Home Alimentazione Sana Plastica nel microonde, le regole da seguire

Plastica nel microonde, le regole da seguire

Si possono usare i contenitori di plastica nel microonde? Sì, ma non tutti! Esistono in commercio diversi contenitori, come i piatti di plastica o i sacchetti di plastica per microonde, che sono perfettamente adatti alla cottura nel forno a microonde. Questo perché sono fatti di materiali specifici che permettono loro di non degradarsi con le onde elettromagnetiche durante la fase di riscaldamento e cottura dei cibi. Per riconoscere facilmente quale plastica va nel microonde c’è un simbolo a cui fare attenzione.

Il simbolo del microonde sui contenitori di plastica

Mettere il cibo da riscaldare in piatti di plastica nel microonde ci facilita la vita, specialmente se non abbiamo tanto tempo per cucinare. La plastica rientra tra i materiali più adatti al microonde, ma solo se specifica, altrimenti si corre il rischio non solo che i contenitori si deformino, ma peggio che si fondano. Pertanto occorre accertarsi che su di essi sia riportata l’indicazione ‘resistente al calore’, almeno 140 gradi.

Simboli Microonde
Avector | Shutterstock

Come potete vedere dall’immagine riportata, il simbolo presente sui contenitori adatti al microonde è genericamente un disegno di tre onde stilizzate sovrapposte. Possono trovarsi da sole o all’interno di un altro disegno stilizzato di un forno. E’ possibile anche la presenza della scritta microwave oven safe. Per non rischiare riscaldate o cuocete i cibi solo in contenitori di plastica adatti al microonde su cui trovate questo simbolo stampato o inciso.

In genere, i contenitori per la conservazione dei cibi possiedono una etichetta con le indicazioni sull’uso e sulle temperature ideali per poterli usare in tutta sicurezza. Esistono recipienti in plastica per la cottura nel microonde che sono adatti anche per l’uso nel congelatore. In tal modo è possibile adoperare lo stesso recipiente per congelare, scongelare e riscaldare i cibi. Il consiglio è di utilizzare contenitori di plastica resistenti al calore e anche alle basse temperature (fino a – 40°C).

Cosa succede se usi una plastica non adatta

La maggior parte dei contenitori da asporto, vaschette o vasetti per margarina, bicchierini da yogurt o contenitori per alimenti come crema di formaggio, maionese e senape, non vanno nel forno a microonde. Questo perché sono composti da plastica che non è adatta a questo tipo di elettrodomestico. Questi contenitori potrebbero ammorbidirsi e sciogliersi, lasciando tracce di agenti chimici nel vostro cibo.

I contenitori take away, quando non hanno specifiche indicazioni, contengono metalli all’interno e questo potrebbe comportare un danno al vostro microonde. Se avete dubbi sull’usare o meno contenitori di plastica come i contenitori take away che non presentano il simbolo del microonde, trasferite la pietanza in contenitori di vetro o ceramica – che è possibile anche rivestire di carta forno – sicuramente più adatti.

I sacchetti di plastica, anche se per uso alimentare, non vanno inseriti in questo tipo di elettrodomestico, a meno che non ci sia il simbolo di cui abbiamo parlato prima.

Cosa fare con i piatti già pronti che possono essere cucinati o riscaldati? In tal caso è bene leggere attentamente le istruzioni riportate sulla confezione su come preparare quel piatto. Soprattutto rispettando i tempi di cottura e aprendo il contenitore lasciandolo libero dal coperchio, se non c’è specificato altro. Va ricordato che i contenitori di plastica per microonde, in questi casi, sono formulati per essere usati una sola volta, quindi devono essere smaltiti correttamente dopo l’uso.