Influenza H1N1, vaccino sicuro anche con squalene?

[galleria id=”493″]Le vittime dell’influenza A/H1N1 salgono a 58, e ormai ovunque si parla di pandemia. Tutti si domandano se i vaccini attualmente distribuiti siano sicuri, infatti a quanto pare al loro interno è contenuto un componente, lo squalene, dai più ritenuto tossico. Non si è fatta attendere una dichiarazione chiarificatrice: scopriamo insieme di cosa si tratta.

Sebbene in molti avessero fatto polemiche riguardo i presunti effetti collaterali del rimedio contro l’influenza suina recentemente distribuito in gran parte dell’Italia, il Presidente del Consiglio Superiore della Sanità, Franco Cuccurullo, ci tiene a precisare che: “Lo Squalene, un termine apparentemente inquietante per definire un precursore del colesterolo, in realtà è una sostanza naturale ben conosciuta e prodotta da tutti gli organismi superiori, inclusi gli esseri umani. Lo squalene viene utilizzato come adiuvante nei vaccini, per migliorare la risposta anticorpale. MF59, uno degli adiuvanti maggiormente utilizzati, è un’emulsione di olio (squalene) in acqua. In particolare, l’adiuvante MF59 contiene: squalene 9.75 mg, polisorbato 80 1.175 mg, sorbitan trioleato 1.175 mg. L’impiego di vaccino adiuvato con MF59 per l’influenza stagionale e’ stato licenziato dall’Unione Europea sin dal 1997e, da allora, ne sono state distribuite circa 45 milioni di dosi. La solidita’ dei dati sulla sicurezza e l’efficacia di MF59 e’ confermata da ampi studi di farmacovigilanza,effettuati nell’arco temporale tra il 1997 e il 2006, periodo durante il quale oltre 27 milioni di individui hanno ricevuto vaccinazioni anti-influenzali stagionali con formulazioni vaccinali che contenevano tale adiuvante“.
 
Prosegue ancora Cuccurullo: “Numerosi studi epidemiologici nonche’ rilevazioni post-marketing del sistema di Farmacovigilanza italiano che fa capo all’AIFA non hanno evidenziato differenze significative, per quanto riguarda le reazioni avverse, fra i vaccini antinfluenzali stagionali adiuvati con MF59 e quelli non adiuvati. Inoltre, il modello di sviluppo del vaccino pandemico (derivato da ricerche che durano diversi anni) e’ predisposto prima del diffondersi della pandemia e viene preventivamente approvato a livello europeo e/o internazionale (procedura centralizzata)“. Insomma, facendo fede a quanto appena detto dovremmo stare tranquilli perchè il vaccino è innocuo, tollerabile e privo di controindicazioni.
 
Sebbene questi interventi rassicuranti siano stati fatti per fugare qualsiasi perplessità riguardo la tossicità dello squalene, siamo sicuri che molti lettori nutrono ancora dubbi. Secondo voi, allora, bisogna fidarsi delle parole delle varie Autorità competenti italiane oppure lo stato di allerta deve proseguire? Attendiamo i vostri sinceri commenti.
 
Immagini tratte da:
tantasalute.it
tibereide.it
tendenzeonline.info

0 thoughts on “Influenza H1N1, vaccino sicuro anche con squalene?

  1. Il problema non è che lo squalene sia tossico, questo non lo dice nessuno.
    Al contrario, proprio perchè lo squalene è una sostanza presente nel corpo umano che viene utilizzata come coadiuvante del vaccino, il rischio è quello che oltre a crearsi gli anticorpi per il viruss, si creino anche gli anticorpi per lo squalene, dando il via ad una reazione autoimmune
    vedi in http://www.pane-rose.it/files/index.php?c3:o16262

  2. Salve, ho 39 anni e sono in dialisi, ho fatto il vaccino h1n1, però adesso mi attanaglia la paura del tiomersal a base di mercurio etilico in quanto la dialisi non filtra i metalli, essendo, praticamente, quasi in anuria, avrò gravi conseguenze ??? Cordiali saluti.

  3. Carissimo E,
    purtroppo io non posso darle le risposte che cerca perchè sono una semplice redattrice. Data la specificità del suo caso, temo che difficilmente riuscirà a trovare indizi su internet. Pertanto, la invito a contattare quanto prima il suo medico di base. Auguri per tutto!

  4. Ho fatto il vaccino h1n1 un mese fa, e non sto ancora bene, ho ancora spesso i brividi, stanchezza, e qualche reazione allergica sul braccio e pelle, i primi girni ho dovuto ricorre all’antistaminico. se tornassi indietro non lo rifarei, ho sempre fatto tutti gli anni quello per l’influenza normale e non ho mai avuto un problema, sarà per colpa dello squalene che hanno messo in questo…

  5. Bisogna fare un calcolo di costi-benefici..
    Anche gli antibiotici spesso hanno pesanti effetti collaterali ma penso che nessuno si riiuti di prenderli, se servono. Se questo squalene provoca davvero tutti questi danni come mai non si vedono più casi in giro?
    Sono ormai decenni che il vaccino influenzale viene somministrato agli anziani e alle categorie a rischio ma io non vedo tutte queste persone paralizzate o con gravi malattie autoimmuni. Alla fine credo che, come ogni farmaco e come ogni attività umana, anche il vaccino abbia dei possibili effetti collaterali, ma che i benefici siano di gran lunga superiori e sotto gli occhi di tutti..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *