Home Riciclo Rifiuti Riciclo asfalto: una pratica green ancora poco diffusa in Italia

Riciclo asfalto: una pratica green ancora poco diffusa in Italia

Il riciclo di asfalto è una pratica molto diffusa in vari paesi europei ma in Italia non altrettanto, nonostante sia considerata utilissima dal punto di vista ambientale e persino economico.

Il riciclo asfalto è una pratica ormai diffusa in diversi paesi perché si inserisce perfettamente nell’economia circolare, ma in Italia, a quanto pare, è ancora sotto la media europea. Nonostante la situazione sia migliorata raggiungendo un 25% di riciclo delle pavimentazioni nel 2019, la media risulta comunque bassa, dal momento che gli altri paesi europei ne riciclano circa il 60%. A diffondere questi dati è la Siteb, associazione strade italiane e bitumi.

Basti pensare che la Germania ne recupera circa l’84%, la Francia il 70%, i Paesi Bassi il 71%. Il riciclo, da loro, non è eccessivamente tortuoso: se il rifiuto è considerato recuperabile, il riciclo avviene in modo rapido, dato che la normativa sui rifiuti è meno articolata che in Italia. Idem la burocrazia.

I vantaggi del riciclo asfalto

Il materiale che viene riciclato è il fresato d’asfalto, materiale di pavimentazione in asfalto rimosso dalle superfici pavimentate. Riciclo, questo, che comporta innumerevoli vantaggi, sia economici che ambientali. Secondo Siteb, se ogni anno venissero riciclate in Italia tutte le pavimentazioni stradali rimosse, ci sarebbe un risparmio di materie prime di 1,2 miliardi di euro.

D’altra parte il riciclo asfalto comporterebbe una riduzione drastica delle emissioni inquinanti perché diminuirebbero le importazioni di petrolio, si utilizzerebbero meno le cave, ci sarebbero meno costi di lavorazione e meno trasporti di materie e una riduzione dei costi di smaltimento dello stesso fresato e della manodopera.

Ma l’Italia è ancora una delle maggiori produttrici di conglomerato bituminoso, l’asfalto utilizzato nelle strade, che viene ancora privilegiato rispetto al fresato, vale a dire il residuo dell’asfalto rimosso.

Esattamente il contrario di quello che succede in altri paesi europei, che considerano il fresato un materiale prezioso, una volta che è stato ripulito da eventuale catrame. Difatti se viene riciclato correttamente, il fresato d’asfalto funziona praticamente come l’asfalto vergine.