Home Vivere green Come curare i gerani, la guida per farli crescere rigogliosi

Come curare i gerani, la guida per farli crescere rigogliosi

Come curare i gerani: ecco i consigli utili sul momento ideale per annaffiare i gerani, come prevenire e curare le malattie e farli crescere rigogliosi

Come curare i gerani? Tipici fiori da davanzale, i gerani hanno molteplici caratteristiche positive: sono assolutamente colorati, belli da vedere, decorativi per finestre, balconi e terrazzi e non così sono difficili da mantenere. Inoltre sono ottimi anche come rimedi naturali per allontanare le zanzare. Ecco perché non dovrebbero mai mancare nella casa di chi ha il pollice verde, ma anche di chi crede di avere il pollice nero, perché prendersi cura di queste piantine non è affatto complicato e tutti possono coltivarle.

Basta soltanto seguire alcune semplici regole, a seconda della varietà di geranio che scegliamo, siano essi gerani edera, gerani parigini o gerani tirolesi, solo per citare alcune specie. Regole che aiutano a far crescere queste piante in maniera adeguata e rigogliose. Per farlo, però, si deve fare attenzione a diversi aspetti. L’esposizione al sole, la quantità di acqua da dare, la concimatura e, non meno importante, la scelta dei vasi. Nonchè il rinvaso, le varie stagioni in cui è bene compiere tutte le operazioni necessarie alla cura e l’esplosione di colori durante la fioritura. Ecco, quindi, tutti i consigli utili su come curare i gerani.

Innanzitutto è bene sapere che i gerani di origine caucasica preferiscono il sole, mentre quelli di montagna vivono bene nella frescura e nella penombra. Bisogna, perciò, scegliere con cura la tipologia di gerani a seconda della collocazione e della temperatura tipica del luogo in cui viviamo.

Per curare i gerani in modo perfetto è bene sapere che la temperatura tollerata tra i 15 e i 25°C. Durante lo sviluppo dei boccioli, invece, il geranio non andrebbe tenuto in pieno sole. Il geranio non ama il freddo quindi, durante il periodo invernale, è bene posizionare la pianta in un angolo protetto del balcone o addirittura dentro casa, avendo cura però di non posizionarlo vicino a caminetti e termosifoni. 

Indietro

Coltivazione dei gerani in vaso

Per curare i gerani in modo che crescano belli, rigogliosi e in salute, occorre saper scegliere i vasi e la terra giusti. Ideali sono i vasi di terracotta, da preferire a quelli in plastica, perché aiutano il terreno a traspirare. Inoltre non devono essere troppo grandi, il diametro giusto è tra i 18 e i 20 cm, perché in questo modo si aiuta la pianta a distanziare bene le radici e a non farle proliferare troppo a discapito di foglie e fiori. Per quanto riguarda il tipo di terreno, invece, è consigliabile utilizzare un terriccio di torba e terra argillosa, fresco, fertile e ben drenato. Sul fondo del vaso sarebbe bene mettere della ghiaia e un po’ di terreno universale. In commercio esistono in ogni caso terricci appositi per i gerani.

La posizione ideale dei gerani dipende, come detto, dalla varietà del geranio scelto. Penombra per quelli di montagna, sole per quelli caucasici, ma in generale vanno protetti dal vento con fogli di tessuto non tessuto, dal gelo trovando loro un posto dentro casa – soprattutto nel nord Italia dove le temperature sono più rigide – , o un posticino protetto del balcone se il clima è mite.

Nel mondo esistono più di 1000 varietà di gerani, più le interspecie nate da incroci di specie differenti. Tra quelle disponibili in Europa, secondo il Pelargonium for Europe (PfE), le più popolari sono: i gerani zonali, in assoluto i più diffusi e adatti sia per balconi e terrazzo, che per la decorazione di aiuole e giardini, quindi da coltivare direttamente a terra. I gerani edera o gerani rampicanti, con il loro bellissimo movimento a cascata e viticci che arrivano fino a 1,5 metri di lunghezza, e quindi adattissimi a balconi posti in alto (questi gerani sono “autopulenti” nel senso che le parti secche solitamente cadono da sole); gerani regali, caratterizzati da fiori molto grandi e molto colorati. I gerani odorosi, meno appariscenti, ma con fiori variegati, delicati e soprattutto profumati; i gerani parigini, che crescono bene nei climi mediterranei e hanno anche essi, come i gerani edera, una fioritura a cascata.

Indietro