristagni. Con l’acqua gli afidi si riverseranno a terra.

Macerato di ortica

Il macerato di ortica è un altro rimedio naturale che può essere utilizzato contro gli afidi che infestano le piante, visto che l’ortica è un ottimo repellente. Come prepararlo?

  • Raccogli delle ortiche fresche, riducile a pezzi e versale in un recipiente riempito con acqua.
  • Posiziona il recipiente al sole, in un luogo caldo, e di tanto in tanto mescola la soluzione, che dovrà macerare almeno per 5 giorni, non di più.
  • Filtra il macerato e spruzzalo prima sulle foglie e sulle parti della pianta più infette, successivamente sul resto della pianta. Procedi con questa operazione preferibilmente di sera.

Macerato di pomodoro

Anche il macerato di pomodoro è un alleato naturale nella lotta contro gli afidi. Puoi prepararlo utilizzando fusto e foglie, circa 300 grammi, mettendoli a macerare in un litro d’acqua. Dopo 4-5 giorni dovrai filtrare la soluzione e versarla in un nebulizzatore, quindi spruzzarla di sera sulle piante.

Cannella

cannella
Foto Shutterstock | Michal Kimmel

La cannella è un potente rimedio naturale contro gli afidi. In particolare si può utilizzare l’olio di cannella di Ceylon, che va acquistato in erboristeria.

In questo caso devi innanzitutto lavare le piante con semplice acqua, dopodiché versare 4 litri d’acqua in un nebulizzatore e qualche cucchiaino di olio di cannella, che non deve superare l’1% del totale. La soluzione va nebulizzata sulla pianta.