L’inquinamento ambientale della città di Roma viene punito dalle sentinelle verdi

L’inquinamento ambientale della città di Roma viene punito dalle sentinelle verdi

La città di Roma sviluppa una lotta contro l’inquinamento ambientale e ingaggia le sentinelle verdi a tutela del suolo pubblico

    citta_roma_inquinamento_ambientale_sentinelle_verdi

    La città di Roma fa sul serio e combatte la sua battaglia contro l’inquinamento ambientale ingaggiando sentinelle verdi. Sono ormai quattro mesi che queste figure sono attive nel territorio per preservare il suolo pubblico, e il bilancio è chiaro: molti controlli e quasi 300 multe confermano che per turisti e romani non sembrano ancora ben chiare le regole istituite in merito al rispetto dell’ambiente.

    Le sentinelle si occupano di aiutare la città di Roma a divenire una città sostenibile, ad esempio tenendo sotto controllo le aree verdi di Villa Borghere, Villa Pamphili, Villa Aida e gli altri parchi di Roma. Loro preciso compito è infatti quello di controllare che non vengano infrante le norme istituite per la tutela ambientale, lo smaltimento dei rifiuti e la tutela degli animali.

    Sembra banale a dirsi, ma la realtà dice cose molto diverse: sono ancora molte le persone che gettano per terra carte e mozziconi, così come sono sempre troppe le persone che non si occupano di raccogliere le deiezioni del proprio amico quattro zampe. Il senso civico non sembra ancora essere ancora così sviluppato e l’istituzione di queste nuove risorse, coordinate dalla polizia municipale, si spera possano essere un ottimo esempio per stimolare in tutti un’educazione ambientale più forte e responsabile.

    275

    PIÙ POPOLARI