Home Sostenibilità Ambientale Ambiente e sostenibilità aziendale: la sfida per il futuro

Ambiente e sostenibilità aziendale: la sfida per il futuro

L’incremento della popolazione e l’intenso utilizzo di tecnologie ad alto consumo energetico stanno influendo in modo significativo sull’ambiente e la sua sostenibilità. Negli ultimi anni, a evidenziare tale problematica, sono state proprio le aziende più importanti, queste ultime propense a un cambiamento radicale nella produzione. Nelle prossime righe analizzeremo più nel profondo il legame tra ambiente e sostenibilità aziendale, cercando di determinarne le potenzialità e i vincoli per il futuro.

Problema ambientale

L’evoluzione tecnologica induce le grandi aziende a costruire fabbriche sempre più energivore, le emissioni di biossido di carbonio e degli elementi chimici nocivi per la popolazione, da qualche anno cominciano a diventare un argomento di grandissima importanza. L’inquinamento ambientale, e la conseguente sostenibilità, dovuto alle industrie e alle grandi aziende può influire non solo con l’inquinamento dell’aria, ma anche delle acque e del suolo. A tali enormi problematiche vengono ad aggiungersi il più celebre effetto serra e le estinzioni di specie naturali. Un impatto potenzialmente distruttivo a cui è necessario porre un freno.

Sostenibilità aziendale: dati concreti

Analizzando i dati ufficiali forniti dall’ISTAT nell’anno 2018, 712 mila imprese, il 68,9% delle imprese con tre o più risorse umane, hanno dichiarato di essere impegnate nel miglioramento lavorativo dei propri dipendenti; 688 mila (66,6%) si impegnano nello svolgere azioni quotidiane per ridurre l’impatto ambientale delle attività aziendali. I dati testimoniano come la proiezione delle aziende, siano esse piccole o grandi, vertano verso un tessuto produttivo ecosostenibile. Tale propensione viene a concretizzarsi nell’84,3% delle imprese che hanno compiuto almeno una volta un’azione di sostenibilità sociale, di cui il 75,8% di queste una o più azioni di sostenibilità ambientale. Come è facile dedurre le imprese cercano di migliorare il loro ciclo produttivo attraverso una lavorazione ecosostenibile, ma quali sono le soluzioni più utilizzate per incrementare la produzione riducendo le emissioni nocive?

Procter & Gamble

Tra le soluzioni più interessanti vi è quella di adottare i sistemi di Procter & Gamble, multinazionale che dall’anno 2010 prova a introdurre un nuovo modo di fare impresa, focalizzando l’attenzione sulla sostenibilità aziendale. Come ogni progetto significativo, anche Procter & Gamble hanno fissato obiettivi di sviluppo sostenibile in un arco di 10 anni. Nel 2018, grazie alla presentazione dei loro obiettivi di sviluppo sostenibile hanno introdotto un piano di miglioramento fino all’anno 2030. Gli obiettivi prefissati concentrano il loro piano di sostenibilità ambientale sulla crescita del business delle aziende nell’utilizzo di pratiche di consumo responsabile.

Sebbene l’utenza sia convinta che gran parte dell’inquinamento ambientale verta sulle emissioni dei gas nell’atmosfera, in realtà queste sono influenzate anche dai materiali utilizzati non solo per crearli ma soprattutto per smaltirli. Procter & Gamble cerca di invogliare le aziende a utilizzare un sistema che inserisca nella produzione quotidiana un piano di packaging completamente riciclabile e riutilizzabile, riducendo notevolmente l’impatto sulle emissioni e lo spreco di materiali.

Procter & Gamble si impegna quindi nel creare un ecosistema sostenibile che abbracci non solo le industrie ma anche tutti gli elementi di contorno; dal packaging alle energie rinnovabili per l’impiego di strumenti alternativi. Lo scopo è quello di sensibilizzare le aziende nel cambiare modo di pensare, optando per un brand che possa pubblicizzarsi con l’ecosostenibilità e allo stesso tempo salvaguardare il pianeta e coloro che lo popolano.

Conclusioni

L’inquinamento ambientale è un problema concreto su cui le aziende devono porre attenzione, sebbene i dati mettano in evidenza come il trend stia migliorando è opportuno affidarsi ad aziende come Procter & Gamble, capaci di cambiare il modo di pensare e indurre le aziende a collaborare. La necessità di diminuire le emissioni può essere un trampolino di lancio per le aziende che vogliono valorizzare il proprio brand legandosi a una giusta causa.