Rimedi naturali contro le zanzare: tutto quello che dovete sapere

Esistono diversi rimedi naturali contro le zanzare. Sono utili alcune piante e altri ingredienti di solito destinati all’alimentazione, come cipolla, aglio, limone e aceto.

da , il

    I rimedi naturali contro le zanzare possono fare al caso nostro specialmente in questo periodo in cui si avvicina il caldo. Non per forza dobbiamo ricorrere ai prodotti chimici, spesso nocivi per la salute e l’ambiente, ma ci sono delle soluzioni green tutte da scoprire. Vediamole insieme.

    Aceto e limone

    Basta mettere qualche goccia di aceto in un piatto insieme a delle fettine di limone. L’odore pungente riesce a tenere alla larga i fastidiosissimi insetti. Per rendere più efficace l’effetto, bisognerebbe aggiungere sull’agrume qualche chiodo di garofano. Il limone agisce grazie al suo aroma aspro. Volendo, si può anche spalmare sul corpo, per evitare di essere punti. Abbiamo, comunque, l’accortezza di diluirlo in mezzo litro di acqua.

    Lievito di birra e aglio

    Se assumiamo lievito di birra a scaglie o in pastiglie, è stato dimostrato che tutto ciò è in grado di fare in modo che dal corpo emani un profumo che le zanzare proprio non sopportano. In ogni caso gli esseri umani non sentono nulla. Sarebbe anche utile mangiare dell’aglio crudo, cercando di orientarsi su due o tre spicchi al giorno. In questa maniera aiuteremo il nostro organismo a produrre delle sostanze solforate, che riescono a coprire il sentore dell’anidride carbonica, dal quale sono particolarmente attratte proprio le seccatrici.

    Olio di Neem

    Si tratta di un olio ecologico e privo di tossicità per l’uomo. Esso riesce a mettere in atto due proprietà importanti. Da un lato distrugge le larve e tiene a distanza le disturbatrici. La sostanza agisce anche come repellente, se viene cosparsa sulla cute. Per evitare che risulti particolarmente sgradevole a chi ci sta intorno, possiamo scioglierla nell’acqua tiepida, aggiungendo scaglie di sapone di Marsiglia. Si può anche spruzzare nei luoghi che preferiamo, specialmente nelle zone della casa più soggette all’invasione.

    Cipolla e chiodi di garofano

    La cipolla va tagliata a metà e messa su un piattino, avendo cura che la parte spezzata sia rivolta verso l’alto. Il tutto va corredato da chiodi di garofano. E’ da tenere presente che il trito di cipolle riesce anche ad alleviare il prurito provocato dalle punture e che è dovuto ad una sostanza anticoagulante, che l’insetto ci inietta, per potersi nutrire del sangue.

    Le piante

    Ci sono diverse piante che si possono utilizzare per un’azione neutralizzante verso questi insetti tipicamente estivi. Per esempio, possiamo ricordare la citronella, la menta, i gerani, il basilico. Nello specifico, la citronella è il vegetale più conosciuto in tal senso. Con esso si realizzano anche delle candele profumate, delle torce o degli oli, che sfruttano il suo odore piuttosto marcato. Comunque dobbiamo ricordare che la scelta da questo punto di vista è molto ampia. Forse non tutti conoscono l’erba gatta, che agisce anch’essa come un ottimo repellente. Attenzione, comunque, se avete dei mici, perché questi ultimi sono suscettibili ad essa. Ci si può affidare anche alla calendula, alla monarda, all’agerato, tutte da piantare nel nostro giardino.

    Miscugli fai da te

    Possiamo realizzare anche degli appositi miscugli, con i quali aspergere la nostra abitazione. Possiamo mettere insieme più oli essenziali a scelta, acqua distillata o bollita, di Hamamelis, e glicerina vegetale. Un altro spray da fare con le nostre mani prevede l’uso dei seguenti ingredienti: sapone di Marsiglia grattugiato (una tazza), olio essenziale di citronella (dieci gocce), quello di eucalipto (cinque gocce), foglie secche tritate di menta (una manciata), acqua (mezza tazza).