Natale sostenibile: i consigli di Greenpeace

Natale sostenibile: i consigli di Greenpeace
da in Eco Natale, Sostenibilità Ambientale, Vivere green
Ultimo aggiornamento: Giovedì 11/12/2014 14:10

    natale sostenibile

    In nome di un Natale sostenibile, Greenpeace ha proposto alcuni consigli molto utili. Si tratta di tutto ciò che può rientrare nel gruppo delle buone pratiche, anche quelle di uso quotidiano, che rappresentano un punto essenziale per badare alla sostenibilità ambientale. Spesso alcuni si lasciano andare proprio in occasione delle feste, che diventano un periodo di grande consumismo. Questo dovrebbe essere evitato, perché con piccole azioni si può davvero riuscire a rispettare l’ambiente. Basta fare attenzione alle luci natalizie, al verde domestico, al cenone, ai regali. Vediamo tutti i consigli che ci dà Greenpeace.

    regali natale

    Possiamo fare dei regali green, dando un’occhiata all’imballaggio e riducendolo il più possibile. Inoltre non compriamo oggetti inutili, perché non farebbero altro che aumentare la quantità dei rifiuti (SCOPRI TUTTI I REGALI DI NATALE EQUOSOLIDALI).

    scontrini natale

    Gli scontrini in questo periodo di feste possono anche abbondare. I commercianti dovrebbero essere attenti e potrebbero utilizzare anche rulli di stampa costituiti da carta riciclata.

    shopping natale

    Dedicarsi allo shopping natalizio per l’acquisto dei regali e di prodotti destinati alla festa è un’azione compiuta da molti. Invece di utilizzare l’automobile, si potrebbe anche ricorrere all’uso della bici. Non solo si evita il traffico, ma si contribuisce anche a non esasperare l’inquinamento ambientale.

    abbigliamento natale

    La scelta di comprare capi d’abbigliamento per regalarli può essere accettabile. L’importante è che i vestiti acquistati siano realizzati in cotone biologico o con altre fibre naturali, senza che nel ciclo produttivo vengano utilizzate sostanze nocive.

    stella di natale

    Una scelta classica per le feste è quella di portare a casa la stella di Natale. Greenpeace ha svolto a questo proposito delle analisi specifiche, mettendo in evidenza che il 79% di queste piante risultano contaminate da pesticidi (SCOPRI COME SI CURA LA STELLA DI NATALE).

    luci natale

    Le luci colorate creano un’immancabile atmosfera. Tuttavia bisognerebbe utilizzare quelle a basso consumo energetico ed è opportuno usare un timer per gestirne l’utilizzo.

    pranzo di natale

    Per il pranzo di Natale si dovrebbero evitare i prodotti usa e getta. Meglio i piatti e i bicchieri di vetro e di porcellana e le tovaglie di stoffa.

    dolci natale

    Per rispettare l’ambiente si dovrebbero scegliere dolci che utilizzano ingredienti frutto di agricoltura biologica, di stagione e a chilometro zero. E’ importante fare attenzione all’etichetta, che ci può indicare anche la presenza di eventuali ogm. In questo caso faremmo bene ad optare per altre scelte.

    neve natale

    Il classico bianco Natale rappresenta la scelta di molti. Specialmente per le vacanze alcuni sono soliti scegliere località innevate, anche per dedicarsi allo sci. La scelta è fondamentale, perché si dovrebbero preferire quei luoghi in cui la neve cade in maniera naturale e non quelle località in cui si fa uso della neve artificiale. Ne va del rispetto degli equilibri ambientali.

    greenpeace natale

    Greenpeace dice anche che, proprio in occasione delle feste, si potrebbe essere più “buoni”, adottando un attivista, finanziando tutte quelle azioni di sostenibilità ambientale che la nota associazione porta avanti.

    892

    PIÙ POPOLARI