Home Eco Natale 8 consigli per un Natale sostenibile

8 consigli per un Natale sostenibile

Quest'anno fai in modo che il tuo Natale sia sostenibile. Sarà facile seguendo questi 8 consigli per festività eco-friendly

Il Natale è tempo di gioia e di festa, ma quest’anno fai in modo che sia generoso anche nei confronti di Madre Terra. Anziché mandare in vacanza la sostenibilità, celebra questo importante momento in chiave green, evitando gli sprechi e riducendo il più possibile il tuo impatto ambientale. Le tue scelte, insieme a quelle di tante altre persone, fanno eccome la differenza. E la natura ringrazia!

Ma come rendere il tuo Natale sostenibile? Ecco 8 consigli per riuscirci passando dalla scelta (giusta) dell’albero ai regali, dagli addobbi (preferibilmente di riciclo) al cibo del pranzo o del cenone.

Un Natale sostenibile è possibile

Divertirsi insieme ad amici e parenti è importante durante le festività natalizie, ma non dimentichiamo di prenderci cura dell’ambiente. Richiede rispetto anche e soprattutto in questi periodi dell’anno, quando tendiamo a lasciarci prendere un po’ troppo la mano dagli sprechi. Vediamo insieme come fare.

1. Crea un albero di Natale sostenibile

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie è lecito domandarsi se, a livello di sostenibilità, sia meglio un albero di Natale artificiale o vero. Entrambi presentano vantaggi e svantaggi: l’albero di Natale artificiale dura più tempo e può essere quindi riutilizzato per molti anni. D’altra parte l’albero di Natale vero può essere ripiantato purché abbia abbastanza radici e resista al periodo trascorso in casa, cosa per nulla scontata. Molti alberi purtroppo non ce la fanno.

L’alternativa più green è l’albero di Natale fai da te realizzato con materiali alternativi, per esempio con un semplice ramo, decorazione molto diffusa nelle località di montagna, oppure con pallet riciclati o cartone.

2. Ricicla i vecchi addobbi o realizzali con le tue mani

Gli addobbi degli anni passati andrebbero riutilizzati di anno in anno onde evitare sprechi, ma se proprio non ti piacciono puoi sempre regalarli ad amici e parenti oppure rivisitarli in chiave creativa.

Sapevi, per esempio, che le vecchie palline di Natale si possono dipingere? Scegli un motivo a tuo piacimento, riproducilo su un foglio di carta e poi trasponilo sulla pallina con l’aiuto di pennello e colori acrilici. Grazie al fai da te puoi creare tanti altri lavoretti natalizi con materiale di riciclo: alberelli di carta, stelle di Natale con rami, ghirlande con arance essiccate, lavoretti di feltro. Largo spazio alla fantasia!

3. Privilegia regali artigianali o fai da te

Se hai un animo creativo, perché non realizzare i regali per amici e parenti con le tue mani? Non c’è niente di più tenero di un pensiero handmade. Ma se non te la senti, ti consigliamo di puntare su regali artigianali, che puoi trovare su Etsy, direttamente negli shop dei creativi o andando a trovarli nelle loro botteghe, un’ottima occasione per scambiare quattro chiacchiere e scoprire quanto impegno c’è dietro un prodotto fatto a mano.

In alternativa dai un’occhiata ai mercatini di Natale della tua zona, dove tanti artigiani espongono e vendono le proprie meraviglie. Ci puoi trovare di tutto, dalle candele artigianali ai giochi di legno per bambini, dai profumi alle illustrazioni, dagli oggetti personalizzati alle decorazioni per la casa. Privilegia ovviamente i prodotti realizzati con materiali green!

4. Scegli luci a led per le luminarie

Luminarie a incandescenza o a led? Decisamente meglio le seconde perché, nonostante costino un po’ di più, consumano meno e durano di più. Non lasciarle accese tutto il giorno però, meglio la sera. Inoltre non dimenticare che le candele sono molto scenografiche e puoi quindi utilizzarle a loro volta per creare atmosfera. Occhio soltanto a spegnerle prima di andare a dormire onde evitare rischi.

5. Confeziona i regali con materiali sostenibili

Siamo abituati a confezionare i regali con la solita carta regalo, ma esistono numerose alternative green di grande impatto. Se hai delle vecchie stoffe o un vecchio foulard, per esempio, puoi utilizzarli per impacchettare i tuoi regali sfruttando l’antica arte giapponese del Furoshiki. Evita invece l’utilizzo del classico scotch, rimpiazzandolo con del cordoncino grezzo.

6. Privilegia prodotti locali per il cenone o il pranzo di Natale sostenibile

Se stai preparando il menu del cenone o del pranzo di Natale, quest’anno fai in modo che sia il più sostenibile possibile. In che modo? Ecco qualche suggerimento:

  • limita il consumo di carne;
  • privilegia prodotti locali o perlomeno nazionali;
  • evita gli imballaggi inutili quando fai i tuoi acquisti. Soprattutto quelli in plastica e acquista piuttosto prodotti sfusi;
  • privilegia alimenti biologici e prodotti del Commercio Equo e Solidale che hanno a cuore sia i diritti dei lavoratori che il Pianeta.

7. Fai regali solidali

Regali artigianali e handmade sono perfetti, ma non dimenticare anche qualche pensiero all’insegna della solidarietà. Sia nei confronti delle persone in difficoltà, sia indirizzati alla salvaguardia del Pianeta. Qualche esempio? Emergency ti consente di donare il diritto alla cura alle vittime di guerra e povertà proponendo, per il Natale, numerose idee regalo acquistabili sia online che presso gli stand dal vivo.

Ed esistono molte altre associazioni e fondazioni, basti pensare a Medici Senza Frontiere, che propongono regali solidali in occasione delle festività. Per quanto riguarda l’ambiente, puoi regalare un albero, una parte di foresta o le intramontabili e simpaticissime matite da piantare, perfette anche per i più piccoli.

8. Non buttare gli avanzi

Succede spesso di preparare più cibo di quanto serva ma cerca di limitare le quantità, non è una gara! E se dovessero comunque rimanere degli avanzi, abbi cura di metterli da parte conservandoli nel modo giusto, così da poterli consumare nei giorni successivi.

È davvero un peccato buttare via tante delizie, soprattutto se sono in buono stato. Per evitare sprechi, limita anche le quantità nel piatto di ciascun ospite. Se dovesse volerne ancora, puoi sempre aggiungere.