Rimedi contro zanzara tigre: odore dei predatori le allontana

Lo sviluppo scientifico accende un barlume di speranza per sconfiggere la zanzara tigre

da , il

    La zanzara tigre è forse l’insetto diurno più infame e fastidioso che esista. Le estati calde portano con sè questo sconveniente problema che si prova a scongiurare con ogni mezzo a disposizione. Spesso, però, anche i più conosciuti rimedi non sono capaci di ovviare in maniera risolutiva al problema. Per fortuna che esiste la scienza! Le tecnologie scientifiche, in continua evoluzione, hanno sperimentato un nuovo rimedio anti-zanzare innovativo ma semplice al tempo stesso: la riproduzione fedele dei feromoni dei loro predatori naturali. Ecco come funziona questa incredibile soluzione a bassissimo impatto ambientale.

    Lo studio degli odori del predatori delle zanzare è stato portato avanti dai ricercatori della Rockefeller University, in collaborazione con l’università israeliana di Haifa. Questo team specializzato ha individuato in un feromone specifico, chiamato cairomone, il rimedio. Questi cairomoni sono composti chimici studiati nelle interazioni fra piante e insetti.

    Il predatore numero uno oggetto di studio è il notonette, un curioso insetto acquatico particolarmente ghiotto di zanzare. Talmente tanto da diventare il loro peggiore incubo. Ne è dimostrazione il fatto che, quando la femmina di zanzara si avvicina ad un ristagno per depositare le uova, nella maggior parte dei case appena sentono l’odore della notonetta rinunciano alla deposizione in quel punto. Per cui, speriamo che questo rimedio anti-zanzare ecologico venga messo in commercio prestissimo!