Pannelli solari: ecco quelli per il MacBook

Anche i portatili di casa Apple si fanno più ecologici

da , il

    I pannelli solari li vediamo ormai dappertutto: sui tetti delle case, sui telefonini mobili, tra poco sulle automobili….ma l’idea di un’alimentazione ad energia sul MacBook proprio ci mancava. Grazie ai pannelli solari Juicz è possibile alimentare il portatile di casa Apple con l’energia rinnovabile per eccellenza: il sole. Sebbene la scelta di optare per i pannelli solari sia tutt’altro che economica (ma lo sappiamo, il rendimento lo si ha col tempo), ma per chi ha a cuore la salute dell’ambiente i soldi non sono mai un problema.

    Gli innovativi pannelli solari proposti della QuickerTek si chiamano Juicz e sono disponibili per MacBook o MacBook Pro Funzionanti ad esclusiva energia solare, hanno la caratteristica di essere ripiegabili: pratici, quindi, da mettere in borsa (che viene regalata da QuickerTek) e vengono collegati al connettore MagSafe del computer portatile dal momento che la batteria è quasi a terra (e il dispositivo si trova in una zona assolata).

    Quando i pannelli Juicz vengono aperti completamente misurano 75×100 cm (modello base, 27 Watt) oppure 100×150 (modello enhanced da 55 Watt). In 6 o 12 ore (dipende dallo stato della batteria), il portatile Mac verrà ricaricato. Gli “inconvenienti” di questo sistema, va detto, sono due: il primo è la potenza di alimentazione che è inferiore a quella degli alimentatori comuni. Il secondo, come già anticipato tra le righe d’inizio dell’articolo, è il prezzo. Non parliamo di noccioline: 700 euro per la versione 75×100, 1.200 per la versione 100×150. Insomma, solo per pollici verdi…. e portafogli gonfi!

    Immagini tratte da:

    maclife.com

    imagesme.net

    techgadgets.in

    asia.cnet.com

    pasqualeborriello.com

    hwstation.net

    appletribu.com