Tutela ambientale: i coralli più importanti del mondo

Tutela ambientale: i coralli più importanti del mondo
da in Biodiversità, Conservazione ambiente, Primo Piano, Tutela Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    I coralli sono quanto più di bello si possa trovare nei fondali marini. Anche per questo c’è bisogno di tutelare questi preziosi elementi. Purtroppo, molte specie (soprattutto coralli tropicali) rischiano l’estinzione e, a tal proposito, i conservatori lanciano un appello: salviamo i coralli. A tale proposito vogliamo mostrarvi quelli che sono i coralli più importanti del mondo e che meritano maggiori riguardi. Nella nostra fotogallery potete vederne 10, nell’articolo invece potete leggere le caratteristiche che li rendono particolari.

    Il corallo Anomastraea irregularis ha una colorazione blu-grigio oppure color crema, mentre nei singoli polipi (piccoli e numerosi) il colore predominante è il marrone. I singoli polipi corallini sono circondata da tentacoli molli che spesso vengono estesi durante il giorno, raccogliendo cibo dall’acqua circostante. Il coralliti si possono trovare uno accanto all’altro oppure possono essere disposti in più serie in un motivo a nido d’ape generalmente irregolare.

    Il corallo Ctenella chagius ha una curiosa forma di cervello. Inoltre è molto aggressivo, infatti è in grado di estendere il suo stomaco in filamenti digestivi sul tessuto vivo di un corallo adiacente e distruggerlo.

    Il corallo Catalaphyllia jardinae ha dei polipi con grandi tentacoli tubolari di colore verde e con le punte rosa, oltre che un dischetto a fantasia zebrata. Questa specie ha un rapporto simbiotico con la zooxantelle, un’alga che vive all’interno del tessuto del corallo e fornisce energia allo stesso.

    Il corallo Acropora palmata, altrimenti chiamato corallo Elkhorn, possiede dei rami molto spessi e molto particolari. Costituisce la più grande colonia di tutte le specie Acropora, comunemente 4 metri di diametro, 2 metri di altezza, con le basi fino a 40 cm di spessore. Negli ultimi decenni la sua diffusione è diminuita del 95%.

    Il corallo Dichocoenia stokesii è una specie che vive nei Caraibi, di forma sferica con coralliti di forma irregolare.

    Dal 1995 la sua diffusione è calata del 75%. Questa specie è particolarmente sensibile ad una malattia chiamata peste del corallo bianco.

    Il corallo Horastea indica è una specie coloniale dotata di una colorazione pallida, colore marrone con i dischi blu-grigio. A causa della sua rarità, non si conoscono ulteriori informazioni.

    Il corallo Heliofungia actiniformis (detto comunemente corallo Fungo) vive come un polipo solitario di grandi dimensioni, a differenza di molti coralli che formano colonie di polipi corallini, ed ha una forma piatta, con grandi denti lobati. La bocca è situata in posizione centrale e può essere lunga fino a 3 cm. I tentacoli si estendono giorno e notte e sono di colore verde, verde-marrone, grigio o blu-verde brillante con punte bianche o rosa e parecchio lunghi. Il disco orale è visibile a strisce e ha colorazioni blu e grigie. Questa specie supporta diversi pesci e piccoli crostacei.

    Il corallo Parasimplastrea sheppardi è marrone con un colore fluorescente verde nel centro della coralliti. Essendo piuttosto raro non si conoscono ulteriori specifiche.

    Il corallo Dendrogyra cylindrus cresce in colonie con alte colonne cilindriche di altezze fino a 2 metri. Le colonie di corallo sono grigio-marrone o verde oliva a colori.

    Per saperne di più sui coralli, provate a guardare il nostro articolo sui nuovi coralli scoperti alle Galapagos.

    578

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BiodiversitàConservazione ambientePrimo PianoTutela Ambientale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI