Animali: On. Brambilla vuole ingresso libero nei luoghi pubblici

michela vittoria brambilla animali
L’On. Brambilla ha le idee chiare sul tema degli animali: vuole che tutti i luoghi pubblici concedano il libero ingresso agli amici a quattro zampe domestici. Cani (e gatti) al guinzaglio quindi anche negli uffici postali e sui mezzi di trasporto pubblico senza problemi. Non tutti sanno che Michela Vittoria Brambilla è un’appassionata di animali, ma adesso con questa proposta anche i più scettici saranno d’accordo con questa affermazione. Con la preziosa collaborazione dell’Anci, forse l’ordinanza potrà diventare realtà in tutti i comuni d’Italia.

La particolare ordinanza prototipo riguarda il suolo pubblico e in un paragrafo prevede che “Ai cani accompagnati dal proprietario o da altro detentore è consentito l’accesso a tutti i luoghi pubblici o aperti al pubblico, compresi gli uffici pubblici, i giardini e i parchi è fatto obbligo di utilizzare il guinzaglio e, ove sia necessario, anche l’apposita museruola. Qualunque deiezione degli animali stessi deve immediatamente essere rimossa a cura del proprietario/detentore, che dovrà essere munito di paletta/raccoglitore e riposta negli appositi contenitori. È fatto divieto di utilizzare collari elettrici nonchè di utilizzare fuochi d’artificio o petardi in luoghi pubblici, con esclusione delle giornate di festa stabilite dal calendario (Capodanno, dove tral’altro i botti spaventano molto gli amici animali, ndr.)“.
 
Anche per il trasporto pubblico, come appunto evidenziavamo sopra, la proposta è valida. Infatti sempre la famosa ordinanza enuncia che “è consentito l’accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel territorio comunale. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura“.
 
Ma anche gli esercizi commerciali e pubblici (es. case di riposo) non sono esenti da tale proposta. Tanto che il Ministro Brambilla vorrebbe far sì che questi si possano opporre all’accesso degli animali solo facendo regolare richiesta scritta alle autorità competenti e motivandola “sulla base di concrete esigenze di tutela igienico sanitaria sussistenti nel caso di specie“. Consoliamo i proprietari di attività commerciali che non otterranno il nulla osta dicendo loro che è statisticamente provato: i negozi aperti agli animali fanno gli affari migliori!

0 thoughts on “Animali: On. Brambilla vuole ingresso libero nei luoghi pubblici

  1. caora brambilla i cani devono fare i cani le persone le persone non è possibile integrare queste due specie
    per tanti motivi. il primo: le malattie infettive che questi possono trasmettere, il secondo bisogna avere rispetto di quelle persona che vogliono stare lontano dai cani e per colpa degli amanti devono per forza convivere questa non è libertà
    ma imposizione di una cosa. Ciao

  2. Assolutamente NO! Chi vuole stare con gli animali stia con gli animali, che non hanno mai avuto bisogno di case, bar, hotel, ristoranti, etc. Sono loro padroni e tutori che hanno bisogno df loro: se ne vadano quindi con i “loro amichetti” nelle varie stalle cucce e vivano in pace, non rompendo con le loro psicosi gli altri umani, che gli anomali ce li mangiamo al ristorante. E si imparino a mangiare nella ciotola con loro

  3. L’On. Brambilla non ha altro a cui pensare? Per una visita medica da un neurochirurgo devo aspettare quattro mesi;mia madre non autosofficiente è
    assistita da una badante rumena che mi costa 18mila euro l’anno e la Brambilla si preoccupa dei cani!

  4. E’ evidente che alla Brambilla si preoccupa più degli animale che delle tante persone che sono senza lavoro e senza stipendio.
    Consiglio la Brambilla di portare i suoi cani dentro Montecitorio e verificare cosa dicono i suoi colleghi onorevoli.
    Nel mio negozio un cane non entrerà mai, mai.

  5. Sono completamente d’accordo con il Ministro Branbilla, Gli animali sono come noi, hanno sentimenti (molte volte migliori di quelli umani) sanno amare più di noi e meritano di essere rispettati, soltanto gli imbecilli possono negare loro questi diritti, I grandi uomini a partire da Leonardo da Vinci li difendevano, peraltro costoro nella loro gretta ignoranza, non comprendono neanche che una società che difende i diritti animali è una società evoluta che difende anche i diritti umani. Complimenti Ministro, ho già avuto modo di apprezzarla per altre prese di posizione in difesa degli animali, continui così, ci sarà sempre qualche “criticone” ma tenga conto che il popolo italiano in generale ama gli animali, come gli ama lei.
    Saluti e stima un suo ammiratore

  6. Vorrei soltanto ricordare che in quanto a malattie infettive, l’animale che ne trasmette di più è l’uomo!!!In quanto a coloro che si sentono migliori perchè camminano eretti, bhé costoro ne devono fare ancora molta di strada… certamente non sarò io a portare il mio cane in un ristorante dove rischia il “contatto” con certa gente.

  7. In faccia vorrei vedere le persone che hanno scritto i commenti poco sopra! Vorrei vedere come traspare la grettezza, la tristezza e la pocaggine di queste persone nonche’ l’ignoranza in materia. E vorrei ricordare loro che, se non era proprio per i cani, forse non esisterebbero nemmeno sulla faccia della Terra visto che e’ scientificamente dimostrato che l’uomo, migliaia di anni or sono, quando ancora viveva nelle caverne, trovo’ nel cane un alleato eccellente, senza il quale non poteva chiudere occhio per riposare senza essere aggredito dagli altri predatori.Se non era per loro che ci proteggevano voglio proprio vedere, senza contare la fedelta’ inprescindibile e l’abnegazione di queste creature meravigliose. Usate il cervello perima di dar fiato alle vostre bocche. Grazie!

  8. Mi fa piacere vedere la Vostra partecipazione per una proposta di legge che sicuramente non lascia indifferenti.
    (Raccomando sempre tutti gli utenti di evitare un linguaggio troppo colorito o volgare -indirizzato ai presenti o a terzi- nei commenti, pena l’eliminazione degli stessi commenti. Grazie della collaborazione)

  9. Sono daccordo che i nostri parlamentari dovrebbero occuparsi della condizione gravissima del nostro paese.
    Per quanto riguarda gli animali il problema non sono loro MA I LORO PROPRIETARI che nella maggior parte dei casi non rimuovono i loro escrementi dalle strade; FIGURIAMOCI SE QUESTA GENTE LO FAREBBE SUI MEZZI PUBBLICI E NEGLI UFFICI (posta, banca ecc.). Sappiamo tutti, tra l’altro, quanto i treni non sono per niente puliti. Se questa gente incivile viaggiando insozzerà i mezzi pubblici CHI VIGILERA’???????
    Quindi la brambilla si occupi di turismo!!!!!!

  10. Sono un grande amante degli animali nonchè loro fotografo e sono concorde nel dire che debbano essere trattati bene, ma solo quando le persone saranno trattate benissimo.
    Ritengo che gli animali potranno integrarsi completamente con noi solo dopo che l’On. Brambilla avrà risolto problematiche più importanti di far entrare o meno un cane in un bar.
    Nel nostro paese c’è ancora chi muore lungo una corsia d’ospedale perchè il nostro sistema sanitario è a dir poco schifoso, ci sono famiglie senza lavoro e con un mutuo sopra le spalle, ci sono mille problemi da risolvere caro ministro e credo che prima vadano affrontati questi.
    Ma queste piaghe italiane rimangono aperte, perchè sono piaghe difficili da medicare e far guarire, è molto più semplice permettere ad un cane di intrare in un tram o accusare quattro cacciatori dell’estinzione di alcune specie a livello mondiale.
    Ma soprattutto l’On. Brambilla non è ministro del turismo?

  11. se fosse per me… tutti dovrebbero essere completamente liberi… e basta con questa storia degli animali da compagnia!!! ma cos’è??!! fate tanto gli animalisti ma non vi rendete conto che state utilizzando i vostri amici come dei pupazzi!!! … e se poi il cane di turno morde la vecchietta?! probabilmente era troppo stressato e malato psicologicamente a causa della condizione in cui è stato costretto a vivere per colpa dell’egoismo e della solitudine dell’uomo.

  12. ci sono tanti problemi nel nostro paese, ed è ovvio che per alcuni ci siano maggiori priorità come salute, sicurezza e lavoro, ma la proposta dell’on. brambilla è giustissima, ed è una cosa completamente diversa da tutto il resto, non possiamo aspettare di risolvere tutti i problemi per poi occuparci dei nostri amici a 4 zampe! visto che poi è una legge che non pesa a nessuno, non arreca nè costi nè grossi fastidi (i cani già camminano per strada, che differenza c’è nei locali?) secondo me è più che giusta!

  13. Sono senza parole riguardo il tuo commento. Io credo che l’umanità e la civiltà di un essere umano si misuri nel rispetto verso qualsiasi essere vivente, umano o animale che sia. Altrimenti saremmo dei mostri. E POI CHE MALATTIE INFETTIVE VUOI CHE ABBIANO I CANI….QUESTE SONO ASSURDITA’. A un’altra cosa io ho un golden retriever che fa parte della protezione civile nazionale. il mio CANE ha aiutato molte PERSONE in pericolo e questo mi sembra un esempio di come le due specie siano integrate, e di come l’uomo abbia bisogno di loto.e credo che si meriti di stare sotto un tavolo con me in un ristorante. sono veramente rammaricato che ci sia certa gente che pensi queste cose.

  14. La Brambilla è uscita fuori di senno.
    io amo i cani ma il problema non è questo. Tutte le norme di igiene che devono seguire i rivenditori specialmente di ristorazione si vanno a farsi benedire ?
    ma insomma …….Io lavoro in un bar e noi non facciamo entrare i cani ne piccoli ne grandi . Primo il cane ha il pelo e io non vorrei ritrovarmi i peli nel piatto. e poi i cani leccano e potrebbero anche fare i lro bisogni (è capitato).una volta ho litigato con un signore perchè non voleva mette il suo cane di fuori nel parking dog e poi sapeto cosa ha fatto il cane si è alzato sul balcone . NON SI PUòòòòòòòòòòòòòòòòò

  15. X anonimo
    nei negozi di ristorazione i cani non devono entrare .Il cane sta fuori e aspetta… ma scusa tanto a me farebbe
    schifo vedere un cane che si sgrulla o si lecca o annusa mentre sto mangiando o bevendo un caffè . Le norme igieniche le volete solo quendo vi fà più comodo scusa ?

  16. Allora se si segue il tuo concetto
    visto che siamo animali mangiamo carne cruda no ? e anche la verudra ma sì mangiamola cruda o non laviamola giusto ? e si segue per estensione ancora il tuo concetto visto che siamo e rimaniamo animali non prendiamoci cura dei malati no ?
    ma dai………..
    il cane è un animale bisogna rispettarlo sì ma rimane un animale non ha bisogno della copertina dei stivaletti e di certo se rimane all’aperto fuori dal negozio di certo non è una tragedia.
    se vuoi fare l’animalista almeno fallo bene . prenditela con i padroni che gli fanno fare la cacca ovunque sulla soglia dei negozi sulle ruote
    che non raccolgono i loro bisogni
    prenditela con chi li costringe a stare in 4 mura tutto il giorno
    prendiamocela con chi li abbandona o li maltratta .

  17. i cani sono animali fantastici MA SONO ANIMALI di certo non gli fa male stare fuori all’aperto . Invece di prendetela con chi non fa entrare i cani perchè non te la prendi con le persone di città che costringono il cane a stare sempre al chiuso ?
    Il caro comune si preoccupa dell’igiene solo quando gli fa comodo ? HCCP viene nominata solo quando si deve pagare ? le norme igieniche ?allora perchè se si vede un capello umano non si tocca il cibo ? pensi che il pelo del cane sia pultio ?

  18. non mi sembri una persona che ama stare tanto nella società umana .
    Il cane non ha probplemi siete voi padorni che mi sembrate tanto complessati .

  19. neanche nel bar dove lavoro io
    c’è il parking dog il titolare lo ha messo e allora usatelo porca miseria .
    sono i padroni che si fanno tanti problemi da paranoici . non credo che al cane faccia male stare all’aperto

  20. i cani non sono come noi questa è una cavolata madornale. 2 leonardo da vinci e vissuto qualche secoletto fà dove non c’erano le norme igieniche che ci sono ora .

  21. infatti i veri animali sono certi padroni davvero ignoranti . Sapete quante volte io o il titolare ha litigato con i padroni perchè hanno fatto fare i bisogni al cane sulla soglia del bar ?
    Certa gente è davvero incivile . il bello e che si risentono se una persona glielo fà notare .

  22. sarà anche vero, che qualche padrone di animali è paranoico, ma se mi guardo in giro vedo molto peggio :-)) quanto a socialità e inserimento “ambientale” sono convinto che i “problemi” se ci sono, siano dalla parte di coloro che non hanno animali,inoltre vedo solamente una grande ignoranza, i maleducati sono dappertutto e allora?Viviamo in una società ideale, quante ai germi e al resto, mi trattengo dal dire cosa penso su certi retrobottega o cucine che dir si voglia dove i batteri la fanno veramente da padroni, però posso solo dire che a una persona felice e realizzata non dovrebbe poi importare molto della presunta libertà animale, credo che frustrazioni e problemi personali acuiscano i risentimenti verso chi non li merita.Consiglierei di sfogarsi su chi li genera,non sugli animali,In quanto a Leonardo era avanti venti secoli dai cervelli mediocri dell’epoca, per cui è ancora avanti 10 secoli ;-)) Capisco che è molto più facile stigmatizzare una legge che sino a prova contraria esiste già in quasi tutti i comuni, l’entrata dei cani nei luoghi pubblici è solamente una scelta personale del titolare.Per cui “tanto rumore per nulla”

  23. la legge c’è già..
    Ricordo in proposito che le leggi statali in materia di igiene e sanità impongono esclusivamente il divieto di ingresso ai cani e ad altri animali all’interno dei locali in cui si preparano cibi (cucine, stabilimenti di confezionamento, e similari).
    Rispetto invece all’ingresso dei cani o altri animali nelle sale e nei luoghi dove si servono cibi (bar, ristoranti, autogrill, self-service) tuttora la norma di riferimento nazionale è quella contenuta nel Regolamento di Polizia Veterinaria D.P.R. n. 320 del 1954 che, all’art. 83, prescrive:
    “ c) l’obbligo di idonea museruola per i cani non condotti al guinzaglio quando si trovano nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico;
    d) l’obbligo della museruola e del guinzaglio per i cani condotti nei locali pubblici e nei pubblici mezzi di trasporto”

  24. nei bar e nei negozi i cani non entrano solo per problemi di sicurezza
    ma perchè dove si serve cibo deve essere pulito. Il cane è un animale con il muso annusa di tutto e a me farebbe un pò schifo dover prendere
    un cornetto e il caffè . E una situazione di igiene . nei bar ci sono delle regole di igiene che devono essere rispettate sia dal gestore sia dal cliente. non si può toccare niente con le mani tutto deve essere sigillato e monouso.
    ma se si fanno entrare i cani questo regole non servono più perchè l’igiene va a farsi benedire .
    Non mi sembra giusto obbligare un gestore a far entrare il cane nel proprio negozio .

  25. Lasciando da una parte la questione Igienica, nessuno pensa alle migliaia di persone che soffrono di allergie e che in questo modo sarebbero danneggiate in modo irreparabile dietro la bandiera degli animalisti… parla un allergico asmatico, io sarei precluso ad entrare in tali posti dove fosse presente un animale, io credo che la libertà si spinga fin dove non vada a ledere la libertà di qualcun’altro

  26. infatti se passa questa legge tu saresti costretto a non entrare nei negozi per colpa del cane .
    o creano dei negozi solo per i cani e i padroni o il cane resta fuori all’aperto.
    Di certo non possono obbligarmi a far entrare il cane nel negozio

  27. Quando non si usa il cervello o si è stupidi o si è fanatici. E qui ho letto tanti commenti fanatici.Io non amo i cani più dei piccioni e non vedo perché debbano essere i benvenuti ovunque per legge!Che siano i negozianti e gli avventori a regolarsi come meglio credono (e come già si fa). Per quanto riguarda i locali ed i mezzi pubblici proprio perché tali devono essere garantiti a tutti, anche a coloro che, per ragioni di salute o anche per ragioni meno oggettive, non possono o non vogliono convivere né avere rapporti con animali.
    Informo chi non lo sapesse che nel nostro paese esistono Hotel e ristoranti che non gradiscono e scoraggiano la presenza dei bambini!!!Che bel paradosso: dentro i cani, per legge, e fuori i bambini!!
    Consiglio di pensare a cose più serie.

  28. Non voglio negare a priori la possibilità che i cani entrino nei locali pubblici. Non tutti i cani sono eguali in quanto a carattere. Vi sono purtroppo individui che hanno paura dei cani, e ciò a causa soprattutto dei padroni.Inoltre mi immagino uno che entri in una trattoria con un alano.Effettivamente un cane che non stia tranquillo in ristorante, abbai o si gratti facendo volare del pelo, quando addirittura non sporchi nel locale non riesco ad immaginarlo. Questo non deve portare ad una esagerazione impedendo di entrare con un cane per pochi minuti in un locale come una farmacia o un bar dove sostare pochi minuti. E se in un locale venissero a trovarsi più cani che magari bisticciassero o creassero comunque dei problemi? Ma colgo l’occasione per affacciare un’altra questione, riferendomi a chi (non ricordo chi sia) ha detto che dobbiamo stare attenti a non confondere i cani con gli esseri umani. Costui avrebbe ragione se avesse detto: non confondiamo i cani con la maggior parte dell’umanità. Io ritengo infatti che la maggior parte dell’umanità valga meno dei cani. Si pensi che gli islamici a causa di un pazzo chiamato Maometto ritengono che i cani siano degli animali impuri, mentre sono essi impuri nel cervello a causa delle farneticazioni del Corano. Aggiungiamo tutti i cinesi che si mangiano anche cani e gatti, o i canadesi che massacrano ogni anno centinaia di migliaia di foche per le pellicce. Aggiungiamo ancora gli industriali di morte che si arricchiscono con la crudeltà degli allevamenti intensivi. Ed infine tutti gli ipocriti che mangiano carne ma non avrebbero il coraggio di ricavarsi almeno una volta nella vita la bistecca in un mattatoio. Naturalmente io sono vegetariano. Questo è il maggiore problema riguardante la crudeltà umana (diretta o indiretta) di coloro che difendono cani e gatti e poi magari a Natale si mangiano l’agnello, che io non trovo molto diverso da un cane per capacità affettiva.

  29. sei tu che forse hai problemi di integrazione affermando ciò che dici. I cani per legge sono tutti vaccinati e ti assicuro che le infezioni più grandi le portano gli uomini. Sei tu che vuoi imporre, forse hai desiderato tanto un cane da piccolo che sei rimasto scottato! Comunque a quelli come te che sono disturbati dalla presenza dei cani, dico di attraversare la strada, proprio come incontri una persona che non hai il piacere di vedere…che facciamo chiudiamo la persona in casa perchè a te disturba? Che persona priva di significato che sei….!

  30. ANCHE IO SONO ASMATICA…MA TI DICO…E LA POLVERE DEI NEGOZIANTI O DELLA MOQUETTE DEL NEGOZIO NON TI DA’ FASTIDIO…? A ME SI…MA NON DOMANDO SE HANNO PULITO…TU LO FAI…?

  31. a mister anonimo che è tanto umano
    come ti permetti ?
    io amo gli animali ma non posso averlo perchè vivo in città e sarebbe sacrificato uscirebbe solo per fare i suoi bisogni perchè io lavoro e si mi preoccupo di come potrebbe vivere il mio eventuale cane visto che io non potrei accudirlo e neanche i miei genitori visto che lavorano anche loro e non sarebbe neanche giusto fare a scarica bariele. secondo il mio punto di vista almeno per questo penso di essere giudiziosa .

  32. il mio cane può andare sul treno perchè è un cane della Protezione Civile….ma ti assicuro che non lo porterei per paura che si prenda le zecche…guardiamoci intorno…non diamo colpa ai cani per l’inciviltà delle persone…! Siamo noi che educhiamo il cane e noi i responsabili. Il mio prima di fare un bisogno anche sulla semplice spiaggia si sente male (e parlo di semplice pipì), figuriamoci se la farebbe mai in un locale…! siamo noi che dobbiamo educarli…!

  33. SCUSAMI LILYEVANS…MA COME VEDI C’è UN PROBLEMA…HO INVIATO IL MIO COMMENTO MA MI APRE LA TUA PAGINA E LO RITROVO SOTTO IL TUO NOME…IO SONO LIA…E’ STATO INVOLONTARIO, TE LO DICO COSI’ LOSAI, NON ERA MIA INTENZIONE MA MI DA I TUOI DATI E LA MAIL OPZIONALE…SMETTO DI SCRIVERE PER EVITARE CHE VI SIA CONFUSIONE E DI NUOVO SCUSA ANCHE SE PROBABILMENTE C’è UN ERRORE SUL SERVER

  34. Ma ti posso fare una domanda…? Io noto nelle tue risposte non solo qui ma anche da altre parti che sei agguerrita riguardo questa proposta…ma che ti hanno fatto i cani? Non può essere che una persona se la prenda così tanto…! con simpatia…

  35. sono d’accordo con l’on.Brambilla e a tutti coloro che hanno da dire sugli animali io li rispondo che sono bestie perchè l’essere umano si è sempre detto che è superiore a qualsiasi specie ma per tutto quello che sta succedendo io penso che siamo i più stupidi ci uccidiamo fra di noi …..si violentano i bambini….catastrofi cosidette naturali ma che dipendono dall’uomo gli animali diventano aggressivi,sono maleducati ,solo per colpa dell’uomo perchè se trattati bene e educati il più aggressivo degli animali non ti tradisce maiiiiiii

  36. guarda caro paololemans che animali siamo tutti e chi discrimina come fai tu è tutto tranne che un animale perche significherebbe offendere gli animali

  37. io mi incaloro per questa questione perchè lavoro in un bar e noi dobbiamo rispettare certe regole di igiene . Mi arrabbio perchè comunque il cane è un animale e quindi non gli fà male restare nel suo ambiente naturale cioè la natura . Mi arrabbio perchè la gente fa l’igienista storce il naso se vede una mosca gironzolare. e poi è consenziente a una legge che OBBLIGA al gestore di far entrare il cane nel negozio.
    mi arrabbio perchè la gente non ha rispetto degli altri. Sai quante volte abbiamo litigato con i padroni che fanno fare i bisogni sul muro del negozio ? non ti puoi neanche immaginare le risposte della gente .
    ESEMPIO Bhè non gli posso mettere un tappo .
    bhè basta che ci butti un pò di acqua .

  38. Spero che un personaggio del calibro di Lily esista solo nella fantasia… sarebbe ridicolo, per non dire tragico, che della maleducazione umana dei “padroni” né facessero le spese i cani, io ho assistito a delle situazioni ridicole, gente che vive in strade trafficatissime, con livello “endemico” di decibel altissimo,lamentarsi dell’abbaiare del cagnolino a 1 km di distanza,ma non sarà che nella ns. cosidetta società moderna, gli elementi di “disturbo”siano davvero tanti e si tenda a rivalersi sul “nemico” più modesto?Lei ha asserito di lavorare in un bar mi sembra, e allora non capitano mai clienti cafoni e maleducati?Beata lei, se non le capitano.. se la prende anche con quelli?!? Forse è più difficile vero?
    Bhé si consoli sulla questione dei cani, i cosidetti “igienisti” le daranno ragione, io personalmente credo che nella questione igienica della ristorazione, rientri un discorso ben più ampio,pensi soltanto ai locali che non buttano via la merce scaduta da alcuni giorni,ma la rifilano all’ignaro cliente, per non dire peggio, le potrei raccontare molti annedoti coloriti, che avvengono nei retrobottega o nella cucine ma si sà che occhio non vede, cuore non duole… però sappia che molta gente preferirebbe anzi un cane dentro al bar, che mangiare una mozzarella scaduta o paste riscaldate del giorno prima nell’ottusa convinzione dell’oste che il cliente sia cretino.Poi mi lasci dirle soltanto una cosa,i proprietari di cani ben educati sono molto di più di quelli maleducati,ma solitamente ci ricordiamo solo dei secondi perchè ci hanno fatto arrabbiare 🙂 la saluto, pensi soltanto che l’intolleranza di solito è tipica delle persone “anziane” di solito i giovani hanno una visione più aperta della vita.

  39. pienamente d’accordo con te, fermo restando che anche il mondo vegetale vive, e quindi anche l’insalata muore se raccolta in quanto a chi ha più diritto di vivere tra un gatto e un’insalata ogniuno dirà la sua…

  40. io spero che di personaggi come te ne esistano pochi perchè sei davvero menefreghista .Tu propabilmente lavorerai in un ufficio ma gente che lavora in città si rende conto che i padroni dei cani sono maleducati . Se passeggio devo stare attenta ai bisogni dei cani perchè naturalemente ai lor signori e troppo faticoso portare il cane in un parco no meglio falla davanti ai negozi o in mezzo alla strada tanto chissene frega del prossimo . Se a lei e capitato di entrare in un bar con la merce scaduta sono affari suoi di certo non miei . Io e intendo anche dei titolari ci teniamo e teniamo il bar bene . E adesso non vada ad arrampicarsi sui specchi con queste misere giustificazioni .
    E il menefraghismo del prossimo è tipico di tutte le età a quanto pare .

  41. Perfetto. e non dimentichiamo i cani che mordono le persone, in Italia ogni anno circa settantamila agressioni delle quali il 10% gravi o mortali

  42. SALVE, SONO UN MEDICO E CON TUTTO IL RISPETTO PARLANDO NON CREDO CHE SE VIENE DATO IL CONSENSO AI PADRONI DI FAR ENTRARE NEI NEGOZI I CANI QUESTI PORTINO MALATTIE ALLE ALTRE PERSONE…IL SOLO PENSARLO è UN PO’ LIMITATIVO, PERCHè ALLORA GLI UOMINI NON LE PORTANO LE MALATTIE INFETTIVE??..DAL SEMPLICE RAFFREDDORE ALLA FEBBRE E LA VARICELLA…PERSONALMENTE IL MIO CANE NON MI HA ATTACCATO LA VARICELLA E NEANCHE LA FEBBRE!!!E POI SI PARLA ANCHE DI BUONSENSO DEI PADRONI: A MIO AVVISO I CANI POTREBBERO ENTRARE SENZA PROBLEMI NEI NEGOZI E DOVUNQUE A PATTO CHE I PADRONI SE NE PRENDANO CURA E NE SIAMO COMPLETAMENTE RESPONSABILI.

  43. SONO DEI CAMPI SEPARATI E DIVERSI…L’ASPETTO DEI TEMPI DI ATTESA E ALTRI PROBLEMI SANITARI SONO MOLTO PIù COMPLESSI…E COMUNQUE SIAMO GIà MOLTO FORTUNATI RISPETTO ALLA SANITà AIN ALTRI PAESI

  44. Caro amico ANONIMO scrivi e non hai nemmeno il coraggio di firmarti , cosa posso risponderti ; TU HAI DEI SERI PROBLEMI ?

  45. caora brambilla i cani devono fare i cani le persone le persone non è possibile integrare queste due specie
    per tanti motivi. il primo: le malattie infettive che questi possono trasmettere, il secondo bisogna avere rispetto di quelle persona che vogliono stare lontano dai cani e per colpa degli amanti devono per forza convivere questa non è libertà
    ma imposizione di una cosa.
    Chi è stò buffone che scrive senza accendere il cervello? Evita di fare lo schizzinoso, io ho un bar e ti dico che preferisco un cane a certe persone che in vita loro non hanno mai visto una doccia e fanno più schifo degli animali. Per queste persone però non posso mettere il divieto d’ingresso solo perchè non camminano a 4 zampe? Fatemi il piacere che con tutte stè fobie le malattie ve le create da soli al cervello..

  46. La tua ignoranza non ha confini … I cani sono gli animali che possono trasmettere quasi zero malattie agli umani mentre si prendono tutte le nostre malattie. Inoltre per legge sono vaccinati!
    L’ignoranza non ha confini e la stupidità ancora meno … Facciamo uno spazio per gli imbecilli!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *